I 5 Migliori Igrometri del 2022

Ultimo aggiornamento: 06.10.22

 

Igrometro – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni

 

Scoprite a cosa serve un igrometro e quali sono le sue caratteristiche e funzioni principali. Date anche un’occhiata ai due modelli che hanno scalato la vetta della nostra classifica: XLUX T10 Bodentester rileva i livelli di umidità del suolo per garantire il giusto apporto idrico a piante e colture, mentre il Sonkir ‎Soil Tester è un pHmetro che permette di misurare anche il grado di acidità o alcalinità del terreno, in modo da apportare tutte le correzioni necessarie a creare un ambiente di coltivazione ottimale.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Guida all’acquisto – Come scegliere il miglior igrometro?

 

Se cerchi maggiori chiarimenti sulle caratteristiche di un igrometro per scegliere il modello più adatto a te sei nel posto giusto. Nella nostra guida puoi trovare non solo utili indicazioni ma anche la classifica di quelli che sono per noi i migliori strumenti sul mercato attualmente. Non ti resta che scoprire quali sono.

A cosa serve

A cosa può servirti un igrometro? A misurare l’umidità relativa dell’aria. Questo dato potrebbe esserti utile in diverse occasioni: per esempio, se a casa avverti un odore che non ti convince oppure credi che gli ambienti siano troppo umidi, uno strumento del genere potrebbe aiutarti a capire quando arieggiare o regolare diversamente la caldaia. In questo modo potresti prevenire più efficacemente la formazione della muffa e non intervenire quando ormai è troppo tardi con maggiore dispendio di tempo, fatica e denaro.

Se sei un appassionato di sigari, saprai che è molto importante conservarli nelle migliori condizioni possibili, mantenendo sempre una certa umidità, in modo che rimangano integri più a lungo. Tenere l’umidità sotto controllo è ancora più importante in un museo, in un archivio e in qualsiasi luogo in cui si conservano quadri o libri antichi e di valore, ma anche in magazzini e serre.

Per quanto riguarda la salute dell’uomo, un ambiente troppo secco con un’umidità inferiore al 20% può causare problemi alle mucose, alle vie respiratorie, infiammazione e difficoltà a respirare. Per le persone soggette a queste patologie, l’igrometro potrebbe rappresentare un valido aiuto.

Se, invece, sei interessato a conoscere l’umidità relativa al di fuori dell’abitazione perché, per esempio, vuoi cominciare una determinata coltivazione, dovrai acquistare uno strumento per esterni impermeabile e in grado di resistere agli agenti atmosferici. Potrebbe avere un prezzo di poco superiore ma è l’unico che può fare al caso tuo.

 

Funzioni

Chi confronta prezzi e performance dei vari modelli avrà notato che i più apprezzati dagli utenti sono quelli in grado di rilevare contemporaneamente anche la temperatura. In questo caso si parla, più correttamente, di termoigrometri che non hanno un costo superiore ai semplici igrometri come potrai renderti conto tu stesso leggendo la recensione dei modelli che trovi in basso.

Per avere un quadro più completo dei valori misurati, potresti preferire quei modelli che indicano non solo umidità relativa e temperatura, ma anche valori massimi e minimi di entrambe e che sono in grado di memorizzarli.

Se intendi utilizzare l’igrometro solamente a casa, non dovresti avere problemi con l’intervallo di misurazione ma, se ti serve per motivi professionali, potresti aver bisogno di un range particolarmente ampio che vada, per esempio, da -30 °C a 70 °C per la temperatura e da 5% a 98% per l’umidità relativa.

Un utilizzo di tipo professionale implica, probabilmente, anche una maggiore precisione necessaria e, quindi, la migliore marca di igrometri potrebbe essere, in questo caso, quella con una tolleranza vicina allo zero.

 

 

A capello

Un particolare tipo di igrometro al quale potresti essere interessato è quello “a capello”. Si tratta di una definizione letterale perché il funzionamento è proprio basato sulla reazione di un capello umano o di un ciuffo di capelli che si allungano o si accorciano naturalmente in base al variare dell’umidità.

