Gli 8 migliori concimi del 2022

Ultimo aggiornamento: 06.10.22

 

Concimi – Guida agli acquisti, Opinioni e Comparazioni

 

Prendersi cura del proprio giardino, per chi ha la fortuna di averlo, diventa una vera e propria passione che accomuna moltissime persone. Far crescere i propri vegetali, un paio di alberi da frutto e un bel prato curato con tanti fiori, diventa quindi fondamentale per chi ha uno spazio verde tutto per sé. Ad aiutarci a rendere tutto perfetto arrivano i concimi, soluzioni realizzate per dare il giusto nutrimento alla terra. Ce ne sono moltissimi anche naturali e biologici: in questa guida cerchiamo di aiutarvi a scegliere quello adatto al vostro prato. Il primo prodotto nella nostra classifica è Alfe Biostallatico concime organico naturale da kg 4,5, adatto a prati, orti e giardini e indicato per rigenerare terreni poveri. Al secondo posto della nostra classifica Bottos Concime Fertilizzante per Prato Bio Start, caratterizzato da un alto contenuto di fosforo, azoto e acidi umici per dare nutrimento a tappeti erbosi. 

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 migliori concimi – Classifica 2022

 

Se non sapete quale concime comprare, qui sotto cerchiamo di aiutarvi con alcuni tra i più gettonati in commercio. Sono proposte diverse tra loro, e non solo per il loro costo, ma anche per le loro caratteristiche e quantità.

Che vi serva un trattamento per il giardino, per l’orto o per il vostro ulivo, di seguito abbiamo incluso alcuni tra i migliori concimi del 2022 attualmente disponibili all’acquisto. 

 

 

Concime organico

 

1. Alfe Biostallatico concime organico naturale da kg 4,5

 

Un concime organico realizzato per fornire nutrimento al terreno in orti e giardini, ma può essere anche utilizzato per i fiori. È privo di sostanze tossiche e composto al 100% da letame bovino ed equino pellettato. Può essere utilizzato durante tutto l’anno ed è consentito in agricoltura biologica.

Un prodotto efficace grazie al processo di disidratazione e cubettatura a temperatura controllata, per preservare tutti i nutrienti del concime naturale.

Per una maggiore efficacia si consiglia di interrare lo stallatico per evitare che possa entrare a diretto contatto con la luce del sole. Ovviamente, trattandosi di letame, l’odore è abbastanza forte e persistente, ma è tutto naturale e come tipologia di concime non poteva mancare nelle nostre offerte.

All’interno della confezione, inoltre, ci sono ben 4,5 kg di letame pellettato a un buon rapporto qualità/prezzo. 

 

Pro

Agricoltura biologica: Un concime costituito da letame equino e bovino, privo di sostanze tossiche, che può essere utilizzato durante tutto il corso dell’anno. 

Versatile: Un altro punto a favore di questo concime è la possibilità di usarlo per orti, fiori e giardini. È adatto a ogni tipo di cultura e non rischia di impoverire il terreno. 

Efficace: È un prodotto pensato per fornire nutrimento ai terreni poveri che hanno bisogno di una rigenerazione. 

 

Contro

Odore: Essendo un concime naturale realizzato con il letame di animali, il suo odore è abbastanza forte e persistente.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Concime per prato

 

2. Bottos Concime Fertilizzante per Prato Bio Start 

 

Un nuovo fertilizzante, ideato per il mantenimento e la rigenerazione dei tappeti erbosi. Si tratta di un concime ad alto tenore di P, arricchito con acidi umici estratti dalla Leonardite Canadese, che ha il compito di stimolare la crescita del manto erboso e di renderlo uniforme.

Il fertilizzante contiene inoltre un’alta percentuale di azoto e un elevato contenuto di fosforo solubile, che combinati contribuiscono a velocizzare la crescita del manto erboso. La confezione contiene 2 kg di prodotto da spargere post semina sul prato, ma la quantità è sufficiente per coprire solo 80 mq di terreno. 

Dovrete quindi acquistare altre confezioni se il vostro spazio esterno è più grande. Nel complesso è un prodotto valido ed efficace, che ha riscosso un buon successo nelle vendite. 

Se volete acquistare questo concime per prato online, cliccate sul link che trovate qui sotto. 

 

Pro

Per tappeti erbosi: Un concime ideato specificamente per i tappeti erbosi, ideale nella fase post semina, che ha il compito di trasformare il terreno in un rigoglioso manto erboso. 

