Gli 8 migliori bulbi del 2022

Ultimo aggiornamento: 06.10.22

 

Bulbi – Guida agli acquisti, Opinioni e Comparazioni

 

Chi ama il giardinaggio ma non ha abbastanza esperienza per cimentarsi in coltivazioni elaborate, ovvero a partire dalla semina, può valutare l’acquisto di bulbi: dei particolari germogli che vanno piantati sottoterra e che regalano meravigliosi fiori, come i giacinti e i tulipani. Il loro principale vantaggio è dato dalla possibilità di rigenerarsi e moltiplicarsi per essere riutilizzati l’anno successivo. In questo articolo abbiamo selezionato quelli migliori disponibili per il mercato online e recensiti in base alle opinioni degli utenti che li hanno acquistati. Potrete trovare Floriana-Bulbose Bulbi di Zafferano Sardo, un sacchetto contenente 25 germogli di zafferano che una volta fioriti si potranno adoperare persino in cucina. Oppure potrebbe interessarvi il prodotto Alasines Tulipani Bulbi da Fiore, da cui otterrete cinque tulipani di colore arancio che potrete piantare all’inizio della stagione autunnale.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 migliori bulbi – Classifica 2022

 

Volete sapere quali sono i prodotti più apprezzati del momento? Qui di seguito trovate la lista dei migliori, scelti in base ai pareri degli utenti che li hanno acquistati.

 

 

1. Floriana-Bulbose Bulbi di Zafferano Sardo (Crocus Sativus)

 

Floriana-Bulbose è una piccola azienda con sede nella provincia di Roma che si occupa esclusivamente della vendita di germogli. Ciò che ci propone è un sacchetto di bulbi di zafferano sardo, il Crocus sativus, una varietà molto particolare proveniente dalla rinomata produzione di San Gavino in Sardegna.All’interno della confezione troverete circa 25 bulbi, che se ben curati possono moltiplicarsi in maniera piuttosto veloce dando la possibilità di ottenere nuovi cormi nel giro di pochi anni. Inoltre, è bene considerare che si tratta di bulbi dalle dimensioni piuttosto elevate, di circa 9/10 centimetri, e tra i più grandi in circolazione.

Il prezzo potrebbe far storcere il naso a qualcuno, tuttavia, si tratta pur sempre di una varietà di pianta rara, che una volta fiorita si può adoperare persino in cucina inserendola in numerosi piatti della tradizione italiana. Inoltre, effettuando una comparazione con gli altri prodotti presenti in classifica, si rivela l’articolo contenente il maggior numero di bulbi.

 

Pro

Fioritura garantita: Quelli di Floriana-Bulbose sono certificati e provenienti direttamente dai migliori vivai della Sardegna.

Dimensioni: I cormi grandi sono sinonimo di maggior nutrimento per le piante, questi infatti raggiungono circa 10 centimetri di circonferenza.

Guida inclusa: L’azienda si premura di inviare ai consumatori un piccolo vademecum sulla corretta coltivazione dello zafferano, aiutandovi a curare i bulbi al meglio fin dalla messa a dimora.

 

Contro

Prezzo: Non tutti sono disposti a spendere tanto per dei fiori, tuttavia, nonostante ciò, quello proposto si rivela il migliore bulbo in vendita sui siti online.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

2. Alasines Tulipani Bulbi da Fiore Bella e Rara Decorazione

 

Se volete portare un po’ di Olanda sul vostro terrazzo non potete fare a meno di acquistare dei bulbi di tulipani: dei fiori dallo stelo molto lungo e caratterizzati da petali sgargianti e colorati.

La varietà proposta da Alasines è di una particolare tinta arancione che alterna tonalità scure ad altre più chiare: si tratta di un tipo di tulipano più raro, e per questo motivo il prezzo dei bulbi è decisamente più alto rispetto a quello di altre piante, più facili da reperire nei vivai. All’interno della confezione troverete in tutto cinque cormi: anche se sembrano pochi, in realtà se concimati possono germogliare a loro volta e crearne di nuovi.

