Gli 8 Migliori Tagliaerba A Batteria del 2022

Ultimo aggiornamento: 06.10.22

 

Tagliaerba a Batteria – Consigli d’acquisto, Opinioni e Comparazioni

 

Prendersi cura del proprio giardino presenta un duplice vantaggio: fa bene alla salute e permette di ridurre le spese di manutenzione domestica. Il tagliaerba è uno degli attrezzi più importanti, e per i giardini di piccole dimensioni è consigliabile acquistarne uno a batteria. Nella guida all’acquisto troverete ulteriori informazioni utili per scegliere il modello più adatto alle vostre esigenze, ma intanto potete dare un’occhiata a quelli attualmente più richiesti sul mercato. Tra i più apprezzati spiccano soprattutto il Murray 883266, grazie alla sua eccellente qualità di taglio, e il Greenworks 24V, che si distingue per il costo facilmente accessibile.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 Migliori Tagliaerba A Batteria – Classifica 2022

 

Di seguito potete prendere visione della nostra classifica dei tagliaerba a  batteria più venduti. Per ognuno abbiamo scritto una recensione al fine di mettere in luce pregi e difetti. Trovate anche dei link che vi suggeriscono dove acquistare i vari modelli, ciò non toglie che possiate trovare delle proposte economiche più vantaggiose, ecco perché vi invitiamo a confrontare i prezzi.

 

 

Tagliaerba a batteria professionale

 

1. Murray 883266 Rasaerba 18V agli Ioni di Litio

 

Difficilmente resterete impassibili al design di questo tagliaerba a batteria professionale: aggressivo, coinvolgente. È alimentato da due batterie 18 V da 5Ah. L’autonomia vi permette di lavorare all’incirca 30 forse 35 minuti nella migliore delle ipotesi e secondo noi non è molta, comunque non sufficiente se il giardino è bello grande. Ci riteniamo soddisfatti dall’impugnatura soft grip che ben assorbe le vibrazioni: la presa è molto confortevole. 

Il modello che vi stiamo proponendo ha una ampiezza di taglio pari a 44 cm, tuttavia se avete bisogno di qualcosa di più piccolo, perchè magari il vostro giardino presenta dei punti stretti, è disponibile anche il modello con ampiezza di taglio da 37 cm. Visto che siamo in argomento, la qualità di taglio è buonissima, almeno questa è l’impressione che abbiamo avuto unitamente a quella di diversi consumatori che hanno messo in luce questa dote. 

Le ruote, invece, sono per noi fonte di dubbio, anche perché ci sono più utenti che raccontano di problemi: in particolare è capitato che si siano staccate. Da segnalare, infine, le istruzioni poco chiare.

 

Pro

Design: Non siamo rimasti indifferenti al fascino estetico del Murray: aggressivo e simile a una macchina da corsa. Siamo certi che vi piacerà.

Taglio: Non è solo bello, visto che il tagliaerba Murray è autore di una più che buona qualità di taglio, una caratteristica messa in luce in diverse recensioni.

 

Contro

Ruote: Da rivedere, perché oggetto di non poche critiche mosse dagli utenti: a loro dire sono fragili ed è capitato addirittura che si staccassero.

Manuale: Da migliorare le istruzioni incluse nella confezione: in tanti affermano che queste non sono affatto chiare.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Forbici tagliaerba a batteria

 

2. Greenworks 24V 33cm Rasaerba Senza Fili

 

Il rasaerba a batteria Greenworks 24V è un apparecchio decisamente compatto e leggero, quindi facile da maneggiare anche per gli appassionati di giardinaggio alle prime armi. Oltre al peso contenuto, inoltre, è caratterizzato anche da un design accattivante.

Questo modello è adatto soprattutto per i giardini di piccole dimensioni, infatti è alimentato da una batteria da 2 aH che offre un’autonomia di lavoro di 15 minuti, quanto basta per tagliare l’erba su una superficie di 120 metri quadri; in ogni caso è possibile raddoppiare l’autonomia a 30 minuti e la superficie lavorabile a 240 metri quadrati acquistando la batteria da 4 aH.

L’altezza di taglio è regolabile e il manubrio pieghevole permette di ridurre ulteriormente le dimensioni d’ingombro, in modo da facilitare il rimessaggio. La sua dotazione di accessori include un sacco di raccolta dal volume di 30 litri, la batteria da 2 aH e il relativo caricatore.