Formulazione: Il fertilizzante è composto da azoto, acidi umidi e contiene una buona percentuale di fosforo. Una combinazione ideale per fornire nutrimento al terreno. 

Efficacia: Adatto alla rigenerazione dei tappeti erbosi, è un concime valido che permette la comparsa dell’erba in pochi giorni. 

 

Contro

Area di utilizzo: La confezione contiene 2 kg di fertilizzante, che è sufficiente per coprire una superficie di 80 mq. Se il vostro terreno è più grande, non basterà una sola confezione.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Concime fogliare

 

3. Vebi Concime Idrosolubile N-P-K20-20-20+micro

 

Un fertilizzante fogliare che ha una formulazione ricca di tutte le sostanze più importanti per la nutrizione del terreno. Un prodotto universale, pensato per essere utilizzato in ogni tipo di coltura e in tutte le condizioni. 

Pensato prettamente per i trattamenti di fertirrigazione e per quelli fogliari, è un insieme di micro e macro elementi alla massima concentrazione. Il costo non è tra i più vantaggiosi, ma essendo un concime idrosolubile è pensato per essere diluito e durare abbastanza a lungo.

Il produttore consiglia di usare circa 3-5 g/l di acqua nel caso di trattamenti fogliari, ma per rigenerare terreni poveri, la quantità da usare può raggiungere i 15 g/l di acqua. Se non avete dimestichezza con i fertilizzanti concentrati come questo, basta leggere le istruzioni dettagliate per non sbagliare. 

Se volete sapere dove acquistare il prodotto a un costo competitivo, cliccate sul link che trovate qui sotto. 

 

Pro

Formulazione: Questo concime è composto da importanti micro e macroelementi, ideali per trattamenti fogliari e di fertirrigazione.

Universale: Adatto a ogni condizione e a tutti i tipi di cultura, è totalmente solubile in acqua ed essendo concentrato ne serve davvero poco. 

Efficace: Un fertilizzante che grazie alla sua composizione offre le sostanze nutritive indispensabili per il nutrimento del terreno. 

 

Contro

Costo: Non è il concime più economico in commercio, considerando che la confezione ne contiene solo 5 kg. Detto ciò, è però concentrato e quindi da diluire con acqua. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Concime urea

 

4. Vialca urea concime minerale semplice a base di azoto

 

Facendo una comparazione con le varie tipologie di fertilizzanti e le loro caratteristiche, questo prodotto ci ha colpito per il suo ottimo rapporto qualità/prezzo. La confezione contiene infatti 25 kg di fertilizzante naturale, composto da ben il 46% di azoto, tra i nutrienti fondamentali per i terreni. 

Viene molto apprezzato la sua altissima concentrazione, che lo rende ideale per fornire gli elementi necessari per la rigenerazione del terriccio. Efficace la sua doppia azione, che trasforma i sali ammoniacali in nitrati per favorire un rilascio continuo e graduale dei nutrienti. 

È in forma granulare e facile da usare, ma attenzione a non metterlo su fiori, foglie e fusti, perché l’elevata concentrazione di azoto rischia di ustionarli. Per acquistare questo buon concime naturale a base di urea online a prezzi vantaggiosi, qui sotto trovate il link che vi dirige nel negozio online dove poterlo acquistare.

 

Pro

Costo: Una confezione da 25 kg di concime naturale, ideale per fornire il giusto nutrimento al terriccio dopo la semina. 

Alto contenuto di azoto: Il prodotto è tra i più utilizzati in tutto il mondo, grazie alla sua efficacia, frutto del 46% di azoto che contiene.

Doppia azione: Un fertilizzante che si trasforma in sali ammoniacali e nitrati, per favorire un’azione fertilizzante progressiva e graduale. 

 

Contro

Trattamenti fogliari: Non è un concime ideato per questa tipologia di trattamenti, che necessitano di una minore percentuale di azoto. Tale quantità rischia infatti di provocare ustioni a foglie, fiori e fusti. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Concime per orchidee

 

5. Compo concime liquido per orchidee confezione da 250 ml

 

Quello di Compo è un concime specificatamente realizzato per fornire il giusto nutrimento a uno dei fiori più delicati, e anche più belli, al mondo. Questo fertilizzante per orchidee è liquido e concentrato, deve quindi essere diluito in acqua e, per farlo, basta usare il pratico tappo dosatore che assicura l’utilizzo della quantità corretta. 