Affinché la loro coltivazione sia proficua, consigliamo di metterli a dimora in un periodo che va tra settembre e ottobre, ovvero poco prima dell’arrivo del freddo invernale. Tuttavia, il gelo non deve spaventare, poiché riescono a resistere anche a una temperatura inferiore a -30 °C.

 

Pro

Varietà: I tulipani sono originari dell’Olanda, ma vederli su un balcone fa sempre un bell’effetto, considerata la loro particolare struttura e il colore sgargiante.

Periodo di fioritura: Questi bulbi vanno interrati in autunno, affinché possano sbocciare durante la primavera, tra aprile e maggio.

Appariscenti: Chi cerca dei fiori particolari da piantare sul terrazzo o in giardino questi proposti da Alasines sono di colore arancione e caratterizzati da particolari venature più scure.

 

Contro

Colorazione: Nonostante il produttore indichi che i tulipani venduti siano arancioni, in realtà in mancanza di tale tonalità è possibile che ne riceviate un’altra, senza però conoscere anticipatamente quale.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. Semillas Batlle Semi di Fiori Sposla di Giacinto Nano

 

Il marchio Batlle ha origini molto antiche, risalenti addirittura ai primi anni del 1800, quando alcuni pionieri si stabilirono nella periferia di Barcellona, a Mataró, mostrando fin da subito un enorme interesse per la natura e per la coltivazione delle piante. Ciò che ci propone è una confezione di semi di speronella nana, una particolare varietà che produce dei fiori caratterizzati da uno stelo lungo e infiorescenze di colore viola, lilla o bianco. 

È conosciuta anche con il nome Delphinium e si tratta di una specie annuale, dunque in grado di moltiplicarsi da sola senza eccessivi accorgimenti. L’azienda consiglia di effettuare la semina a spaglio, ovvero spargendo i chicchi su tutto il terreno e limitandosi a innaffiare, tuttavia, affinché questa tecnica sia fruttifera è preferibile circoscriverla in un periodo dell’anno non troppo freddo. 

In alternativa, è possibile interrare i semi praticando dei piccoli fori nel terreno e coprendoli. Il prezzo dell’articolo è piuttosto contenuto, considerando che in una confezione sono presenti circa 500 semi.

 

Pro

Pianta perenne: La speronella, una volta piantata, si moltiplica da sola regalando sempre nuovi fiori, tuttavia, è preferibile agevolare il processo con del concime.

Fiori estivi e primaverili: I semi vanno interrati in un periodo che va tra settembre e ottobre oppure da marzo a maggio, in modo tale da ottenere dei bellissimi fiori per la maggior parte dell’anno.

Qualità/prezzo: tale rapporto è da ritenersi elevato, poiché il numero di semi che riceverete è davvero molto alto e vi permetterà di seminare una zona piuttosto ampia del giardino.

 

Contro

Semina: La speronella nana non è una pianta bulbosa, dunque il metodo di coltivazione è piuttosto differente, ma non per questo più difficile da far crescere.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

4. Floriana-Bulbose Bulbi da Fiore Alta Qualità Anemone de Caen

 

Tra gli articoli da giardinaggio venduti online ci ha colpito particolarmente questa confezione di germogli proposta da Floriana-Bulbose. Si tratta di Anemone coronaria di Caen, un particolare miscuglio di fiori caratterizzati da colori sgargianti come viola, rosa, fucsia, blu e rosso, che ricordano le immense distese delle campagne francesi.

I tuberi, se paragonati a quelli di tulipano che hanno una forma più simile alla cipolla, appaiono invece frastagliati e non regolari: non preoccupatevi, poiché si tratta di una peculiarità di questa specie. All’interno della confezione troverete 25 bulbi, tuttavia, considerata la struttura dei rizomi è consigliabile piantarli a una distanza di circa 10 centimetri l’uno dall’altro, per permettere alla pianta di crescere e svilupparsi correttamente.

Ciò che è piaciuto ai consumatori non è solo la qualità dell’articolo, dovuto grazie all’affidabilità dell’azienda italiana Floriana-Bulbose, ma anche il vantaggio del prezzo  piuttosto contenuto e a portata di tutti.

