5 consigli su come fare un giardino

Ultimo aggiornamento: 28.09.22

 

Ecco alcuni spunti per progettare uno spazio verde efficiente, bello esteticamente e che abbia al primo posto la salute delle piante e l’estetica.

 

Avete appena acquistato una casa nuova che vi permette di poter organizzare gli spazi esterni e realizzare un giardino favoloso? Oppure semplicemente ne avete già uno e desiderate renderlo al meglio sfruttando qualsiasi elemento? In entrambi i casi, se volete dare un nuovo look più suggestivo al vostro giardino, in questo articolo troverete i suggerimenti più utili per progettarne uno a misura delle vostre idee e preferenze.

Spesso vogliamo iniziare un’avventura per cui magari non siamo mai davvero preparati, perciò la cosa migliore è proprio dare un’occhiata a quali sono quegli elementi di design consigliati dai professionisti. Dobbiamo sempre tenere a mente che non bisogna mai copiare gli altri ma è anzi bene prendere ispirazione, cercando di dare vita a idee creative personali e alla portata delle proprie esigenze.

Del resto, sappiamo che la moltitudine di informazioni che si trovano online possono confondere ma se volete sapere come fare un giardino da zero. Quindi mettetevi comodi, prendete carta e penna e scopriamo insieme quali sono i cinque consigli principali che vi torneranno utili. Creare un giardino può apparire molto difficile inizialmente, ma con alcuni principi che regolano l’arredamento e guidati da alcune idee organizzative, vedrete che sarà davvero un gioco da ragazzi. 

 

1. Partire da una lista

La prima cosa che vi consigliamo per un giardino fai-da-te è che se non avete ancora le idee chiare, o meglio ne avete diversi ma non sapete da dove partire, allora la cosa migliore è quella di individuare quali sono le effettive esigenze. In effetti, scrivere una lista di tutte le preferenze dei componenti della famiglia può essere utile per capire quali sono le tendenze da seguire. Se, per esempio, avete nipoti o figli che amano giocare all’aperto o studiare con il fruscio del vento tra gli alberi, allora potreste valutare l’idea renderlo più attrezzato. Se invece volete anche coltivare qualche verdura e ortaggi, cercate qual è lo spazio necessario per progettare un giardino del genere.

Ma sapete qual è il segreto ancora più utile in questi casi? Fare uno schizzo a penna o a matita. Infatti, sfruttando la piantina dell’abitazione, avrete sotto gli occhi lo spazio disponibile e potrete individuare con più facilità quali sono le opportunità da sfruttare per il giardinaggio con sementi vari. Questo principio organizzativo è lo stesso impiegato dai professionisti che realizzano design più particolareggiati.

2. La posizione migliore

Il giardinaggio fai-da-te richiede molta pazienza e deve essere inteso anche come un momento in cui rilassarsi. Per non incorrere in errori grossolani che si rivelano con il tempo, è fondamentale capire la posizione di alcuni elementi. Infatti, la seconda cosa da fare è sicuramente sapere verso quale direzione è rivolto il vostro giardino. Se si tratta di Est, Ovest oppure di Nord o Sud: insomma, ciò che è essenziale considerare è la posizione del sole e la tipologia di venti che sferzano nel luogo in cui costruirete un gazebo, per esempio.

Questo è un aspetto molto importante per capire anche come poter sfruttare pienamente la location in tutte le ore del giorno, dalla mattina alla sera, senza alcun problema. Ecco quindi, il secondo step per capire come fare un giardino ad hoc, ma soprattutto funzionale

 

3. Sentieri chiari

Il terzo punto delle nostre idee per un giardino fai-da-te richiama alla memoria qualcosa di apparentemente banale. Infatti, un’altra cosa altrettanto fondamentale è quella di partire dalle piccole cose, ma soprattutto da quelle che sembrano inutili. Se siete mai capitati in un giardino in cui il percorso da seguire a piedi era poco chiaro, saprete senz’altro cosa si prova. Ecco, quel senso di smarrimento è bene evitarlo anche se non avete nessuna visita di amici e parenti.

Per creare un effetto funzionale e anche piacevole alla vista, un’idea è costruire dei sentieri chiari e puliti, anche per evitare di sporcare gli interni e di dover utilizzare ogni volta disinfettare ed eliminare lo sporco. Mettete in fila una serie di pietre grandi o piccole, disponendole seguendo un ordine preciso. La cosa migliore è scegliere piatte, pesanti e abbastanza larghe da accogliere la pianta del piede. Se desiderate dare un tocco più elegante, potreste anche valutare l’idea di alternare colori più chiari ad altri più scuri, creando un effetto visivo originale.

 

4. Aiuole e creatività

Immaginatevi già in estate o in primavera intenti a gustare una tazza di tè freddo e a leggere un buon libro, seduti sulla sedia a dondolo in mezzo al prato del vostro giardino. Ebbene, per prepararvi al meglio sarà fondamentale dare anche un tocco creativo e unico, ma soprattutto di privacy. Per farlo, potrete utilizzare la versatilità delle aiuole, che daranno il via al vostro pollice verde, costruendo vere e proprie isole floreali che delimitano lo spazio del giardino.

Del resto, se proprio avete scarsa dimestichezza con questo tipo di attività, potrete anche rivolgervi a professionisti che sapranno rendere vive le vostre idee. Per esempio, create cornici in legno all’interno delle aiuole, in cui poter inserire fiori e altre composizioni colorate.

Giocate con le forme, i profumi, le dimensioni, ricordandovi che il solo limite è per l’appunto la vostra creatività. Questo è infatti il quarto suggerimento dato da esperti designer per chi vuole fare giardini fai-da-te.

5. Illuminazione

Ultimo suggerimento su come creare un giardino perfetto, ma non per questo è il consiglio meno importante, abbiamo il fattore delle luci. Spesso riempiamo i nostri piccole e grandi spazi verdi di oggetti di valore, arredamenti di design e della nostra creatività, dimenticandoci infine di questa parte fondamentale. L’illuminazione degli spazi esterni deve avere una duplice qualità: deve essere funzionale ed efficace per le ore serali, e deve dare quel quid in più al giardino.

Su Internet si possono trovare faretti di ogni forma, dimensione e dalle caratteristiche più ricercate. La luce soffusa è ottima per donare un’atmosfera zen, di chiaroscuri che invitano all’intimità. Invece, tonalità più accese sono adatte per chi preferisce badare più al lato pratico e meno a quello del relax.

 

 

DEJA UN COMENTARIO

0 COMENTARIOS