I 5 Migliori Pluviometri del 2022

Ultimo aggiornamento: 06.10.22

 

Pluviometro – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni

 

Come deve essere il pluviometro che cerchi? Per scoprire quali tipologie sono presenti sul mercato e quali dovrebbero essere le caratteristiche più importanti da valutare leggi la nostra guida, cominciando dai due modelli migliori per noi: Netatmo NRG01-WW è tecnologicamente avanzato, preciso, robusto e invia una notifica allo smartphone avvisando che sta per cominciare a piovere. Decisamente più economico è TFA Dostmann 47.1008, ideale per chi vuole spendere il meno possibile. È, però, altrettanto robusto e particolarmente facile da usare.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Guida all’acquisto – Come scegliere il miglior pluviometro?

 

Il pluviometro è uno strumento di misura molto utilizzato in ambito meteorologico, idrogeologico, aeronautico ma anche in ambito domestico e agricolo.

Un pluviometro altro non è che un recipiente graduato nel quale, a seguito di fenomeni precipitatori, si raccoglie acqua piovana: il livello dell’acqua raccolta, espresso in millimetri (si parla in termini tecnici di altezza pluviometrica), rappresenta il valore internazionale dell’intensità della precipitazione.

Banale ma importante da ricordare: il pluviometro, a prescindere dalla posizione occupata in classifica, va posto lontano da ostacoli e in aree aperte, in modo da non inficiare la misurazione. Errori nella rilevazione possono dipendere da molti altri parametri oltre al luogo di installazione, tra cui la precisione con cui il fabbricante lo ha tarato e l’ampiezza dell’imboccatura, che non deve mai essere troppo piccola.

In questa recensione vedremo come orientarci nella scelta di un pluviometro rispondente alle nostre esigenze, valutando le caratteristiche che incideranno sul prezzo finale.

 

 

Tipi di pluviometro

I pluviometri, cosi come tutti i dispositivi di misura, hanno subìto negli ultimi anni un irreversibile processo di digitalizzazione: ideati come strumenti analogici, ben presto anch’essi sono stati integrati all’interno di sistemi automatici di controllo e di misura.

Tralasciando gli ormai antiquati pluviometri analogici, per i pluviometri digitali possiamo distinguere diverse tipologie costruttive e implementative.

Innanzitutto vi sono i pluviometri il cui funzionamento è legato a una stazione meteo: tramite opportuno software applicativo viene notificato all’utente l’avvio di una precipitazione; successivamente, tramite elaborazione dei dati acquisiti, l’applicativo permette di regolare la successiva innaffiatura per il proprio giardino.

Vi sono poi i pluviometri a funzionamento manuale, costituiti generalmente da un contenitore graduato collocato a una certa altezza dal suolo per via di un’asta da fissare al terreno.

Via intermedia tra le due precedenti categorie, il pluviometro elettronico consente di ottenere, tramite trasmissione senza fili e fino a decine di metri di distanza, tutti i dati di interesse relativi ai più recenti rovesci atmosferici.

 

Taratura e precisione

Ogni strumento di misura presente sul mercato ha un costo direttamente proporzionale alla qualità, alla precisione e alla risoluzione della sua misura: a parità di tecnologia progettuale, i pluviometri più economici forniscono le misure più grossolane, mentre quelli più costosi sono quelli che assicurano misurazioni decisamente più accurate. Confronta i prezzi per comparare come il produttore ha tarato la scala graduata di riferimento e i vari sensori eventualmente integrati.

Noi riteniamo che questo aspetto della precisione sia da tenere particolarmente in considerazione quando si decide di acquistare un pluviometro da giardino per stabilire, al fine di ottimizzare i costi, come e in che modo poter ridurre l’erogazione di acqua a piante e fiori.

 

 

Interconnessione in rete

Altro elemento di primaria importanza che vogliamo evidenziare in questa guida per scegliere la migliore marca di pluviometro è la possibilità di integrarlo all’interno di una rete domestica o industriale per il controllo da remoto di vari parametri legati per esempio a sistemi di irrigazione automatizzati.