 

Pro

Fioritura: Se volete rendere più bello il vostro giardino adornandolo con tanti colori differenti, vi suggeriamo di dare un’occhiata ai bulbi proposti da Floriana-Bulbose.

Prezzi bassi: Alcuni fiori possono avere un costo piuttosto alto, ma in questo caso potrete ottenere la massima resa con una spesa contenuta.

Anemone di Caen: Si tratta di una varietà che seppur facile da gestire è molto particolare, inoltre si può piantare sia in vaso sia direttamente nel terreno.

 

Contro

Fiori misti: Se siete maniaci dell’ordine e preferite che i petali abbiano tutti la stessa colorazione o vorreste l’opportunità di decidere personalmente la tonalità, purtroppo questo non sarà possibile, poiché i bulbi vengono scelti casualmente.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

5. Floriana-Bulbose Bulbi da Fiore Alta Qualità Ranuncoli in Miscuglio

 

Quello che si classifica ai primi posti tra i prodotti più venduti del momento, è una confezione di bulbi da fiore proposta da Floriana-Bulbose, un’azienda italiana della provincia romana che si occupa unicamente di questa tipologia di piante. Ciò che abbiamo di fronte è un sacchetto di plastica ermeticamente chiuso contenente in totale dieci germogli di ranuncoli, un genere di erbacee caratterizzato da lunghi steli e boccioli molto simili a quelli delle rose. 

Sono disponibili in diversi colori, come per esempio rosa, rosso, giallo o bianco, tuttavia, trattandosi di un miscuglio non è possibile scegliere la tonalità preferita. Il periodo migliore dell’anno in cui andrebbero piantati è tra marzo e maggio, per poter ottenere principalmente una fioritura estiva o autunnale. 

Il prezzo della confezione è decisamente basso, se paragonato con quello di altri prodotti simili, inoltre, Floriana-Bulbose è da sempre apprezzata dagli utenti per la qualità delle sue piante.

 

Pro

Qualità/prezzo: Il prodotto è ampiamente apprezzato dagli utenti, inoltre si rivela il più economico della nostra classifica.

Azienda: Floriana-Bulbose è da sempre sinonimo di qualità e affidabilità, non solo grazie all’enorme varietà di bulbi a disposizione, ma anche per l’eccellente servizio clienti e supporto post vendita.

Facile gestione: I ranuncoli pur somigliando alle rose sono decisamente più semplici da far germogliare, inoltre, non richiedono particolari attenzioni se non annaffiature regolari.

 

Contro

Poca scelta: I colori non sono visibili se non una volta sbocciati i fiori, dunque se state cercando una tonalità in particolare questo prodotto non fa al caso vostro.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

6. Bakker 100x Gladiolus Mix di Bulbi a Fioritura Estiva

 

Tra le numerose offerte disponibili in rete quella che ci ha colpito maggiormente tanto da inserirla nella lista dei migliori prodotti del momento è la proposta di Bakker, uno dei più importanti siti al mondo relativi alla vendita di piante e accessori per il giardinaggio.

Si tratta di una confezione contenente ben cento rizomi di gladioli, una particolare specie originaria delle zone presenti nel bacino del Mar Mediterraneo.Il fiore si sviluppa principalmente in altezza ed è caratterizzato da piacevoli infiorescenze disponibili in un gran numero di tonalità: bianco, rosso, viola, arancio, rosa e lilla.

Anche in questo caso non è possibile scegliere il colore, poiché il sacchetto contiene dei germogli misti non visibili se non una volta cresciuti. La messa a dimora va fatta durante la primavera, in un arco temporale che va da marzo fino a metà maggio, affinché in estate si possa ottenere una fioritura completa. I bulbi, una volta terminata la stagione, si possono recuperare dal terreno per poterli utilizzare l’anno successivo.

 

Pro

Economici: Considerato che all’interno del sacchetto sono presenti cento germogli il prodotto si rivela piuttosto conveniente.

Fioritura estiva: Non c’è niente di più piacevole che un terrazzo pieno di fiori colorati durante l’estate, inoltre, i gladioli sono adatti anche a essere recisi e regalati a parenti e amici.