È uno strumento analogico e non ha il display che dopo qualche minuto si spegne per risparmiare la batteria. Può essere, quindi, tenuto appeso alla parete come un orologio in modo da indicare costantemente la misura dell’umidità (non anche della temperatura). Spesso il design è più ricercato e anche i materiali che compongono la scocca sono più resistenti e ne permettono un utilizzo all’esterno.

 

I 5 Migliori Igrometri – Classifica 2022

 

Dopo aver passato in rassegna le caratteristiche che contraddistinguono questi dispositivi, ti invitiamo adesso a dare un’occhiata ai nostri consigli d’acquisto su quale igrometro comprare. Si tratta dei modelli che ci hanno colpito più degli altri per le prestazioni offerte in rapporto al prezzo di vendita. Scopri quali sono.

 

 

1. XLUX Igrometro per Giardinaggio T10 Bodentester

 

Uno dei migliori igrometri del 2022 tra tutti quelli venduti online è sicuramente il Bodentester T10 di XLUX, ideale per giardinieri e coltivatori alle prime armi perché molto semplice e facile da usare.

Si tratta, infatti, di un igrometro analogico dal prezzo particolarmente accessibile ma che mantiene uno standard di qualità molto alto, ponendosi come ottima alternativa d’acquisto per chi vuole risparmiare sulla spesa ma non sulla resa.

Oltre a essere il modello più economico tra tutti quelli che abbiamo sottoposto a comparazione, si è dimostrato molto affidabile e preciso nelle misurazioni, rilevando l’umidità del terreno con un margine di errore del ± 1%.

Un valore così basso significa che le rilevazioni effettuate possono differire dalla realtà solamente di un punto percentuale e che i valori mostrati sull’ampio display analogico sono estremamente attendibili.

Per misurare con precisione la tensione idrica del suolo basta inserire la sonda a circa 5-10 cm di profondità nel terreno, raggiungendo il livello delle radici, e attendere una manciata di minuti per ottenere il risultato del test.

 

Pro

Semplice da usare: Il funzionamento è semplicissimo perché tutto quello che bisogna fare è infilare la sonda nel terreno, in prossimità delle radici delle piante, e aspettare che la lancetta del display indichi il dato rilevato.

Senza batterie: Un altro valore aggiunto è che il misuratore non necessita di batterie, in quanto dotato di una sonda che a contatto con il terreno genera l’energia necessaria per effettuare le misurazioni.

Economico: Il prezzo è molto conveniente, soprattutto se si considera che si tratta di uno strumento abbastanza preciso e realizzato con materiali di buona qualità.

 

Contro

Una sola funzione: Il modello misura solo il contenuto idrico del suolo, quindi non può essere usato per rilevare altri valori, come il pH e la temperatura del substrato.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

2. Sonkir pHmetro del Suolo ‎Soil Tester

 

Se oltre all’umidità volete misurare anche la temperatura e il grado di alcalinità del terreno per apportare le correzioni necessarie a creare un ambiente di coltivazione favorevole alla crescita e allo sviluppo delle vostre piante, la proposta su cui puntare è sicuramente quella di Sonkir, che oggi ci propone un igrometro professionale a un prezzo davvero conveniente.

Il principio di funzionamento è lo stesso del modello precedente, con la sola differenza che dopo aver infilato la sonda nel terreno bisogna spostare l’interruttore sul parametro che si desidera rilevare, dopodiché occorreranno soltanto due minuti per ottenere la misurazione sul display.

Anche in questo caso non sono necessarie batterie, quindi non dovrete preoccuparvi di rimanere senza energia in caso di utilizzi frequenti, potendo contare su un design estremamente compatto e maneggevole che ne favorisce l’uso in mobilità.

Nel complesso è un misuratore di grande precisione e qualità, ma occorre prestare attenzione a non far entrare la sonda in contatto con rocce e altri materiali solidi eventualmente presenti nel terreno che falserebbero il risultato del test.