Caratterizzato dalla presenza di importanti microelementi e arricchito con guano, ha inoltre una bassa salinità che lo rende ideale per stimolare la fioritura di piante particolarmente delicate. Può essere utilizzato durante tutto l’anno, e grazie alla sua alta concentrazione, ne basta davvero poco per dare nutrimento ai fiori per i quali è stato realizzato. 

Non ci stupisce quindi se questo fertilizzante naturale per orchidea sia tra i più venduti online. 

 

Pro

Composizione: Arricchito di molti microelementi, è anche composto da guano e ha una bassa salinità, che lo rende indicato per le piante più delicate.

Tappo dosatore: Comodissimo il tappo dosatore, che consente di usare la corretta quantità di fertilizzante, senza sbagliare, come riportano i numerosi pareri di chi ha scelto questo concime. 

 

Contro

Solo per orchidea: Questo prodotto è ideato per fornire tutti gli elementi necessari per il nutrimento dell’orchidea, e quindi non è indicato per altri fiori. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Concime per agrumi

 

6. Compo 1521302005 Concime per Agrumi e Piante Mediterranee

 

Se avete una pianta di limoni o di arance nel vostro giardino e desiderate offrirle il miglior nutrimento, questo concime per agrumi e piante mediterranee potrebbe fare al caso vostro. Realizzato per fornire un apporto di nutrienti specifico, è ricco di potassio, zinco e boro, una miscela concertata pensata per assicurare una crescita rigogliosa.

Essendo un concime appositamente creato per una determinata tipologia di arbusti, è meglio evitare di usarlo per altre piante o fiori, e tolto questo dettaglio, sono numerosi i commenti che testimoniano la sua efficacia.

La confezione ne contiene 1 L, da diluire con acqua usando il pratico tappo dosatore incluso. Le istruzioni spiegano cosa fare per evitare di usarne troppo o il contrario. 

Per acquistare questo buon concime a prezzi bassi, qui sotto trovate il link che vi porta nel negozio online dove trovarlo.

 

Pro

Costo: Un litro di concime ad alta concentrazione da diluire in acqua, che vanta un ottimo rapporto qualità/prezzo, motivo per il quale è tra i più venduti. 

Misurino: Il tappo dosatore semplifica l’utilizzo e permette di usare il fertilizzante nella giusta quantità, evitando sprechi. 

Efficacia: Grazie all’alto contenuto di zinco, potassio e boro, questo concime è ideale per fornire gli elementi necessari per le piante mediterranee. 

 

Contro

Non adatto a tutte le piante: Un fertilizzante ideato appositamente per fornire nutrimento alle piante mediterranee, ed è quindi meglio evitare di usarlo universalmente. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Concime per pomodori

 

7. Bioki Orto Bio

 

Un concime naturale destinato alla coltivazione di ortaggi, verdure a foglia larga, pomodori e piante aromatiche. Un prodotto versatile, che grazie alla completa assenza di nitrati, offre una nutrizione sana alle piante, con un rilascio prolungato di essenziali micronutrienti. 

È un concime biologico e vegetale, che compie inoltre un’azione protettiva e migliora la resistenza delle piante: ad alto contenuto di sali minerali e vitamine, è un fertilizzante versatile e sicuro.

Può inoltre essere utilizzato puro, spargendolo direttamente sul terreno, oppure diluito in acqua e usato durante l’irrigazione. Per non sbagliare quantità nella confezione è presente un misurino: basta seguire le istruzioni per il resto.

Forse la quantità nella confezione, ovvero 900 g, non è sufficiente per un orto di vaste dimensioni, ma considerando il costo vantaggioso è tra i concimi naturali più validi ed efficaci in commercio. 

 

Pro

Biologico: Un concime per pomodori completamente naturale, che rigenera il terreno grazie al suo elevato contenuto di azoto, pensato per cedere in modo graduale. 

Versatile: Questo fertilizzante è multifunzione ed è ideato per offrire nutrimento a ortaggi, verdure e piante aromatiche. Inoltre, il misurino incluso nella confezione permette di dosare la quantità da usare nel modo corretto. 

Sicuro: Gli ortaggi a foglia larga tendono ad assorbire grandi quantità di nitrati, che nuocciono alla salute, ma questo concime ne è completamente privo ed è vegetale al 100%. 