 

Pro

Compatto: Pesa solo 10 chilogrammi e le dimensioni d’ingombro, già contenute, possono essere ulteriormente ridotte grazie al manubrio pieghevole, in modo da poterlo conservare anche in piccoli spazi.

Regolabile: L’altezza di taglio può essere regolata su cinque diverse posizioni da un minimo di 20 millimetri fino a un massimo di 60 millimetri, a seconda di quanto spesso e morbido si preferisca il manto erboso.

Facile da usare: Il tagliaerba elettrico a batteria Greenworks 24V arriva già completamente assemblato in tutte le sue parti; basta soltanto inserire la batteria carica e il sacco di raccolta, ed è pronto per essere usato.

 

Contro

Batteria 4 aH: Il Greenworks 24V costa poco, ma la batteria di maggiore potenza ha un prezzo decisamente alto: quasi la metà rispetto a quello del tagliaerba.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Tagliaerba a batteria Stihl

 

3. Stihl 63112000011 Tosaerba RMA 235 in Set con Batteria AK 20

 

Stihl è un marchio decisamente famoso, visto che appartiene a un’azienda tedesca che è leader globale nel settore di produzione di motoseghe, tagliaerba, soffiatori e altre attrezzature per il giardinaggio e la selvicoltura.

Il modello RMA 235 è un tosaerba a batteria progettato apposta per lavorare su piccole superfici, fino a un massimo di 200 metri quadrati; il motore è alimentato da una batteria ricaricabile a ioni di litio AK 20 da 36V e 2,8 aH, fornita in dotazione insieme al caricabatteria AL 101 in una confezione set. L’ampiezza di taglio della lama è di 33 cm e l’altezza è regolabile da un minimo di 25 fino a un massimo di 60 millimetri; la funzione Eco-Modus, inoltre, permette di regolare il regime del motore adattandolo alla potenza effettivamente necessaria, in modo da ottimizzare il consumo della batteria e gestire una maggiore superficie di lavoro prima di doverla ricaricare nuovamente.

 

Pro

Compatto: Nonostante sia caratterizzato da un peso leggermente superiore alla media standard, le sue dimensioni sono compatte e lo rendono decisamente maneggevole; la stegola regolabile, inoltre, incrementa il comfort d’uso.

Eco-Modus: Quando questa funzione viene attivata, il motore regola la propria velocità in base all’effettiva potenza necessaria per il taglio, di conseguenza la batteria dura più a lungo e permette di lavorare su una superficie più ampia.

Scocca in polimero: Il materiale utilizzato per realizzare la scocca del tagliaerba a batteria Stihl è leggero, ma allo stesso tempo robusto e resistente anche ai raggi UV e alle fonti di calore.

 

Contro

Rumoroso: L’unica pecca del tagliaerba Stihl è la sua rumorosità; la pressione acustica, infatti, raggiunge gli 87,9 decibel con una potenza sonora garantita di 89 decibel.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Tagliaerba a batteria Einhell

 

4. Einhell 3413130 Kit Tagliaerba A Batteria Ge-Cm, 43 Li M

 

Al quarto posto della nostra classifica troviamo una confezione kit caratterizzata da un eccellente rapporto qualità-prezzo. L’articolo Einhell 3413130, infatti, è costituito da una confezione che include il tagliaerba GE-CM 43 Li M, il tagliasiepi GE-CH 1855/1 Li Solo, due batterie Power X-Change da 18V e due caricabatterie rapidi, in modo da poter estendere l’autonomia di un singolo attrezzo oppure alimentarli contemporaneamente per usarli in maniera indipendente.

Il tagliaerba è progettato per lavorare superfici fino a 600 metri quadrati, quindi è ideale per coloro che possiedono giardini di medie dimensioni; l’ulteriore vantaggio del tagliaerba Einhell è quello di possedere un accessorio a cuneo che permette di sminuzzare più finemente l’erba e distribuirla sul prato, in modo da eseguire il mulching ed eliminare il fastidio di dover smaltire gli scarti di lavorazione.

L’unica pecca, tra l’altro tipica degli attrezzi prodotti da Einhell, sono i materiali di fabbricazione dalla scarsa resistenza.

 

Pro

Confezione Set: A parte il tagliaerba a batteria, questo set Einhell include anche un tagliasiepi a batteria, quindi nella confezione ci sono ben due attrezzature per il giardinaggio invece di una soltanto.