 

Pro

Rapporto prezzo/prestazioni: Nonostante venga proposto a prezzi bassi, si tratta di un pHmetro molto preciso e affidabile che rileva i tre principali parametri agronomici del suolo: pH, umidità e intensità della luce ricevuta dal substrato.

Semplice da usare: Il tester funziona semplicemente inserendo la sonda nel terreno e aspettando che la lancetta fornisca il risultato del test per valutare se vi sia o meno la necessità di apportare correzioni al sito di coltivazione.

Pratico: Essendo analogico e funzionando chimicamente, non ha bisogno di batterie per funzionare.

 

Contro

Posizionamento: Per non alterare i risultati delle misurazioni occorre evitare che il sensore entri in contatto con rocce, masse solide e liquidi quando si infila la sonda in profondità nel terreno.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. XDDIAS Tester per il Suolo 3 in 1 ‎NRX Tech HG0187

 

Tra gli igrometri più venduti e apprezzati del momento rientra anche l’NRX Tech HG0187, che nonostante il prezzo molto contenuto si distingue per le ottime funzioni offerte e l’affidabilità delle misurazioni.

Lo schermo analogico è abbastanza ampio e permette di visualizzare l’esposizione solare, l’umidità e il pH del terreno, mentre sulla parte inferiore troviamo una levetta da posizionare sul valore che si vuole rilevare per ottenere una lettura precisa di un solo parametro.

Secondo i pareri degli utenti che hanno acquistato e provato l’igrometro, il margine d’errore è minimo e non supera il 3%, restituendo quindi dati abbastanza precisi e attendibili per assicurare alle nostre piante una sana e rigogliosa crescita.

Per determinare la quantità di luce solare ricevuta dal sito di coltivazione, il range di misurazione va da un minimo di 0 a un massimo di 2.000 mcd, mentre per misurare il contenuto idrico e l’alcalinità del substrato viene usata una scala da 1 e 10.

 

Pro

Sonde: L’elevata affidabilità di questo igrometro si deve alla presenza di due sonde di rilevamento che misurano l’umidità, l’alcalinità e l’esposizione solare del terreno attraverso un sensore ad alta precisione.

Attendibile: Il range delle misurazioni è piuttosto ampio e permette di rilevare le principali caratteristiche del suolo con un margine di errore del 3%.

Veloce: È molto semplice da usare grazie allo schermo analogico di facile lettura, che restituisce i risultati delle misurazioni in pochi minuti.

 

Contro

Fragile: La resa costruttiva del tester non si è rivelata all’altezza delle aspettative: c’è tanta plastica e nemmeno della migliore qualità.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

4. Kuman Misuratore dell’umidità del Suolo S10

 

Se siete alla ricerca di un buon igrometro per la coltivazione indoor o in vaso dovreste dare un’occhiata al Kuman S10, che colpisce sia per il prezzo imbattibile al quale viene (attualmente) proposto sia per la precisione con cui rileva il grado di umidità del terreno.

La sua sonda in acciaio inossidabile misura in tempo reale il livello di ritenzione idrica del substrato e permette, quindi, di capire quando le piante hanno bisogno di essere innaffiate, evitando che il terreno diventi troppo asciutto o che si formino dei pericolosi ristagni idrici in caso di un eccessivo apporto irriguo.

I valori rilevati vengono visualizzati sul display analogico in una scala da 1 a 10 suddivisa in tre sezioni, ognuna di un colore diverso: rosso (da 1 a 3) per indicare che il terreno è troppo asciutto, verde (da 4 a 7) per segnalare la presenza di un adeguato livello di umidità, e blu (da 8 a 10) per avvisare che le piante sono più bagnate di quanto dovrebbero essere.

 

Pro

Per un corretto apporto idrico: Il misuratore di umidità Kuman S10 si rivolge a tutti gli appassionati di piante e fiori in vaso che vogliono sapere con precisione quando bisogna annaffiarle.

Facile lettura: Il display analogico dispone di un sistema di codifica a colori che permette di vedere a quale livello di umidità si trovano le piante: il rosso indica un livello critico di secchezza, il verde segnala livelli ottimali di umidità e il blu avvisa che c’è un eccesso di acqua nel substrato.