Anche in questo caso, naturalmente, sta a te individuare il giusto compromesso tra aspetto economico e aspetto tecnologico: più il pluviometro è integrabile e adattabile alle diverse tipologie di rete e più risponderà meglio alle tue esigenze.

 

I 5 Migliori Pluviometri – Classifica 2022

 

Il pluviometro è uno strumento che, misurando la quantità di pioggia caduta, si rivela molto utile, oltre che per fini meteorologici, anche in agricoltura o semplicemente per chi ha un giardino.

Di seguito elenchiamo quelli che sono per noi i cinque migliori prodotti del 2022 per fornire indicazioni utili su quale pluviometro comprare.

 

 

1. Netatmo Pluviometro Wireless per la Stazione Meteo Netatmo

 

Tra i pluviometri digitali più venduti c’è il modello della Netatmo. Funziona solo con la stazione meteo NetAtmo (non inclusa) e consente di ricevere sul proprio smartphone, tramite un’app gratuita, l’avviso non appena comincia a piovere.

Da posizionare in giardino o sul balcone (ma lontano da tetti e spioventi che potrebbero alterare la giusta misurazione della pioggia caduta), permette di sapere la quantità di pioggia in mm/h e anche le precipitazioni totali e quelle previste in modo da regolare la conseguente innaffiatura per le piante. I dati vengono poi analizzati con un istogramma.

Facile da configurare, preciso, con funzionamento a pile, esteticamente è molto apprezzabile.

Realizzato in plastica resistente, utilizza vaschette basculanti, ha l’intervallo di misurazione che va da 0,2 mm/h a 900 mm/h e la precisione è di 1 mm/h. Il prodotto può vantare un ottimo rapporto qualità prezzo; per noi rappresenta il miglior pluviometro del 2022.

Il pluviometro, come dispositivo di misura, è usato sia in ambiente professionale che a casa magari per chi ha l’hobby di coltivare il proprio giardino. La nostra guida ti aiuta oggi a scegliere uno strumento così particolare presentandoti questo della Netatmo.

 

Pro

Smartphone: Interessante ricevere sullo smartphone, attraverso un’apposita app scaricata, notizie su quando inizia a piovere.

Precisione: La misurazione è precisa, permettendo così di sapere la quantità di pioggia in mm/h e anche le precipitazioni totali e quelle previste, permettendo a chiunque di regolarsi per la fase di innaffiatura.

Robustezza: I materiali sono ben robusti e l’estetica del prodotto e la sua funzionalità non verranno intaccati nel tempo e dall’uso.

 

Contro

Fissaggio: La mancanza di un kit per fissaggio ha scontentato parecchi acquirenti che hanno mostrato nei loro pareri una certa delusione. Acquista su Amazon.it (€63,99)

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

2. TFA Dostmann 47.1008 Pluviometro

 

Proseguendo con i nostri consigli d’acquisto, parliamo ora di un modello della TFA Dostmann, si tratta, in questo caso, di un pluviometro manuale.

È un prodotto di fabbricazione tedesca costruito con materiali di buona qualità, funzionale, facile da leggere, è costituito dal supporto che va fissato al terreno o su un’asta e da un contenitore graduato che va poi svuotato.

In generale, è un pluviometro molto semplice ma anche molto economico, capiente (fino a 70 mm), resistente, piuttosto elegante e svolge egregiamente la sua funzione. È, poi, robusto e facile da montare e smontare per essere pulito.

Insomma, per noi si tratta del miglior pluviometro manuale del 2022.

I tedeschi con la solita praticità hanno creato un buon pluviometro manuale, semplice e dalla piacevole estetica e al tempo stesso molto economico. Valutane insieme a noi gli aspetti positivi e quelli meno convincenti, ti diremo poi dove acquistarlo.