Doppia batteria: Anche le batterie in dotazione sono due, e siccome appartengono alla linea Power X-Change sono intercambiabili e possono essere usate sia con il tagliasiepi sia con il tagliaerba.

Prestazioni: Il tagliaerba è progettato per lavorare su aree discretamente ampie, fino a un massimo di 600 metri quadrati, inoltre è predisposto per eseguire il mulching ed eliminare il problema di dover smaltire i residui di taglio.

 

Contro

Materiali: I materiali plastici usati per la fabbricazione della scocca e delle ruote sono di qualità mediocre, quindi poco resistenti all’usura del tempo e agli urti.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Tagliaerba a batteria Makita

 

5. Makita DLM380PM2 – Rasaerba elettrico a batteria 4 Ah

 

Il tagliaerba elettrico prodotto dalla ditta giapponese Makita si distingue soprattutto per la sua elevata potenza, infatti è azionato da ben due batterie al litio da 36 V e 4 aH, ed è in grado di gestire superfici fino a una dimensione massima di 450 metri quadrati con una singola carica.

Le sue prestazioni superiori sono dovute anche alla maggiore larghezza di taglio, che raggiunge i 38 centimetri; l’altezza di taglio, invece, può essere regolata da 25 a 75 millimetri. L’apparecchio è dotato anche del cesto di raccolta per i residui di taglio; il manico è regolabile e anche ripiegabile, in modo da facilitare sia l’uso sia il rimessaggio. Dal punto di vista dei materiali di fabbricazione e delle prestazioni, quindi, il tagliaerba Makita è un prodotto di alta qualità, di conseguenza è caratterizzato da un prezzo altrettanto alto. L’unica pecca è la rumorosità: ben 94 decibel di emissione sonora.

 

Pro

Qualità Makita: La ditta giapponese Makita è famosa per l’alta qualità degli elettroutensili e delle attrezzature che produce. Il tagliaerba DLM380PM2 è realizzato con materiali resistenti ed è ben assemblato, fatto per durare nel tempo.

Maneggevole: A parte le dimensioni compatte, che lo rendono facile da spingere, il manico può essere regolato in altezza in modo da adattarsi alla statura dell’operatore e incrementare così il comfort d’uso.

Prestazioni: A differenza degli altri modelli esaminati nel nostro articolo, il tagliaerba Makita ha una maggiore larghezza di taglio il che lo rende più efficiente e gli permette di gestire superfici più ampie in minor tempo.

 

Contro

Rumore: L’elevata potenza del motore, alimentato da due batterie da 36V 4.0 aH, corrisponde purtroppo a un’emissione sonora di ben 94 decibel.

 

 

 

 

Tagliaerba a batteria Worx

 

6. Worx WG779E.1 Tosaerba a Batteria 40V

 

Il tagliaerba a batteria Worx ha una ampiezza di taglio da 34 cm. Secondo il produttore è indicato per prati di metratura massima do 460 mq, tuttavia diversi utenti ritengono che l’autonomia della batteria è tale da durare il tempo sufficiente a completare il lavoro per un prato da 200 mq. 

Il tagliaerba ha la tecnologia Intellicut grazie alla quale la potenza è dosata in base all’altezza e alla consistenza dell’erba. Segnaliamo che la macchina va in difficoltà se l’erba è alta e avverte la fatica dopo gli 8 cm circa. 

L’altezza del taglio si seleziona con la regolazione centrale e va dai 20 ai 70 mm. Il tagliaerba fa un buon lavoro anche ai bordi. L’impugnatura, quando il tagliaerba non serve più, si ripiega. La scocca è interamente di plastica ma sembra resistente.

 

Pro

Intellicut: Si tratta di una tecnologia grazie alla quale la potenza è gestita a seconda dell’altezza e della consistenza dell’erba.

Bordi: Il tagliaerba è autore di un buon lavoro anche in corrispondenza dei bordi, una zona molto spessa critica per macchine del genere.

 

Contro

Autonomia batterie: Stando alle dichiarazioni del produttore il tagliaerba è indicato per prati fino a 460 mq, tuttavia l’autonomia consente di falciare al massimo 200 mq, stando alle dichiarazioni degli utenti.