Qualità: Bakker è uno dei maggiori siti al mondo dedicati alla vendita di fiori, compresi quelli da bulbo come i gladioli, perfetti sia sul balcone, sia nel giardino.

 

Contro

Dimensioni: Nonostante il produttore dichiari che i bulbi misurino circa 6 centimetri di diametro, in realtà appaiono più piccoli, ma non per questo meno validi.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

7. Floriana-Bulbose Bulbi da Fiore Alta Qualità Calla Bianca

 

Se amate le piante ma preferite qualcosa di più delicato e poco colorato, non potete lasciarvi sfuggire i bulbi da fiore proposti da Floriana-Bulbose, che racchiudono delle incantevoli calle di colore bianco candido, perfette per i balconi dallo stile minimal. All’interno di un sacchetto in plastica sigillato ermeticamente troverete due germogli, da piantare preferibilmente tra settembre e ottobre, prima che arrivi il freddo autunnale, per ottenere una fioritura primaverile, oppure nel mese di marzo, affinché possano svilupparsi durante l’estate. 

È sconsigliato acquistarli molto tempo prima della messa a dimora, a meno che non si sappia come conservarli a dovere: a questo proposito, ricordiamo che si tratta di un’operazione abbastanza semplice e che tutti, anche i meno esperti, potrebbero effettuare. Inoltre, le calle hanno bisogno di molta luce, dunque consigliamo di posizionare il vaso in una zona esposta al sole per almeno due ore al giorno.

Il costo dell’articolo non è propriamente basso, considerando il numero ridotto dei rizomi, tuttavia è necessario considerare la particolarità dei fiori e la loro bellezza.

 

Pro

Qualità: Floriana-Bulbose è un’azienda italiana da sempre ritenuta sinonimo di affidabilità e competenza, e anche in questo caso ha saputo proporre un buon prodotto.

Facili da gestire: I bulbi vanno interrati alla fine dell’inverno oppure prima che questo arrivi, in modo tale da ottenere una fioritura perfetta in primavera o in estate.

Utilizzi: Le calle bianche oltre a rendere più belli i balconi e i giardini, si possono recidere e inserire in un mazzo di fiori da regalare per le occasioni speciali.

 

Contro

Prezzo: Per soli due bulbi il costo ci appare eccessivo, tuttavia è bene considerare la qualità di quest’ultimi e la loro facile gestione.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

8. Dutch-Bulbs.com Bulbi di Amaryllis Collezione Economica

 

Gli amanti delle piante olandesi non potranno farsi sfuggire questa confezione di bulbi provenienti direttamente dal Paese dei tulipani e dei mercati all’aperto, luoghi in cui è possibile acquistare le varietà di fiori più disparate. Dutch-Bulbs.com è un sito specializzato nella vendita di germogli, che ci propone una set composto da tre bulbi di amaryllis di colore rosa, bianco e rosso.

A primo acchito potrebbero sembrare un po’ pochi, considerando il prezzo non propriamente economico, tuttavia si tratta di un tipo di infiorescenza molto particolare, che presenta un cormo piuttosto grosso che darà alla luce dai tre ai cinque steli alla volta e alti almeno 50 centimetri.

A differenza di altri prodotti recensiti finora, in questo caso prima della messa a dimora è necessario posizionare il germoglio in acqua calda per un’ora, affinché le radici si sviluppino nella maniera corretta. Se volete sapere dove acquistare i bulbi di Amaryllis di Duch-Bulbs, vi suggeriamo di dare un’occhiata al link posto qui in basso.

 

Pro

Buona qualità: Dutch-Bulbs.com garantisce degli ottimi bulbi facili da gestire e che regaleranno dei magnifici infiorescenze colorate.

Dimensioni: I germogli di amaryllis sono piuttosto grandi e potrebbero occupare un vaso di circa 15 centimetri di diametro, inoltre, possono sviluppare un numero di steli maggiore rispetto ad altre varietà.

Colorazione: Si tratta di infiorescenze piuttosto belle e variopinte, con colori brillanti e perfetti da tenere in casa o su un balcone riparato.