 

Pro

Semplice: Molto intuitivo e semplice nel fissaggio e nell’installazione. Nessun problema anche nella lettura con la scala dei millimetri ben visibile e distinguibile.

Economico: Molto conveniente il prezzo, è un ulteriore incentivo per l’acquisto di questo attrezzo utile a chi come te ha il pollice verde.

Robusto: Ben fatto, con ottimi materiali, resisterà alle intemperie più toste. A mesi dall’utilizzo, il pluviometro sarà ancora intatto e ben fissato a dimostrazione che i tedeschi sanno cosa fanno.

 

Contro

Sottostima: Il tipo di imbuto potrebbe portare degli inconvenienti nella misurazione della pioggia e, a volte, sottostimarne la quantità.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. TFA MONSUN 47.3003 Pluviometro Elettronico

 

Per chi si sta chiedendo come scegliere un buon pluviometro elettronico, un’ottima soluzione è costituita dal modello Monsun della TFA.

Si tratta di un pluviometro radio che, tramite trasmissione cordless, permette di conoscere una serie consistente di informazioni utili: oltre alla quantità di pioggia complessiva, anche quella relativa all’ultima ora, alle ultime 24 ore e all’ultima pioggia; ancora, la temperatura esterna, quella interna massima e minima, ecc. con le informazioni che vengono rese disponibili in un istogramma.

È un prodotto da appoggiare o appendere alla parete, facile da installare; è, inoltre, affidabile, preciso, dotato di diverse funzioni; il prezzo contenuto e commisurato alla qualità complessiva offerta ne fa uno tra i migliori pluviometri venduti online.

L’elegante pluviometro TFA Monsun è il nuovo prodotto che abbiamo recensito nella nostra guida e che a un’estetica accattivante unisce la precisione, grazie alla trasmissione cordless, e una serie di informazioni che ti saranno utili nel tuo lavoro.

 

Pro

Estetica: Dall’aspetto pregevole ed elegante, sarà possibile fissarlo a muro o appoggiarlo a un mobile. In ogni caso farà la sua figura e non passerà inosservato.

Qualità-prezzo: Il rapporto qualità prezzo, considerata la qualità del prodotto, è assai competitivo e difficilmente riuscirai a scovare qualcosa di meglio.

Informazioni: Oltre alla quantità di pioggia complessiva, ti comunicherà anche quella degli ultimi sessanta minuti, o delle ultime 24 ore. Anche la temperatura esterna e quella interna sarà riportata.

 

Contro

Sensori: Purtroppo i sensori si rivelano deboli a distanza e con le mura di mezzo, la trasmissione si rivela debole e i dati imprecisi.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

4. Gardman 16080 Pluviometro

 

Scendiamo dal podio e troviamo un modello di pluviometro differente rispetto a quelli appena visti ma altrettanto utile nell’attività agricole o per il mantenimento della salute del giardino fuori casa.

Ha un costo davvero irrisorio, dettaglio che lo fa preferire ad altri più complessi se l’uso cui è destinato è di tipo amatoriale.

Il materiale è sufficientemente robusto e resistente all’esposizione alle intemperie e agli agenti atmosferici.

Il dato raccolto, l’acqua piovana per l’appunto, si legge con facilità grazie alle misure in rilievo e ben leggibili poste sul fianco del bicchiere. È capiente a sufficienza per determinare con precisione anche le piogge più copiose come le brevi burrasche. Si pianta direttamente a terra, infilzando il bastone dove si ritiene più comodo, direttamente sul prato oppure in un vaso e si svuota buttando a terra il contenuto. Uno sfiatatoio o un tappo forse avrebbero reso più comodo questo modello, ma si tratta pur sempre di un pluviometro basilare, essenziale nelle funzioni offerte ma preciso nella resa e misurazione del dato utile.