Erba alta: Il tagliaerba va eccessivamente sotto sforzo quando l’erba è alta sugli 8 cm in poi: insistere potrebbe pregiudicare il motore.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Tagliaerba a batteria Bosch

 

7. Bosch UniversalRotak 36-550 Rasaerba elettrico a Batteria 4h

 

Un tagliaerba a batteria senza filo questo di Bosch, che può rivoluzionare il vostro modo di sistemare il prato con le sue funzioni. Si tratta di un modello a spinta, con caricabatterie e batteria da 36V agli ioni di litio, oltre a una rumorosità molto ridotta, che convincerà chi ha le orecchie molto sensibili.

La lama in acciaio da 38 cm può farvi sfruttare due sistemi di taglio e raccolta nel sacco ad aggancio rapido da 40 L. Le altezze invece sono sei e sono tutte regolabili da 25 a 70 mm, così da tagliare il prato in base alle vostre esigenze.

Di particolare rilievo il manubrio, con interruttore di accensione, comandi, ma soprattutto impugnatura di tipo Ergoflex, che non fa affaticare le braccia e il collo durante il lavoro. Unico neo, dato che non si tratta di un tagliaerba a batteria Lidl, ha un costo abbastanza alto.

 

Pro

Senza filo: Caratterizzato da una batteria e un caricatore, può contare su 36V e sulla qualità del litio per garantire una lunga durata al sistema di taglio.

Regolabile: Potrete gestire autonomamente i due sistemi di taglio e anche le altezze, dai 25 ai 70 mm in tutto.

Manubrio: Ergonomico, garantisce di non affaticare collo e braccia durante l’operazione di taglio.

 

Contro

Costo: Se siete alla ricerca del modello più conveniente, non è questo ciò su cui fare affidamento. 

 

 

 

 

 

Tagliaerba a batteria Black & Decker 

 

8. Black & Decker BCMW33184L2-QW Rasaerba Elettrico a Batteria 4h

 

Ideale per giardini di piccole dimensioni, questo modello di Black & Decker va bene su terreni di massimo 500 mq e ha due batterie, una da 18V e una da 4.0Ah. I sistemi di taglio disponibili sono tre, inoltre potrete sfruttare il sistema mulching e la raccolta diretta nel cesto posto sul retro.

Il motore è a batteria e arriva provvisto del caricatore apposito, che permette di averlo sempre a disposizione. L’altezza di taglio è regolabile con l’apposita leva e ne ha cinque differenti, dai 25 ai 65 mm.

La lama è in acciaio e misura 33 cm, mentre il tagliaerba ha una scocca in plastica pari a 36 cm di larghezza, per tutelare i componenti interni. Se siete però alla ricerca del miglior tagliaerba a batteria professionale, dovrete optare per un modello un po’ più complesso e caro.

 

Pro

Due batterie: Questo modello ne ha a disposizione due, una da 18V e una da 4.0Ah, per sopperire a tutte le vostre necessità.

Altezza di taglio: Ce ne sono cinque regolabili, dai 25 ai 65 mm, per cui non avrete problemi a gestire la macchina in base al taglio che volete eseguire.

Costo: Il prezzo di vendita è decisamente contenuto, dedicato a chi vuole eseguire lavori buoni ma senza avere un budget alto a disposizione.

 

Contro

Per superfici medio/piccole: Non può andare oltre i 500 mq, quindi dovrete optare per altro se avete un giardino più grande.

 

 

 

 

 

Accessori

 

Stiga SGM 72 AE – Forbice a batteria per erba

 

La SGM 72 AE è un accessorio che non può assolutamente mancare agli appassionati di giardinaggio più esigenti. Si tratta infatti di una forbice tagliaerba a batteria, ovvero di un elettroutensile progettato apposta per la finitura del manto erboso nei punti impossibili da raggiungere con un normale tagliaerba: i bordi e le siepi. 

La forbice SGM 72 AE è prodotta dalla ditta Stiga ed è dotata di due lame, una da 8 centimetri di lunghezza da usare per la finitura dei bordi del prato e una da 18 centimetri, per la manutenzione e il taglio delle siepi domestiche. La batteria da 2,5 aH è integrata direttamente nella forbice e può essere ricaricata tramite l’apposito cavo con adattatore fornito in dotazione.