 

Contro

Quantità: La confezione contiene circa 900 g di fertilizzante vegetale, che può essere diluito o usato direttamente sul terreno. Non è però abbastanza se avete un orto di grandi dimensioni. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Concime per olivi

 

8. Agribios Fertilolivo concime specifico per la nutrizione bilanciata dell’olivo 

 

Se state cercando un concime per olivi di elevata qualità ed efficacia, questo prodotto potrebbe fare al caso vostro. Grazie alla sua formulazione, garantisce un rilascio graduale delle sostanze nutritive per circa due mesi. Una caratteristica che soddisfa le necessità dell’ulivo, per gli ornamentali ma anche a reddito. 

La confezione contiene 10 kg di fertilizzante, che garantisce una nutrizione bilanciata alle piante ed è sufficiente per fertilizzarne circa 20, di dimensioni medio/piccole. La quantità da utilizzare varia in base alla grandezza dell’ulivo, ma basta seguire le istruzioni per non sbagliare. 

Attenzione però perché è una soluzione creata appositamente per fornire sostanze nutritive specifiche a questa tipologia di piante e non è quindi indicata per le altre. Tolto questo particolare, il suo rapporto qualità/prezzo è ottimo. 

 

Pro

Efficacia: Un fertilizzante di elevata quantità che, grazie alla sua speciale composizione chimica,  rilascia in modo graduale i nutrienti alla pianta per oltre due mesi. 

Composizione: Il prodotto è ricco di sali minerali e sostanze che forniscono una nutrizione bilanciata alle piante di ulivo. 

Quantità: La confezione contiene ben 10 kg di fertilizzante e, considerando che ogni pianta ne necessita di circa 500 g, con questo prodotto si concimano fino a 20 ulivi di medie/piccole dimensioni.

 

Contro

Utilizzo: Non è un fertilizzante universale, ma realizzato appositamente per la crescita e il mantenimento delle piante di ulivo. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida per comprare un buon concime 

 

Scegliere il miglior concime non è facile, perché è importante conoscere quali siano le sostanze nutritive di cui le piante e i fiori hanno bisogno. La natura è molto varia e per non far mancare nulla a ciò che avete piantato, è necessario valutare con attenzione il tipo di nutrienti e in quale quantità siano presenti all’interno del concime.

Un terreno ricco e rigoglioso contiene elevate quantità di azoto, fosforo e potassio: i tre sali minerali indispensabili per la salute delle piante. Insieme a questi nutrienti, troviamo anche il magnesio, il manganese e il ferro.

È quindi la loro presenza e la quantità a determinare la salute generale del terreno e successivamente della pianta. Se quindi vi state chiedendo come scegliere un buon concime, qui sotto trovate tutte le informazioni per garantire alle vostre piante una nutrizione bilanciata.  

Organici o di sintesi?

La prima considerazione da fare riguarda la tipologia di concime: la principale differenza consiste nella loro formulazione, se organica ovvero derivante da sostanze naturali, oppure di sintesi, ovvero chimico e artificiale. 

I fertilizzanti organici sono generalmente realizzati con letame o stallatico, e sono adatti alla rigenerazione del terreno. Offrono un rilascio graduale delle sostanze nutritive e si utilizzano generalmente durante la fase di riposo, in inverno e in autunno.

Sono dei concimi naturali molto utilizzati e diffusi, facili da dosare e disponibili in diverse forme, anche pellettati. I fertilizzanti biologici sono invece la soluzione perfetta per le verdure, gli ortaggi e le piante da frutto del giardino, che producono alimenti da consumare.

La terza categoria è quella dei concimi chimici, prodotti artificialmente e generalmente disponibili sotto forma granulare oppure liquida concertata, da diluire con acqua. 

 

A ogni pianta il suo nutrimento

Come abbiamo accennato nella nostra introduzione, al momento di scegliere il concime è fondamentale tener in considerazione quale tipo di pianta necessita il nutrimento. Se sono annuali, è meglio optare per i fertilizzanti liquidi da diluire in acqua, perché solitamente sono concentrati. 

A questa categoria appartengono i fertilizzanti specifici per le piante da fiore, come ad esempio le mediterranee, le orchidee e le rose. Le piante stagionali sprecano molta più energia rispetto a quelle annuali, soprattutto se vengono coltivate in vaso. 

I fertilizzanti per gardenie, camelie e azalee sono ricchi di microelementi come boro, zinco e rame, mentre è importante che quello per le orchidee, tra le più delicate, sia a basso contenuto salino.

I cactus e tutte le piante succulente hanno invece bisogno di un concime a elevato contenuto di potassio, che le rende resistenti e rafforza fusto e radici. 

 

Meglio liquido o granulare?