 

Contro

Non per esterno: Gli amaryllis sono dei fiori particolarmente delicati, che richiedono una temperatura tra i 20 e i 25 gradi per crescere correttamente nonché una luce solare non diretta.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida per comprare un bulbo

 

Scegliere i germogli può sembrare un’operazione facile, tuttavia è importante considerare diversi fattori, come per esempio l’esposizione e il tipo di terreno a disposizione. In questa sezione vi spiegheremo come fare.

Cosa sono le bulbose

I bulbi non sono altro che dei piccoli germogli dalla forma tondeggiante da cui nascono i fiori. Si tratta di piante particolarmente resistenti agli eventi atmosferici, poiché il loro involucro serve da protezione dal gelo durante l’inverno e dall’assenza di acqua nella stagione estiva.

Le bulbose fanno parte della stessa famiglia delle tuberose, considerata la forma e la struttura fisica: hanno radici piccole che non si espandono lungo tutto il terreno, permettendo così di estrarre facilmente i cormi una volta terminata la fioritura. I germogli inoltre, hanno il vantaggio di moltiplicarsi piuttosto facilmente dando vita ai bulbilli, che quando raggiungono la dimensione giusta si staccano dalla pianta madre ed è possibile utilizzarli per la stagione successiva.

 

Perché acquistare i bulbi

Vi piacciono le piante ma temete di avere poca esperienza da riuscire a controllare la loro crescita per molto tempo? Le bulbose potrebbero rappresentare un’ottima soluzione, poiché sono facili da gestire e soprattutto molte varietà sono di natura stagionale, dunque, una volta terminata la fioritura vanno riposti nella carta di giornale e conservati fino all’anno successivo.

In questo modo non sarà necessario spendere tutte le volte fior di quattrini per l’acquisto di nuove piante da fiori, poiché con gli stessi cormi potrete non solo ottenere altre infiorescenze, ma considerata la loro facilità di propagazione il loro numero aumenterà in modo esponenziale nel corso degli anni. Ovviamente, per poter raggiungere e assicurarsi un risultato tale è necessario avere un minimo di cura nei loro confronti, somministrando del concime e ricordandosi di rispettare i tempi di messa a dimora e dissotterramento.

 

Varietà

La coltivazione dei bulbi segue le stagioni: è possibile infatti trovare quelli invernali, che vanno interrati durante l’estate, come per esempio gli iris, il galanthus e gli amaryllis. Chi invece preferisce ottenere una fioritura primaverile, da piantare tra i mesi di novembre e febbraio, potrebbe optare per i bulbi di giacinto e narciso, particolarmente apprezzati per i loro colori sgargianti. Tuttavia, per questa varietà è necessario prestare attenzione che il terreno non si geli e sia bagnato soltanto dalle piogge per evitare ristagni di acqua.

I cormi estivi, da interrare da marzo fino alla fine di maggio, sono probabilmente i più versatili, poiché è possibile piantarne di nuovi per tutto il periodo: lilium, dalia, peonia, anemone, begonia, scegliendole il vostro balcone o il giardino risulterà sempre allegro e colorato. Infine, i bulbi autunnali, maggiormente resistenti al freddo, vanno piantati in un lasso di tempo che va da agosto fino alla fine di settembre.

 

Dove piantarli

Un altro fattore importante durante la scelta dei bulbi è la loro posizione. Chi ha a disposizione un balcone potrebbe scegliere qualsiasi tipo di vaso, ricordandosi però che ogni germoglio va inserito a una distanza di almeno 1,5 centimetri l’uno dall’altro, per dare loro la possibilità di crescere e svilupparsi adeguatamente. Se invece avete un giardino l’operazione sarà ancor più semplice, poiché il terreno è maggiormente ampio, si possono evitare i ristagni d’acqua e non avrete grosse problematiche di spazio tra i cormi.

 

Tipo di terreno

Prima di acquistare i cormi che ritenete più belli e particolari, è necessario conoscere la tipologia di terreno che avete a disposizione. Per esempio, uno sabbioso, particolarmente argilloso oppure che presenta molti sassi non è l’ideale per le piante bulbose, che invece preferiscono una terra pulita, priva di impurità e residui di altri vegetali. Meglio comprare del terriccio nuovo piuttosto che adoperarne uno vecchio: è inoltre consigliabile lavorarlo molto e ossigenarlo adeguatamente qualche giorno prima di effettuare la messa a dimora.