Ed eccoci a uno tra i prodotti più economici fra quelli recensiti in questa guida. Si tratta di un oggetto particolarmente semplice e forse più adatto per un uso amatoriale, ma non per questo poco utile, e il cui materiale è abbastanza robusto per l’uso a cui è stato indirizzato.

 

Pro

Prezzo: Il prezzo è l’ultimo dei pensieri che dovrai farti acquistando questo prodotto, è infatti basso e davvero irrisorio. Insomma non starai molto a valutare se è il caso o meno.

Materiale: Per il prezzo richiesto è davvero robusto e solido, anche sotto le piogge più aspre e durature. Probabilmente ne resterai sorpreso anche dopo successivi mesi dall’utilizzo.

 

Contro

Spuntone: Lo spuntone che può essere fissato sul terreno o in un vaso, sarebbe stato ancora più utile e adattabile con dei fori o magari potendolo sfilare dalla base.

Coperchio: Un pluviometro fin troppo semplice e basilare, lo si nota anche per non aver previsto l’uso di uno sfiatatoio o di un tappo che avrebbero invece fatto comodo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

5. LaCrosse WT3003 Pluviometro Elettronico 

 

Concludiamo questa nostra carrellata tra quelle che sono, secondo noi, le migliori offerte del 2022 con il modello dell’azienda leader nella costruzione di stazioni meteorologiche LaCrosse Technology.

Anche in questo caso il pluviometro ha una trasmissione senza fili che arriva fino a 30 metri in campo aperto per cui risulta essere comodo perché si può controllare il livello delle precipitazioni da dentro casa. È di tipo autosvuotante e trasmette i dati wireless verso la stazione interna.

Mostra la quantità di acqua caduta nell’ultima ora, nell’ultimo giorno, la temperatura interna ed esterna dandone, poi, indicazione grafica relativa all’ultima settimana, o mesi. Si possono impostare avvisi personalizzati mentre l’ampio display mostra anche il calendario.

Si può appendere alla parete o lasciare su un tavolo.

Ecco un prodotto di un’azienda specializzata come LaCrosse Technology, un pluviometro elettronico di sicura efficacia che grazie all’ampio display ti darà tutte le informazioni che cerchi, in maniera chiara e netta.

 

Pro

Comodo: Interessante la possibilità di controllare il livello dell’acqua da dentro casa, senza doverti necessariamente esporre al freddo e alle intemperie.

Display: Ampio e chiaro, ti permetterà di visualizzare tutti i dati che ti interessano anche al buio, grazie all’illuminazione infatti non dovresti riscontrare problemi.

 

Contro

Costo: Non è proprio il prezzo più basso sul mercato, e forse non tutti saranno disposti a spendere una cifra del genere. Ma non si tratta di un pluviometro semplice o poco funzionale.

Batterie: Non passerà molto tempo prima che si scarichi, questo è una notevole seccatura e altri strumenti dello stesso tipo hanno mostrato maggiore autonomia di questo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come utilizzare un pluviometro

 

Il pluviometro è uno strumento di misurazione che ha lo scopo di raccogliere informazioni riguardo la caduta delle piogge. Viene usato in diversi campi, come quello meteorologico, idrogeologico, ma anche in ambito agricolo e domestico. Se non sapete come utilizzarlo vi consigliamo la lettura di questo articolo.

 

 

Le tipologie

Prima di usare l’attrezzatura è necessario identificare di che modello si tratta, poiché sul mercato esistono principalmente tre tipi di prodotti: manuali, con sensori elettrici ed elettronici. Quelli con sensori elettrici si collegano a una stazione meteo tramite software e notificano all’utente dell’arrivo della pioggia. I dati acquisiti dalla precipitazione vengono elaborati, regolando la successiva innaffiatura del giardino o dell’orto. Quelli manuali sono composti da un contenitore graduato, posizionato su un’asta.

Il pluviometro elettronico è una via di mezzo tra le due tipologie: funziona senza fili e restituisce tutte le informazioni più importanti riguardo agli ultimi rovesci atmosferici.