Nessuna batteria necessaria: Questo ingegnoso dispositivo diventerà un valido alleato anche della vostra economia, non solo perché costa poco, ma anche perché provvisto di un sistema che non richiede l’uso di batterie.

 

Contro

Ruggine: La sonda metallica del tester non deve rimanere troppo a lungo nel terreno per evitare che si danneggi a causa dell’ossidazione e della ruggine.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

5. B BestCon Igrometro Piante, Misuratore Umidità Terreno 4 in 1

 

I nostri consigli su come scegliere un buon igrometro si concludono con un tester tecnologicamente all’avanguardia che permette di controllare da remoto tutti i valori rilevati dalla sonda.

Scaricando l’applicazione “Flower Care” sul cellulare si potranno monitorare i dati in tempo reale per sapere esattamente come e quando intervenire per garantire alle proprie piante una crescita sana e rigogliosa.

I quattro sensori intelligenti di cui è provvisto restituiscono letture accurate del livello di umidità, della temperatura, dell’esposizione solare e della quantità di nutrienti presenti nel terreno.

I dati verranno poi inviati al vostro smartphone tramite Bluetooth 4.1 per essere elaborati e registrati dall’app, che tra le altre cose permette anche di tenere sotto controllo la crescita delle piante, fornendo consigli e suggerimenti sulla cura di fino a seimila tipi di colture.

Rispetto ai modelli precedenti, presenta un design nuovo e moderno che guarda soprattutto alla resistenza e alla praticità d’uso, due caratteristiche fondamentali per chi ha poca dimestichezza con la manutenzione del verde.

 

Pro

Preciso e funzionale: Chi si sta chiedendo dove acquistare il miglior igrometro digitale in termini di precisione e funzionalità, dovrebbe rivolgere la propria attenzione al modello proposto B BestCon.

4 in 1: Il tester permette di sorvegliare le piante 24 ore su 24, monitorando la temperatura ambientale, la quantità di luce che ricevono, il livello di umidità del terreno e la quantità di sostanze nutritive presenti nel suolo.

Smart: Installando l’applicazione gratuita sul proprio smartphone si potranno visualizzare i dati rilevati in tempo reale per tenere sempre sotto controllo la crescita e lo sviluppo delle colture.

 

Contro

PH: Come detto, i parametri rilevati dal dispositivo sono quattro e tra questi non c’è il grado di acidità/alcalinità del terreno. Le istruzioni, inoltre, sono solo in tedesco.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come utilizzare un igrometro

 

Piccolo, portatile, l’igrometro è un prezioso strumento che torna utile in diverse situazioni, come abbiamo spiegato in alto nella pagina. Qui puoi anche leggere una breve recensione dei modelli che hanno riscontrato maggiore apprezzamento sul mercato online. Ecco qualche ulteriore suggerimento che ti potrebbe tornare utile per la tua scelta.

 

 

Utilità

Riepiloghiamo brevemente a cosa serve un igrometro: la sua funzione principale è quella di misurare il tasso di umidità presente nell’aria. Si tratta di un aspetto importante per tutti quegli ambienti in cui è necessario mantenere un livello costante di umidità, per esempio serre, magazzini, archivi, musei, sale dove si conservano sigari di valore.

Più semplicemente, l’igrometro installato in casa permette di sapere se c’è troppa umidità, aiutando a prevenire la formazione della muffa o a ripristinare il giusto valore in un ambiente troppo secco, nocivo a chi soffre di infiammazione alle vie respiratorie o ha problemi alle mucose. Esistono anche gli igrometri da esterno, utili per esempio a chi vuole cominciare una determinata coltivazione e ha bisogno delle giuste condizioni atmosferiche.

 

Funzionamento

Ma come funziona e come si usa un igrometro? Questi piccoli strumenti hanno al loro interno dei sensori che variano al variare del tasso di umidità e i cui valori sono convertiti in un segnale elettrico che appare ben visibile su un piccolo display digitale. Non bisogna avere competenze specifiche né configurare niente: i tasti sono in genere due o perfino uno soltanto, per cui il funzionamento è intuitivo.