 

 

 

 

Guida per comprare un tagliaerba a batteria

 

Come avrete modo di notare voi stessi, per quanto riguarda i migliori tagliaerba a batteria del 2022 ci sono tantissime offerte sul mercato. Per agevolare il vostro acquisto, abbiamo pensato di fare una comparazione non solo tra i modelli della migliore marca ma anche con quelli di produttori meno famosi perché è nostra convinzione che se molto spesso affidarsi a un brand riconosciuto è stimato dia determinate garanzie, non significa che comprando un nuovo tosaerba più economico di un produttore poco conosciuto significhi fare un cattivo affare. 

In fin dei conti il miglior tagliaerba a batteria deve innanzitutto rispondere alle vostre specifiche esigenze. Inoltre c’è da capire se è davvero di un modello a batterie che avete bisogno. Se avete dubbi in merito, vi aiuteremo a risolverli nel corso della nostra guida illustrandovi le varie possibilità a vostra disposizione. Siamo certi che arrivati in fondo alla pagina avrete le idee chiare su quale tagliaerba a batteria comprare o magari virare su uno con motore a scoppio tra quelli venduti online.

Per i piccoli giardini

Prima di preoccuparvi di come scegliere un buon tagliaerba a batteria, chiedetevi se è effettivamente ciò di cui avete bisogno. Una indicazione importante vi arriva dal vostro giardino, o meglio, dalle sue dimensioni. Se troppo grande, infatti, l’autonomia della batteria potrebbe essere insufficiente e di conseguenza dovreste interrompere il lavoro. 

Dunque, prima cosa valutate la metratura del vostro prato, confrontatela con le specifiche del modello che vi piace e verificate per quanto metri quadrati è indicato, ma prendete anche un terzo dato da incrociare con i primi due, ovvero, l’autonomia delle batterie. A tale scopo leggete i pareri espressi in rete da altri consumatori come voi che magari hanno comprato proprio quel modello e se proprio non trovate informazioni, sfruttate l’interessante funzione che offre Amazon e ponete una domanda in merito. Ad ogni modo, se è vostra ferma volontà comprare un tagliaerba elettrico, sappiate che ci sono anche modelli con il cavo che, però, per ovvie ragioni limitano la libertà di movimento.

 

Tagliaerba con motore a scoppio

Non escludete a priori la possibilità di comprare un tagliaerba con motore a scoppio, soprattutto se il vostro giardino è grandicello. Certo, uno elettrico si trova in vendita a prezzi bassi rispetto a quelli con alimentazione a carburante però sono più performanti, hanno maggior potenza.

Dei lati poco vantaggiosi ci sono, non lo neghiamo. Sono rumorosi, richiedono molta più manutenzione, spesso la combustione del carburante è fonte di cattivo odore, inquinano dovete avere sempre a disposizione carburante ed olio, magari un vicino zelante potrebbe lamentarsi e dar via a una discussione di cui fareste volentieri a meno.

 

Il tagliaerba manuale

Ci sono casi in cui dove il tagliaerba a batteria o quello con motore a scoppio sono eccessivi. Se siete proprietari di un giardino molto piccolo, è probabile che la soluzione migliore sia rappresentata dal tagliaerba manuale: comodo da maneggiare, anche in punti molto stretti, leggero e per nulla ingombrante, senza contare il fatto che un articolo del genere costa poco. Praticamente non c’è manutenzione da fare e non inquina.Vero è che se c’è il raccoglitore, questo è piccolo ma dopotutto se avete scelto questo modello è perché di prato da falciare non ce n’è tanto.

 

Ci pensa il robot

Non è un mistero: falciare il prato è un compito noioso che molti tendono a rimandare, molto spesso oltre il dovuto con la conseguenza che l’erba diventa troppo alta, cosa che rende più difficoltoso rasarla.

La pigrizia è una delle ragioni che spiegano perché i robot tagliaerba sono sempre più venduti. Ne esistono diversi modelli che differiscono per funzioni e costo. Alcuni, ad esempio, richiedono l’impiego di un filo perimetrale per delimitare l’area di lavoro; altri sono totalmente programmabili e persino gestibili da remoto con lo smartphone, sanno quando mettersi all’opera e allo scaricarsi delle batterie tornano da soli alla postazione di ricarica.