 

Non trascurate le istruzioni per l’uso

Come abbiamo visto, grazie alla tecnologia, il pluviometro si è evoluto non di poco e i più moderni includono funzioni aggiuntive, che possono variare in base al modello. Per questo motivo è importante leggere le istruzioni del produttore, per capire ogni singola funzione e usarla correttamente. Leggete il manuale avendo lo strumento davanti, così da poterlo configurare nel momento stesso in cui leggete un determinato paragrafo. Seguire le istruzioni riportate dal produttore di quello specifico articolo eviterà disagi, malfunzionamenti e perdite di tempo.

 

Dove posizionare il pluviometro

Decidere dove posizionare il pluviometro non è una scelta da fare in modo improvvisato, poiché la corretta collocazione è determinante per avere dati precisi. Prendetevi il vostro tempo, quindi, e fate le giuste valutazioni. Evitate luoghi in prossimità di alberi, perché potrebbero deviare la traiettoria andando a compromettere il risultato. Più in generale, dovrete posizionarlo lontano da qualsiasi tipo di ostacolo. Inoltre, l’attrezzatura va posizionata ad almeno 0,5 metri dal terreno, fino a un massimo di 2 metri di altezza.
Anche la stabilità è importante, con una folata di vento più forte del solito rischia di ribaltarsi.

 

 

Collegamento con i dispositivi

La conversione tecnologica ed elettronica di questi dispositivi, tra le altre cose, consente al pluviometro di raccogliere i dati e di trasmetterli in remoto allo smartphone, al tablet o al computer, mediante applicazioni fornite dal produttore. Queste app fanno sì che il misuratore di pioggia si colleghi a un determinato sito web e, in alcuni casi, anche alle stazioni meteorologiche per poi comunicarvi le previsioni.
Per ottenere questa prestazione bisogna quindi installare il software sul dispositivo su cui si vogliono ricevere le notifiche. Terminata l’installazione, da smartphone o altro apparecchio, collegatevi al pluviometro per controllare la quantità di pioggia caduta di recente. Talvolta, chi non ha uno smartphone o un tablet, può usufruire di questo servizio collegandosi al sito web per avere a disposizione le stesse informazioni.

 

Altri suggerimenti

Come abbiamo detto, il più delle volte è possibile collegare il pluviometro ai dispositivi mobili o al PC, il vantaggio è anche quello di poter ottenere dati da confrontare. Se però questa funzione non dovesse essere disponibile, vi consigliamo di annotare le informazioni su un quadernetto, così da poter essere sicuri che il pluviometro funzioni correttamente.

Leggere le istruzioni vi permetterà di sfruttare pienamente tutti gli optional a disposizione. Ad esempio, la possibilità di controllare la temperatura esterna oppure l’ora e la data del giorno. Ci sono anche modelli che fungono da allarme. Com’è facile intuire, conoscere l’interfaccia del proprio dispositivo può essere molto interessante e utile.

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

 

Bengt Ek Design Digitale

 

Al quarto posto di questa nostra classifica vogliamo segnalare un altro prodotto di buona qualità da valutare per fare una comparazione con gli altri visti finora: il pluviometro e termometro digitale a distanza dell’azienda svizzera ma di ispirazione scandinava Bengt Ek Design.

È un prodotto con una ricezione senza fili fino a 30 metri in campo aperto e tra le rilevazioni che effettua ricordiamo la cronologia delle precipitazioni degli ultimi 6 giorni, l’allarme precipitazioni attuali, la temperatura interna (con un range che va da -9°C a + 50°C), quella esterna (da -50°C a +70°C) e il calendario.

Il display è ampio e di facile lettura, il design è moderno con un mix di grigio e nero. Le cinque batterie necessarie per l’alimentazione sono incluse. Buono risulta essere il rapporto qualità/prezzo.

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

 

 

DEJA UN COMENTARIO

0 COMENTARIOS