Esposizione

Dopo aver constatato la qualità del terreno e scelto il tipo di fiori che più vi piacciono, è necessario considerare la posizione del vostro terrazzo o del giardino. Infatti, alcune piante non tollerano i raggi diretti del sole, mentre altre, all’opposto, non amano stare all’ombra.
Per questo motivo è molto importante valutare l’esposizione: i giacinti, i tulipani e i narcisi per esempio, vanno posizionati in pieno sole, le calle e le begonie invece preferiscono un posto più riparato.

Inoltre, affinché i bulbi fioriscano correttamente e non marciscano o appassiscano, è necessario controllare sempre l’umidità del terreno, che non dovrebbe mai risultare troppo bagnato ma nemmeno eccessivamente asciutto. Per la verifica, è consigliabile inserire l’indice all’interno del vaso a una profondità di circa 5 centimetri.

 

 

 

Come usare un bulbo

 

Volete dare un nuovo aspetto al giardino oppure abbellire il balcone? I cormi potrebbero rappresentare un’ottima soluzione, poiché sono facili da gestire e soprattutto si possono riutilizzare. Ma come piantare i bulbi in vaso? E in che modo bisogna prendersene cura? In questa sezione troverete tutte le informazioni necessarie.

Quando piantare i bulbi dei fiori?

Prima di inserire dei cormi all’interno del terreno è necessario capire di quali pianta si tratta, poiché in base alla varietà bisognerà attendere il periodo migliore. I bulbi primaverili, ovvero quelli che fioriscono nei mesi di marzo e maggio, si possono piantare durante l’autunno. Tra quelli più conosciuti abbiamo i giacinti, i tulipani, i narcisi, gli iris, i leucojum, ma anche alcuni amaryllis e i gigli, anche se questi ultimi due tendono a rimandare la fioritura durante l’estate. La messa a dimora di queste varietà andrà effettuata tra ottobre e dicembre, sia nel caso di coltivazione in vaso, sia nel giardino.

Le bulbose che invece germogliano durante l’estate vanno messe a dimora in primavera, affinché possano sbocciare rigogliose tra giugno e luglio: le piante maggiormente apprezzate sono le dalie, le calle, la gloriosa, gli anemoni, le begonie e i gladioli. Questo tipo di cormo si sviluppa più velocemente e resiste meglio al caldo rispetto a quelli primaverili, dunque, per ottenere un giardino sempre fiorito è possibile piantarne di nuovi ogni 15 giorni, cercando di mantenere una distanza di almeno 1,5 centimetri l’uno dall’altro.

Esistono anche i germogli invernali, come per esempio l’aglio ornamentale, i galanthus, alcune varietà di iris e gli amaryllis belladonna, che andranno messe a dimora in estate. Dando un’occhiata più approfondita a questo articolo, potrete trovare la classifica dei migliori bulbi del 2022 maggiormente apprezzati dagli utenti che li hanno acquistati.

 

Messa a dimora

Piantare i bulbi è piuttosto semplice, tuttavia, in base alla varietà scelta è necessario seguire delle linee guida precise affinché la fioritura avvenga nel periodo stabilito. La prima cosa da fare è preparare il terreno effettuando una piccola buca larga circa due volte la loro grandezza. Allo stesso modo bisognerà stabilire l’altezza, che anche in questo caso sarà pari al doppio del bulbo.

Non è consigliabile piantarne tanti uno vicino all’altro, piuttosto è preferibile seguire una riga dritta e lasciare uno spazio di circa 1 o 2 centimetri tra un germoglio e l’altro. In questo modo non solo i fiori avranno modo di crescere meglio, ma le bulbose avranno la possibilità di moltiplicarsi più facilmente.

Una volta inseriti, sarà necessario coprirli con il terreno e tenerli umidi fino a quando non saranno spuntate le prime foglioline. Affinché i fiori possano durare più a lungo è preferibile utilizzare del concime granulare a rilascio graduale, generalmente venduto in tutti i vivai o nei negozi specializzati in giardinaggio.