 

 

Il trattorino

Per gli spazi verdi davvero grandi, non c’è niente di meglio del trattorino che, diciamocela tutta, fa diventare il lavoro più divertente. Un mezzo del genere, permette di velocizzare incredibilmente il lavoro e svolgerlo anche quando non c’è la luce diurna perché molti modelli sono provvisti di fari proprio per far fronte a una evenienza del genere. Si tratta comunque di un mezzo adatto più ad esigenze professionali, anche perché non costa poco. Tuttavia se avete una villa con un grandissimo giardino potreste valutare di semplificare il compito del vostro giardiniere con un trattorino.

 

 

 

Domande frequenti

 

Come funziona il tagliaerba a batteria?

Sull’albero motore del tagliaerba c’è una lama fulcrata al centro, questa è rotante. Le estremità della lama sono affilate. Queste estremità, la cui affilatura si estende per qualche centimetro, tagliano l’erba. Il coltello è sagomato in modo tale che quando gira aspira l’erba tagliata. Questa finisce in un cestello raccoglitore o scaricata nuovamente sul prato.

 

Quanto dura l’autonomia di un tagliaerba?

Questo dipende dai casi. Bisogna considerare che ci sono modelli dotati di sistemi che permettono di gestire la potenza a seconda delle necessità e questo permette sicuramente di risparmiare la carica della batteria poiché il tagliaerba impiega soltanto la forza necessaria al taglio. Ciò detto le informazioni sull’autonomia sono riportate nelle specifiche di ciascun modello.

 

Quando compro un tagliaerba, batteria e caricabatteria sono compresi?

Non sempre, dipende dal modello che si compra e non sono pochi i casi in cui le batterie e il caricatore debbano essere acquistati separatamente, capita soprattutto con le marche più note. 

 

La batteria originale costa troppo, ne esistono di compatibili?

Sì, in molti casi è possibile comprare batterie compatibili invece di quelle originali. Basta solo verificare i modelli con i quali la batteria funzione. Queste informazioni sono reperibili sulla confezione o sul sito del produttore della batteria.

 

Cos’è un tagliaerba 3 in 1?

Un tagliaerba 3 in 1, oltre a raccogliere l’erba nel cesto posteriore, ha lo scarico laterale per riversare l’erba appena tagliata sul prato, e la funzione mulching, ovvero, sminuzza l’erba che depositandosi sul suolo funge da fertilizzante organico.

 

 

 

Come utilizzare un tagliaerba a batteria

 

Spaventati dal non essere in grado di usare correttamente il tagliaerba a batteria? Non abbiate timore perché non è una macchina complicata e può essere usata correttamente da chiunque (naturalmente i bambini sono esclusi). Non ci credete? Ve lo dimostriamo subito.

 

 

Mettete in carica le batterie

Salvo diverse indicazioni, le batterie devono essere messe in carica prima dell’utilizzo. Ciò è dovuto al fatto che hanno una carica minima, non sufficiente a tosare tutto il prato (nella maggior parte dei casi). Collegate il caricabatteria alla presa della corrente e attendete il tempo necessario alla ricarica che trovate indicato nel libretto delle istruzioni.

 

L’altezza di taglio

In genere c’è una leva che serve a regolare l’altezza di taglio, il numero dei livelli varia da modello a modello ma ricordatevi di verificare a quanti centimetri corrisponde ciascuno, al fine di essere certi di ottenere l’altezza desiderata.

 

Attenzione all’erba troppo alta

L’erba eccessivamente alta è nemica del tagliaerba a batteria. Questa potrebbe far sforzare troppo il motore che non ha la stessa potenza di uno a scoppio e potrebbe danneggiarsi. Oltretutto se l’altezza dell’erba è eccessiva, potrebbe incastrarsi tra le lame e bloccare la macchina.

 

Quando va tosato ll prato?

Al fine di consentire al prato di preservare una buona massa fogliare, l’erba va falciata all’incirca ogni 14 giorni. Ad ogni modo chi ne sente l’esigenza, può anche dimezzare i tempi da una tosatura all’altra. Il tagliaerba andrebbe usato al pomeriggio, quando la rugiada è evaporata. Eseguire la prima rasatura dell’anno a marzo. In estate cercate di attenervi alle due settimane di pausa tra un taglio e l’altro poiché l’erba è indebolita dal caldo. A settembre potete ridurre l’intervallo di tempo mentre l’ultima rasatura andrebbe fatta a ottobre.

