Camminamento giardino: ecco come costruire un vialetto in pietra perfetto

Ultimo aggiornamento: 28.09.22

 

Costruire un camminamento in pietra nel proprio giardino è la soluzione ideale per evitare di calpestare il prato, coniugando estetica e funzionalità. Ecco alcuni consigli per realizzare un vialetto fai da te che sappia arricchire il paesaggio naturale in maniera elegante e suggestiva.

 

Costruire un sentiero in giardino ha una duplice funzione: permette di dividerlo in aree ordinate ben collegate tra loro e aiuta a proteggere il manto erboso dal calpestio, mantenendone inalterata la bellezza nel tempo.

Se ben realizzato, il vialetto può avere anche una notevole valenza estetica, creando un effetto decorativo molto gradevole e fornendo al tempo stesso un forte impatto caratteriale a tutto il paesaggio.

Per dare continuità allo stile della propria casa si può scegliere tra tantissime soluzioni, che variano in base alla posizione scelta e ai materiali utilizzati, oltre che per manutenzione e costi. Qui di seguito trovate alcune indicazioni per procedere in autonomia alla realizzazione di un camminamento da giardino che sappia unire la funzionalità con l’estetica.

 

La scelta dei materiali

Il primo passo per costruire un camminamento nella propria area verde consiste nella scelta dei materiali giusti, tenendo conto sia del contesto in cui andrete a inserire il vialetto sia del suo utilizzo.

Oltre a venire ripetutamente calpestati, i sentieri da giardino sono sottoposti sia all’azione delle intemperie sia a impieghi intensi durante tutto l’anno, per cui è fondamentale che siano abbastanza resistenti per sopportare il sole caldo dell’estate, la pioggia e il freddo intenso tipico dei mesi invernali.

Un occhio di riguardo va rivolto anche ai successivi interventi di manutenzione: per preservare la bellezza e la funzionalità dei vialetti nel tempo sarebbe opportuno orientarsi verso un materiale adatto a un uso frequente e facile da pulire, anche solo con un po’ d’acqua.

Un vialetto in porfido, per esempio, si rivelerà una soluzione particolarmente durevole, pratica e funzionale, ma bisognerà mettere in preventivo una spesa non indifferente per l’acquisto e la posa delle pietre su terra.

Chi vuole risparmiare può optare per un viale in ghiaia più economico della pietra naturale e ugualmente bello da vedere, ma per contro richiede molta manutenzione e rischia di rivelarsi poco pratico in caso di intemperie e usura.

Se, invece, volete coniugare bellezza, resistenza e praticità nella manutenzione, potreste prendere in considerazione la pietra finta per esterni, un materiale molto versatile e facilissimo da posare, anche senza il supporto di un professionista.

 

Lo stile

Per quanto riguarda, invece, il design del vialetto e di tutti gli elementi decorativi da inserire nel salotto da giardino fai da te, sarebbe preferibile seguire lo stile della propria abitazione per creare un trait d’union dal grande impatto visivo.

Per una casa di impronta moderna è meglio optare per un viale dritto, ampio e regolare, magari combinando la pietra ricostruita (o naturale) con la ghiaia per creare un ambiente unico e dal mood raffinato, mentre per gli spazi esterni più rustici e tradizionali consigliamo di optare per materiali che ricordino i colori caldi e avvolgenti del legno, come il tufo, il granito e il marmo.

Molto in voga negli ultimi tempi anche i materiali plastici provenienti dal riciclo e il cemento stampato che, oltre a essere molto versatili e pratici da manutenere, donano un aspetto molto particolare e gradevole al giardino.

Come realizzare un camminamento da giardino in pietra

Una volta scelto il materiale giusto per la realizzazione dei camminamenti in giardino, occorre stabilire dove posizionare i viali in pietra e quali percorsi dovranno seguire.

Se avete una planimetria della vostra area esterna sarà più facile capire come collegare i vari spazi già allestiti, in caso contrario potete disegnare il vialetto che volete realizzare su un foglio, tenendo conto delle piante già messe a dimora in giardino e di eventuali bordure per aiuole presenti.

Questo permetterà sia di prendere le misure per l’acquisto dei materiali sia di creare dei vialetti in pietra ben dimensionati, sfruttando al meglio lo spazio disponibile. Una volta stabilito il percorso, con l’aiuto di una vanga bisogna realizzare un solco sul manto erboso, che abbia una profondità di almeno 25 cm.

Dopo aver eliminato con cura le erbacce e tutte le imperfezioni del terreno, occorre stendere un telo in tessuto traspirante sul fondo della cunetta, fissandolo ai lati con delle bordature o dei listelli in legno per fare in modo che rimanga ben teso.

Questo piccolo accorgimento, oltre a ridurre la proliferazione delle infestanti, assicura un buon drenaggio dell’acqua piovana che impedirà al vialetto del giardino di allagarsi in caso di piogge copiose.

Fatto questo, si getta sul fondo uno strato omogeneo di ghiaia alto 15 cm e uno di sabbia spesso almeno 5 cm, da livellare e compattare con un rastrello dopo averli leggermente inumiditi, in modo da prevenire il rischio di futuri cedimenti dovuti all’assestamento del terreno.

A questo punto si può passare alla posa delle lastre in pietra per esterni, prestando attenzione che i vari ciottoli siano distanti almeno un centimetro gli uni dagli altri per agevolare il deflusso dell’acqua piovana o irrigua.

Per finire, riempite le fessure tra le pietre del vialetto con della ghiaia o del granito decomposto per tenere le lastre ben ferme, mentre per rendere ancora più suggestivo il vostro nuovo viale lastricato, potete seminare dell’erba per prato tra le fughe.

Ricordate, inoltre, che il percorso finito dovrà risultare leggermente rialzato rispetto al livello del terreno e, qualora il camminamento da giardino fai da te non sia in ghiaia o materiale pacciamante, dovrà avere una pendenza dell’1,5% per impedire la formazione di ristagni idrici.

 

Vialetti da giardino in corteccia o ghiaia

Se la zona di passaggio su cui volete realizzare il viale da giardino è poco utilizzata, potreste anche effettuare un intervento di copertura con della pacciamatura di corteccia, una soluzione pratica ed economica che non vi costringerà ad alleggerire troppo il portafoglio.

Si tratta, infatti, di un materiale naturale ed esteticamente gradevole che può essere facilmente posato sul terreno e reintegrato nel tempo, man mano che gli strati di pacciame si disgregano.

Oltre a fungere da isolante termico per mantenere la temperatura del suolo leggermente più alta rispetto all’esterno, si rivela un’ottima soluzione per i giardini decorativi ben curati sotto il profilo estetico perché impedisce la crescita di erbacce e malerbe su tutto il perimetro di camminamento.

Un’altra valida soluzione per godere di una superficie stabile e solida, senza spese eccessive, è realizzare dei vialetti con la ghiaia, molto utilizzata nei parchi pubblici e nelle ville comunali in virtù dei costi decisamente più contenuti rispetto alle tradizionali pietre per giardino, che sono anche più difficili da posare.

 

 

DEJA UN COMENTARIO

0 COMENTARIOS