Un altro elemento da tenere in considerazione, quando si acquista un fertilizzante, è il tipo di formulazione, se liquida o granulare, ovvero le due tipologie disponibili in commercio. I concimi liquidi sono più semplice da dosare per le piccole quantità, ed è per questa ragione che sono tra i più utilizzati per le piante da vaso. 

Sono generalmente concentrati e quindi devono essere diluiti in acqua. Le confezioni sono provviste di misurini per non sbagliare il dosaggio, e soprattutto perché l’elevata concentrazione di nutrienti rischia di ustionare piante e fogliame.

Lo stesso vale per i fertilizzanti in versione granulare, meno costosi dei precedenti, che sono ideali per orto e giardino, ma attenzione alle dosi. Pensati per offrire nutrimento a aree verdi di certe dimensioni, si possono diluire in acqua oppure essere messi direttamente sul terreno. 

Ci sono anche i concimi granulari a rilancio progressivo, che sono ideali per fornire il nutrimento alle piante che lo necessitano in maniera costante e graduale.

Leggere sempre le istruzioni 

Un’ultima, ma altrettanto importante, considerazione da fare, prima di acquistare un concime, riguarda la lettura e la comprensione delle istruzioni per l’utilizzo. Come accennato nel paragrafo precedente, il rischio maggiore di mettere troppo concime è quello di bruciare la pianta, quindi di rovinarla in modo permanente.

Da un certo punto di vista è meglio mettere meno concime, che troppo. Per mantenere un terreno ricco è quindi bene integrare i nutrienti: ecco perché, se avete uno spazio verde ampio con aree diverse, è meglio usare sempre fertilizzanti differenti, adatti a orto, fiori e arbusti del vostro prato.

 

 

 

Domande frequenti

 

Si può usare la cenere come concime?

Tra i migliori concimi utilizzati in agricoltura biologica troviamo proprio la cenere di legna, utilissima per la crescita di verdure e ortaggi. Se avete quindi un camino o una stufa dalla quale poter prelevare la cenere gratis, ecco che questo metodo fertilizzante diventa a costo zero.

Questo elemento è ricco di fosforo e di potassio, due sali minerali essenziali per apportare il giusto nutrimento al suolo. Una soluzione a impatto zero, completamente organica, che inoltre, grazie al suo elevato contenuto di calcio, contribuisce a ridurre l’acidità del terreno, che lo rende ideale per la crescita delle piante nell’orto domestico. 

 

Qual è il composto di calcio usato come concime?

Il calciocianammide è un composto di calcio che ha il compito di correggere l’acidità del terreno e di fertilizzarlo. Funge anche da diserbante, infatti è un prodotto molto forte che si adatta a diversi tipi di coltura. 

A base di azoto, è molto efficace e potente, ha la capacità di rimuovere le erbe infestanti, ma non può però essere utilizzato durante la fase vegetativa. Per applicarlo è necessario seguire con attenzione le indicazioni fornite dal produttore: è importante indossare indumenti protettivi e fare attenzione perché è un concime di sintesi, creato artificialmente. 

 

Si possono usare i fondi di caffè come concime?

Il caffè è una bevanda ricca di sostanze minerali essenziali per il nutrimento delle piante. Contiene infatti un elevato dosaggio di azoto, potassio, calcio e magnesio, tra i più importanti.  È un ottimo fertilizzante naturale e per utilizzarlo basta spargere i fondi di caffè sul terriccio della pianta. 

È possibile anche conservare i fondi, ma lontano dall’umidità, per evitare la formazione di muffa che li renderebbe inutilizzabili. Un bel contenitore di vetro o dei sacchetti di plastica da chiudere con cura sono la soluzione migliore per conservarli nel modo corretto e usarli come concime per tutto l’anno. 

 

Si può usare il macerato di ortica come concime liquido?

Il macerato di ortica è un altro metodo per fertilizzare naturalmente il terreno, e che si presta a diversi utilizzi. A differenza dei fondi di caffè pronti all’uso, il macerato di ortica deve essere preparato in anticipo per poter essere pronto all’occorrenza.

Può essere utilizzato come concime liquido concentrato da diluire nell’annaffiatoio: se lo mettete nello spruzzino diventa un antiparassitario naturale. È inoltre un ingrediente molto gradito al compost, e favorisce la decomposizione dell’umido. 

Il macerato di ortica è quindi una soluzione versatile, che contiene tante vitamine e minerali che la rendono ideale per fornire il giusto nutrimento e offrire protezione a verdure e ortaggi nell’orto di casa  e alle piante da giardino. 