Lo strumento rileva il tasso di umidità rapidamente e, almeno nei modelli migliori, si spegne da sé dopo un po’. alcuni igrometri indicano anche i valori massimi e minimi dell’umidità e segnalano la temperatura. In questa sezione tralasciamo gli igrometri professionali per l’edilizia, quelli in grado di misurare l’umidità interna ai vari materiali come legno, ceramica, vetroresina.

 

A capello

Nella sezione in alto abbiamo parlato anche degli igrometri a capello, una definizione letterale perché per misurare l’umidità viene utilizzato un fascio di capelli come elemento sensibile. I capelli umani hanno infatti questa proprietà: si allungano quando c’è l’umidità e si accorciano quando l’umidità è scarsa. Non tutti sanno che i capelli migliori per questa misurazione sono quelli femminili, in particolare quelli rossi, i più sensibili in assoluto.

Questi igrometri sono analogici, possono essere appesi a una parete o usati anche all’esterno: una lancetta segna il tasso di umidità presente nell’aria, un valore sempre leggibile senza che l’utente debba fare niente, come per un orologio.

 

 

Rilevatore termico e stazione meteorologica

Se ti interessa misurare il livello di umidità nell’aria, probabilmente saprai che esistono anche altri strumenti per farlo, non solo l’igrometro. Per esempio, potresti valutare un rilevatore termico che identifica la presenza di spifferi caldi e freddi per una gestione della temperatura più efficace nell’ambiente e permette in alcuni casi anche di individuare il percorso dei tubi dell’acqua calda all’interno della parete. Altro strumento da tenere in considerazione è la stazione meteorologica che, oltre all’umidità e alla temperatura interna ed esterna, misura anche pressione atmosferica e forza del vento.

 

 

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

 

Fischer 56617 Igrometro a Capello

 

Quello proposto da Fischer è un igrometro a capello e, rispetto a quelli digitali, ha un diverso principio di funzionamento che misura l’umidità – solo l’umidità e non la temperatura – in base alla variazione di un capello o ciuffo di capelli umani.

È un apparecchio dalla forma circolare che va appeso alla parete perché non ha una base d’appoggio e indica costantemente l’umidità dell’ambiente, domestico o lavorativo, con notevole precisione e reattività.

Non è difficile da usare, anche se all’inizio va ricalibrato e le istruzioni in lingua tedesca potrebbero non essere di grande aiuto.

L’involucro è in acciaio inox e, quindi, decisamente più resistente agli urti rispetto a quelli in plastica dei normali igrometri digitali. In un mondo in cui tutto è digitale, uno strumento analogico ma efficace potrebbe interessare gli amanti del gusto rétro che hanno un arredamento vintage in casa.

Un altro punto di forza di questo apparecchio è che può essere utilizzato anche all’esterno.

Questo modello a capello si guadagna un buon posto nella nostra classifica per la sua versatilità e semplicità. Controlla i suoi i pregi e difetti e scopri se può diventare il nuovo igrometro per la casa. 

 

Pro

Vintage: Il look rétro di questo apparecchio lo differenzia dai modelli digitali e potrebbe essere un attrattiva se stai cercando un oggetto dal design particolare.

Montaggio: Può essere montato sia all’interno che all’esterno per verificare il livello di umidità in casa e all’esterno.

Resistente: L’involucro in acciaio inox lo rende molto più solido dei modelli digitali che solitamente sono in plastica.

 

Contro 

Istruzioni: Il manuale d’istruzioni viene fornito solo in tedesco, cosa che potrebbe creare delle difficoltà a chi non è molto pratico con questo tipo di oggetto.

 

 

ThermoPro TP53 Termometro Igrometro Interno Misuratore di Umidità

 

Per monitorare la temperatura e il livello di umidità dei vostri ambienti domestici, senza spendere una grossa somma, potete provare il TP53. Lo diciamo subito, in modo che non possiate dire di non essere stati avvisati, non si tratta di uno strumento di grandissima precisione, soprattutto nel rilevare il livello di umidità mentre per quanto riguarda la temperatura, lo scarto è di circa 1°. 