 

 

Pulite il tosaerba 

La pulizia del tosaerba è importante e va fatta dopo ogni utilizzo per rimuovere l’erba e il terreno che si accumula. Eseguire questa operazione previene eventuali danni alla macchina. La pulizia va fatta con il tagliaerba spento e indossando dei guanti protettivi; i residui, infatti, vanno rimossi manualmente. IL raccoglitore può essere lavato con acqua corrente e messo ad asciugare.

 

 

Come funziona e come accendere il tagliaerba a scoppio

 

Conosciamo gli aspetti più importanti del tagliaerba a scoppio, senza dimenticare l’importanza fondamentale della manutenzione.

 

Il tagliaerba è un attrezzo indispensabile per la cura del prato. Come noto l’erba va rasata ma senza esagerare, soprattutto in estate. Ci sono diverse alternative a disposizione degli appassionati di giardinaggio, si va dai modelli elettrici con cavo per passare a quelli a batteria (senza dimenticare i robot) e per finire, il tagliaerba con motore a scoppio più venduto. I rasaerba si distinguono per potenza, per essere a spinta o semoventi, con taglio semplice, mulching o polverizzante. Insomma, come avrete capito è un mondo abbastanza vasto.

 

Il funzionamento

Sostanzialmente, il principio di funzionamento è lo stesso, vediamolo. All’albero motore è avvitata una lama rotante. Questa è fulcrata al centro e affilata alle estremità. L’affilatura, come si può intuire, è necessaria per tagliare l’erba. La rotazione del coltello sagomato crea un effetto aspirante in modo da convogliare l’erba in un cestello raccoglitore. 

Nel caso di un tagliaerba con funzione mulching, l’erba non è convogliata in un raccoglitore ma resta sospesa all’interno della calotta e sminuzzata per poi essere rilasciata sul terreno, concimando. Importante, in questo caso particolare, che l’erba non sia superiore ai 7 o 8 centimetri perché altrimenti viene sminuzzata grossolanamente e si finisce con l’avere più danni che benefici per il prato poiché restando depositata sull’erba, senza riuscire a venire a contatto con il terreno, non solo non funge adeguatamente da fertilizzante ma rischia di “soffocare” il prato. 

Una versione migliorata del taglio mulching è quello detto polverizzante. In questo caso abbiamo un tagliaerba con calotta più alta e le lame che creano un vortice cosicché l’erba resta sospesa per maggior tempo e viene ridotta in granuli. Questi granuli di erba, essendo molto piccoli, non si depositano sul prato ma arrivano direttamente a contatto con il terreno intrufolandosi senza fatica tra i fili d’erba. Questo processo è possibile anche quando l’erba è parecchio alta. 

Quanto alla trazione, come detto in precedenza, può essere a spinta o semovente. La prima, lo dice la parola stessa, significa che è l’utente a dover esercitare una forza per far muovere il tagliaerba. Il rasaerba semovente, invece, ha un sistema di trazione sulle ruote posteriori e hanno anche due o tre marce. Può essere presente, inoltre, un acceleratore.

 

L’accensione

Dopo aver capito il funzionamento è tempo di spiegare la fase di accensione. Premessa importante, in caso di motore nuovo ricordate che oltre al carburante dovete rifornire anche il serbatoio dell’olio. Quanto all’avviamento ci sono due modalità. La prima è per il motore freddo mentre la seconda è per il motore caldo. 

Con quello freddo, se presente, aprite il rubinetto della benzina quindi posizionate il comando del gas sul simbolo dell’aria chiusa. Sul manubrio c’è la leva di sicurezza, va tirata, quindi date uno o più strappi di corda affinché non si avvia il motore. Attendete qualche istante e   deselezionate il comando del gas dal simbolo dell’aria. 

Adesso vediamo come ci si comporta quando il motore è caldo. Questa volta la leva del gas non va sul simbolo dell’aria ma va sempre tirata quella di sicurezza, quindi la corda per l’accensione.

 

La manutenzione

Sappiate che il tagliaerba a scoppio richiede un bel po’ di manutenzione, non farla vuol dire sicuri malfunzionamenti e, nella peggiore delle ipotesi, anche la rottura dell’apparecchio. Vediamo quali sono le operazioni principali da eseguire. Cominciamo con la pulizia del filtro: il suo stato andrebbe verificato ogni dieci ore di utilizzo del tagliaerba. Ci sono due tipi di filtro: a cartuccia oppure spugnoso. Il primo va pulito con aria compressa, quello spugnoso può essere lavato con acqua corrente. 