 

 

 

Cos’è il concime e come si utilizza 

 

Il terreno si può impoverire e può anche perdere la maggioranza delle sostanze nutritive necessarie per favorire la crescita di piante e fiori. Un suolo povero di vitamine e minerali impedisce infatti lo sviluppo normale delle piante. 

Il fertilizzante svolge quindi un ruolo molto importante, e ha il compito di apportare la tipologia e la dose corretta di sostanze nutritive. Le piante a cui mancano i nutrienti sono soggette a malattie e parassiti: lo stesso si può verificare mettendo una quantità troppo elevata di concime. 

Cosa contiene?

In linea di massima, i concimi contengono i tre sali minerali fondamentali per la salute della pianta, che sono azoto, fosforo e potassio. L’azoto è necessario per assicurare una nuova crescita di fusto e foglie, mentre il fosforo aiuta la formazione dei boccioli e ha il compito di rafforzare le radici. Il potassio è invece necessario per rafforzare fiori, frutti e bulbi.

Le piante hanno inoltre bisogno di magnesio e ferro, ma in una quantità più ridotta rispetto agli altri minerali. Proprio per questa ragione i concimi per i tappeti erbosi contengono un elevato contenuto di azoto, mentre quelli per i pomodori e altri ortaggi sono ricchi di magnesio e potassio. 

Inoltre, le lettere N, P, K rappresentano le sigle chimiche di questi minerali, nello specifico Azoto=N, Fosforo=P e Potassio=K. La maggioranza delle piante ornamentali cresce con l’aiuto di un concime universale ricco di nutrienti, da somministrare durante la fase vegetativa. Importante ricordare che ci sono piante che invece hanno bisogno di un nutrimento specifico, come ad esempio rose e orchidee. 

 

I trucchi per una buona concimazione 

Ci sono delle regole da seguire per garantire la massima efficacia dalla concimazione, perché ogni varietà di piante necessita accorgimenti particolari. Per prima cosa, la quantità di nutrienti da usare è proporzionale alla rapidità di crescita della pianta e alle dimensioni delle foglie. 

È meglio apportare nutrimento in modo frequente dosando il concime in piccole quantità, piuttosto di fare il contrario e rischiare di rovinare la salute del suolo e della pianta. È sempre possibile aggiungerlo in un secondo momento.

Sceglietelo in base al tipo di pianta e usatelo durante la fase di crescita attiva, a meno che non venga suggerito altro nelle indicazioni per l’utilizzo. Ricordate che è fondamentale rispettare le dosi e seguire le istruzioni d’uso, usando il concime solo dopo aver inumidito il terreno. 

I fertilizzanti, però, non compiono miracoli, né quelli di sintesi e neppure quelli organici, quindi se una pianta è infestata da parassiti o malata, è necessario trovare la causa altrove.  

Cosa non fare 

Ecco ora una piccola lista di tutto quello da evitare con il processo della concimazione. Per prima cosa non è indicato concimare una pianta appena acquistata, che sicuramente possiede tutti i nutrimenti di cui ha bisogno. Iniziate a usare fertilizzanti solo dopo un paio di mesi. 

Anche le piante giovani che hanno poche radici non devono essere concimate, e lo stesso vale per il periodo vegetativo che comprende l’autunno e l’inverno. Questo ultimo suggerimento non vale per quelle piante che, però, fioriscono durante la stagione invernale. 

 

 

DEJA UN COMENTARIO

2 COMENTARIOS

claudio Bagato

October 19, 2020 at 8:26 pm

ho 10 piante di agrumi volevo sapere che tipo di concime dargli e se va bene anche per le piante di pesco e il periodo se possibile le sigle grazie.

Respuesta
ProjectManager

October 24, 2020 at 4:54 pm

Salve Claudio,

se le piante di agrumi sono ancora giovani allora è consigliabile usare un concime composto da azoto, fosforo e potassio in proporzioni bilanciate a quelle della composizione fisico-chimica del terreno; se sono adulte, invece, è preferibile usare un concime prevalentemente azotato. Anche il pesco ha bisogno di azoto, soprattutto nel periodo che va dalla fioritura fino all’indurimento del nocciolo; in questo caso, quindi, è meglio concimare le piante in autunno con un concime organico, che ha la caratteristica di rilasciare lentamente l’azoto, ed eventualmente compensare con dei concimi azotati a rilascio immediato nel momento in cui ce ne sia bisogno.

Saluti

Team GF

Respuesta