Tali conclusioni sono frutto di confronti eseguiti con strumenti di precisione e pertanto abbiamo ritenuto opportuno segnalare la cosa. Ci è piaciuto parecchio il display, ampio e illuminato a dovere così da poterlo leggere anche al buio. 

La collocazione dello strumento non è un problema, sono possibili diverse scelte: al muro, su un piano d’appoggio e persino su una superficie metallica grazie alla presenza di un magnete. Sebbene il suo utilizzo non sia particolarmente complicato, diversi utenti hanno lamentato l’assenza di istruzioni in italiano.

 

Pro

Display: Tra i pregi di questo modello è impossibile non segnalare lo schermo, che è molto ampio nonché retroilluminato per una comoda lettura anche al buio.

Facile da collocare: Non avrete alcun tipo di problema a trovare una collocazione per il TP53; potete scegliere tra le pareti, un mobile o tavolo e persino posizionarlo sul frigo grazie al magnete di cui è dotato.

Prezzo: Riteniamo che tra i punti forti da segnalare ci sia anche il costo che in questo caso è davvero basso e alla portata di chiunque.

 

Contro

Precisione: C’è più di qualche dubbio sulla precisione di questo strumento. Scarti (tra l’altro tollerabili) della temperatura di circa 1° ma soprattutto per il livello di umidità.

Istruzioni: Seppur il dispositivo non sia molto complicato, segnaliamo che le istruzioni sono sì presenti ma tra le tante lingue a disposizione manca proprio l’italiano.

 

 

GRDE Igrometro Tester Digitale LCD con Accuratezza 0.1℃

 

Pur essendo pensato per uso domestico e non professionale, GRDE è tra i migliori igrometri che ci è capitato di recensire perché ha tutto quello che serve a un’utenza normale e, in più, vanta un ottimo rapporto qualità/prezzo.

È un apparecchio completo perché gli intervalli misurati sono molto estesi (da -30 °C a 70 °C per la temperatura e da 5% a 98% per l’umidità relativa) e, quindi, ampiamente sufficienti per un utilizzo domestico.

Come sottolinea la maggior parte degli utenti, la plastica ABS di cui è composta la scocca è di buona qualità, solida, robusta, resiste agli urti, alla polvere e agli schizzi che, col tempo, potrebbero comprometterne l’operatività.

Il manuale è in inglese ma il funzionamento è semplicissimo e adatto a tutti, basti pensare che i tasti presenti sono solo due. È sufficiente accenderlo per far apparire i dati di temperatura e umidità; premendo uno dei due pulsanti è possibile ottenere i valori massimi, minimi e anche salvarli. Inoltre, essendo già inclusa la pila, il dispositivo è subito pronto all’uso.

Lo schermo è ampio, ben leggibile e dotato di retroilluminazione per poter essere usato con qualsiasi condizione di luce.

La nostra guida per scegliere il miglior igrometro include, dunque, la recensione di questo modello che potrebbe essere ideale se vuoi farne un utilizzo esclusivamente domestico. Riepiloghiamone i principali vantaggi e svantaggi.

 

Pro

Completo: Può misurare la temperatura e l’umidità su intervalli estesi, quanto basta per essere utilizzato in casa.

Resistente: La plastica ABS ne garantisce una buona longevità e resistenza agli urti, alla polvere e agli schizzi.

Semplice: Utilizzare questo igrometro sarà molto facile grazie ai soli due tasti che ti permetteranno di calcolare i valori della temperatura e dell’umidità in modo semplice ed efficace.

 

Contro 

Forma: Secondo i pareri di alcuni utenti le forme arrotondate ne rendono difficile sia l’appoggio che l’impugnatura.

 

 

Colemeter ZA04 Termometro Igrometro con Orologio, LCD

 

Non sarà il miglior igrometro del 2022, ma quello realizzato dalla cinese Colemeter è uno dei più economici, l’ideale se stai cercando prima di tutto il risparmio. Il prezzo accessibile a tutte le tasche ne fa uno degli strumenti più venduti online.