Di vitale importanza è il controllo dell’olio. Mettete il tosaerba su una superficie piana e con la classica asticella controllate il livello. Ricordate che se il tagliaerba è rimasto inattivo per alcuni mesi è bene cambiare l’olio. Un discorso analogo va fatto per la benzina, mai usare quella vecchia. Il carburante che resta alcuni mesi nel serbatoio è inservibile. Svuotate il serbatoio e mettete in moto il tagliaerba per eliminare eventuali residui di benzina. 

Molto spesso i problemi di malfunzionamento del tagliaerba sono riconducibili alla candela, questa deve essere pulita. A motore freddo staccare la pipetta ed eseguite la pulizia con uno straccio. Nel caso in cui gli elettrodi siano consumati, la candela va cambiata.

 

 

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

 

Stiga Combi 43 AE Rasaerba Elettrico a Batteria

 

Questo tagliaerba è adatto per giardini grandi fino a 500 mq. È alimentato a batteria dunque è molto silenzioso e non inquina. La larghezza di taglio è di 41 cm mentre l’altezza si può regolare secondo cinque posizioni da 27 a 80 mm. Per la regolazione basta azionare la leva che si trova sulla ruota. 

Ha un raccoglitore da 60 litri ma anche la funzione taglio mulching. Potete tenere lo stato della batteria sempre sotto controllo grazie all’indicatore a led. Batteria e caricabatteria li trovate nella confezione. Ottime le leve dei comandi, ergonomiche e semplici da usare. 

C’è tanta soddisfazione per la qualità dei materiali: è tutto molto robusto anche se ciò comporta una certa pesantezza che può far stancare e limitare un po’ la manovrabilità del tagliaerba. L’assemblaggio richiede pochi minuti e subito dopo si può cominciare a falciare il prato.

 

Pro

Mulching: Non solo la qualità del taglio è molto buona ma il tagliaerba ha anche la funzione mulching grazie alla quale l’erba viene sminuzzata evitando il fastidio di raccoglierla, senza contare i benefici per il terreno.

Robusto: È una macchina da apprezzare anche per la sua considerevole solidità, qualità conferitagli dalla scelta di buoni materiali.

Capienza: Se proprio non volete usare la funzione mulching, approfittate dell’ampio raccoglitore che ha una capacità da 60 litri.

 

Contro

Non è leggero: È un po’ pesante e questo incide un po’ sulla manovrabilità; inoltre a lungo andare ci si potrebbe affaticare.

 

 

STIGA SLM 4048 AE Rasaerba Elettrico a Batteria 

 

Se avete un giardino grande fino a 500 metri ma assolutamente non volete usare un tagliaerba con motore a scoppio, questo modello Stiga fa per voi. Ha un’alimentazione a batteria da 48 V, è leggero e molto maneggevole, oltre che silenzioso. 

Il sacco di raccolta è da 40 L ma chi preferisce può convertirlo in mulching così da non doversi preoccupare di smaltire l’erba tagliata. L’ampiezza di taglio del tagliaerba a batteria Stiga è di 38 cm, forse un po’ poco per un apparecchio adatto per terreni da 500 mq. Il manico regolabile in altezza; è comodo da impugnare ed ospita i doppi comandi. 

La regolazione dell’altezza di taglio è centralizzata: sono disponibili sei livelli, da 25 a 75 mm. Le batterie, elogiate dai consumatori per la loro autonomia, sono da 5 Ah e sono incluse così come il caricatore.

 

Pro

Funzione mulching: Il tagliaerba è dotato della funzione mulching; in questo modo non solo farete bene al vostro prato ma eviterete anche di preoccuparvi come smaltire l’erba.

Autonomia batterie: I clienti hanno espresso il loro favore sull’autonomia delle batterie segnalandola come una delle migliori caratteristiche del tagliaerba.

 

Contro

Ampiezza di taglio: Considerato che si tratta di un tagliaerba che potenzialmente può rasare una superficie da 500 mq, l’ampiezza di taglio è poca.

Non economico: Rispetto ad altri tagliaerba a batteria, lo Stiga è abbastanza costoso: il suo prezzo potrebbe essere un deterrente all’acquisto.

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

 

 

DEJA UN COMENTARIO

0 COMENTARIOS