Conservazione

La parte più importante della coltivazione delle bulbose è proprio la loro conservazione. Quando termina il periodo di fioritura è necessario attendere che le piante appassiscano completamente per poter finalmente togliere i germogli dal terreno e riutilizzarli la stagione successiva. I cormi devono rimanere asciutti, preferibilmente avvolti nella carta di giornale e tenuti all’interno di un contenitore in plastica o di cartone.

 

 

 

Domande Frequenti

 

Quando piantare i bulbi dei fiori?

La messa a dimora delle bulbose varia a seconda della varietà scelta: i giacinti e i narcisi per esempio vanno piantati durante l’autunno per ottenere una splendida fioritura in primavera. Altri invece vanno interrati verso aprile o maggio per poterli vedere sbocciare in estate. Questi ultimi in particolare, affinché il vostro giardino o balcone risulti sempre colorato, è possibile metterli a dimora a distanza di 1,5 cm l’uno dall’altro e ogni 15 giorni fino alla fine di luglio.

Quali bulbi si piantano in autunno?

Le bulbose che vanno interrate in un arco di tempo che va da settembre fino all’inizio di dicembre sono generalmente quelle che fioriscono durante la primavera. In commercio è possibile trovarne di tante varietà differenti, come per esempio i tulipani, i narcisi, i giacinti, gli iris e persino l’aglio ornamentale, che regala delle meravigliose infiorescenze sferiche di colore lilla e fucsia per tutta l’estate. Una volta terminata la fioritura è importante lasciar seccare completamente le foglie e attendere la stagione giusta per potarle: se volete sapere come scegliere un buon bulbo primaverile vi invitiamo a leggere la nostra guida all’acquisto presente in questo articolo.

 

Cosa fare dopo che i bulbi sono sfioriti?

Alcuni fiori, come per esempio i giacinti e i tulipani, una volta terminato il periodo di fioritura appassiscono, tuttavia è importante lasciarli nel terreno fino alla fine della stagione estiva/autunnale. All’inizio dell’inverno i bulbi dovranno essere dissotterrati, asciugati, puliti e conservati all’interno di una scatola di cartone o in un sacchetto avvolti nella carta di giornale, dove dovrete tenerli al riparo della luce e dall’umidità fino all’anno successivo.
I cormi, non solo si moltiplicano e generano i bulbilli, ma si possono anche riutilizzare per dare vita a nuovi fiori. Alcune varietà però resistono bene al freddo ed è possibile lasciarli nel terreno ricordandosi però di concimarli di tanto in tanto.

 

I bulbi richiedono una cura particolare?

Tutte le piante necessitano di una manutenzione adeguata affinché possano vivere il più al lungo possibile. Anche i cormi hanno bisogno di una cura specifica, poiché a seconda della varietà scelta andranno conservati fino alla messa a dimora, innaffiati durante tutta la fioritura e tolti dal terreno alla fine della stagione estiva.

Quelli che germogliano in primavera invece si possono ripiantare in autunno e lasciarli lì durante la loro inattività vegetativa. Tuttavia, poiché alcuni tendono a inselvatichirsi è preferibile posizionarli in un vaso con del terriccio differente, inoltre, in inverno è bene lasciare che siano esclusivamente le piogge a garantire un ambiente umido.

 

Quanto costano i bulbi?

Non è facile stabilire il prezzo delle bulbose, poiché a seconda della varietà e della grandezza potrebbero costare pochi centesimi l’uno oppure alcuni euro. Tuttavia, non è necessario spaventarsi alla vista di una cifra che potrebbe sembrare eccessivamente alta, poiché i germogli, se ben piantati e correttamente curati, possono dare origine ai bulbilli e moltiplicarsi già dopo una sola stagione. Alcuni potrebbero impiegare più tempo, ma dopo alcuni anni avrete a disposizione il doppio o persino il triplo di quelli acquistati inizialmente. Se non avete ancora deciso quale bulbo comprare, vi invitiamo a leggere la classifica dei migliori prodotti attualmente disponibili per il mercato online.

 

 

DEJA UN COMENTARIO

0 COMENTARIOS