È sorprendentemente completo perché ha tutte le funzioni che ci si aspetta da un apparecchio del genere: misura temperatura, umidità, valori massimi, minimi e permette di memorizzarli; in più mostra anche l’ora.

È un oggetto molto piccolo e comodo da portare ovunque ma, nonostante le dimensioni compatte, lo schermo ha caratteri grandi e ben leggibili da qualsiasi angolazione. In casa può essere appoggiato su qualunque superficie grazie al pratico stand posteriore o, in alternativa, può essere fissato a parete. È anche molto preciso perché lo scarto dichiarato dall’azienda produttrice è di 1°C appena.

La temperatura misurata va da 0°C a 50°C, un intervallo inferiore ad altri modelli ma ampiamente sufficiente per le normali esigenze domestiche.

Se stai cercando l’igrometro più economico sul mercato dai un’occhiata a questo modello. Cliccando sul link suggerito verrai reindirizzato al sito dove acquistare il prodotto a un prezzo imbattibile.

 

Pro

Prezzi bassi: Potrebbe essere un igrometro ideale per chi cerca soprattutto il risparmio.

Completo: Sebbene questo igrometro rientri in una fascia di prezzo bassa si presenta comunque completo di tutte le funzioni base.

Dimensioni compatte: Si tratta di un oggetto molto piccolo che può essere trasportato facilmente anche in tasca.

Pratico: Il display è facilmente leggibile da qualsiasi angolazione grazie ai caratteri grandi, inoltre può essere fissato sia a muro che appoggiato su una superficie con lo stand.

 

Contro 

Fastidioso: Alcuni utenti non hanno apprezzato il segnale acustico prodotto dall’apparecchio quando si raggiunge il clima ideale.

Impreciso: Non è proprio il modello più affidabile e preciso sul mercato, però a questo prezzo è difficile chiedere di più.

 

 

Honeywell Home THR513 Termometro/Igrometro

 

Se non sai ancora come scegliere un buon igrometro digitale, dai un’occhiata a questo Honeywell. È un apparecchio per ambienti interni che può essere appeso alla parete – il design compatto e molto curato è uno dei suoi punti di forza – oppure tenuto su un tavolo o su qualsiasi altra superficie grazie al supporto integrato.

Tra i più venduti sul mercato, ha un prezzo decisamente conveniente e il prodotto è anche completo e versatile perché misura la temperatura da -50°C a 70°C e l’umidità dal 20% all’80%. Non manca la possibilità di visualizzare il valore massimo e minimo dell’umidità – ma non della temperatura – e di memorizzarlo sul display.

La maggior parte degli utenti sottolinea la notevole precisione di questo strumento che si rivela, dunque, molto economico ma anche affidabile e utile, per esempio, per tenere sempre sotto controllo l’umidità in casa per prevenire la formazione della muffa o in cantina per chi vuole preservare al meglio la propria raccolta di vini.

Questo prodotto potrebbe essere molto accattivante per vari fattori, andiamo a vedere quali sono elencando anche quelli non proprio positivi. Se lo trovi interessante ti consigliamo di controllare anche la pagina del negozio per acquistarlo a un buon prezzo.

 

Pro

Design: Probabilmente il punto di forza principale di questo modello è proprio il suo look elegante che non mancherà di abbellire l’ambiente dove viene sistemato.

Versatile: Capace di misurare sia la temperatura minima e massima che i valori dell’umidità. Sarà anche possibile memorizzare questi ultimi sul display.

Compatto: Si tratta di un oggetto di dimensioni compatte che non occupa troppo spazio. Può essere appeso al muro o tenuto su una superficie tramite uno stand.

 

Contro 

Display: Una parte dell’utenza non ha gradito il display che non sembra essere di buona qualità e la lettura dei dati potrebbe non risultare immediata.

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

 

 

DEJA UN COMENTARIO

0 COMENTARIOS