Gli 8 migliori tubi per irrigazione del 2022

Ultimo aggiornamento: 06.10.22

 

Tubi per irrigazione – Guida agli acquisti, Opinioni e Comparazioni

 

Chi ha uno spazio all’aperto, dunque non necessariamente un giardino, può trovare utile possedere un tubo per l’irrigazione, visto che si tratta di un oggetto semplice ma di grande utilità poiché permette di portare l’acqua a diversi metri di distanza dalla fontana e quindi irrigare ma non solo. Cos’altro si può fare con un tubo per l’irrigazione? Tante cose come, per esempio, pulire il terrazzo oppure l’auto. Chiaramente bisogna disporre di una fontana. Dunque la nostra guida può interessare molti lettori, non solo quelli dal pollice verde. Come antipasto della nostra selezione vi proponiamo questi due articoli: 100 mt tubo/ala gocciolante doppio foro Ø 16 passo che eroga ottimamente l’acqua e Cellfast Hobby tubo da Irrigazione, 50 M ¾, imbattibile in fatto di resistenza.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 migliori tubi per irrigazione – Classifica 2022

 

La nostra classifica vi propone (nell’ordine da noi ritenuto più opportuno in base alla qualità del prodotto) una serie di tubi della migliore marca. Ogni articolo selezionato è corredato da una recensione che serve per mettere in chiaro i pregi e i difetti. Chi vuole sapere dove acquistare a prezzi bassi i tubi per irrigazione più venduti online, trova un link di riferimento. Una cosa molto importante da fare è confrontare i prezzi.

 

 

Tubo per irrigazione a goccia

 

1. 100 mt tubo/ala gocciolante doppio foro Ø 16 passo

 

A un prezzo davvero interessante si può comprare questo tubo per irrigazione a goccia, che garantisce una lunghezza di ben 100 metri e che, chiaramente, mette a disposizione fori a distanza regolare. La clientela ha espresso soddisfazione per l’erogazione dell’acqua che è effettivamente a goccia. 

La qualità dei materiali è sicuramente conforme al prezzo, la resistenza ci pare soddisfacente e riteniamo che per qualche anno non dovrebbe essere necessaria una sostituzione. Attenzione perché non sono tutte rose e fiori (tanto per restare in tema), la grossa pecca di questo tubo è che tende a piegarsi, soprattutto quando c’è l’esigenza di curvare, di conseguenza si compromette il regolare deflusso dell’acqua. 

Non solo, perché nel caso in cui si desideri riavvolgere il tubo, perché magari c’è l’esigenza di metterlo da parte, l’operazione è piuttosto complicata dal formarsi delle pieghe.

 

Pro

Erogazione: L’acqua è distribuita ottimamente grazie ai fori ben eseguiti che creano il necessario effetto goccia utile a innaffiare lentamente le piante.

Costo: Considerato che parliamo di 100 metri di tubo, riteniamo di poter giudicare positivamente il prezzo richiesto per l’acquisto.

 

Contro

Pieghe: Il problema principale del tubo è rappresentanto dal formarsi di pieghe che rendono difficoltoso il normale deflusso dell’acqua.

Riavvolgimento: Potreste incontrare delle difficoltà a riavvolgere il tubo qualora se ne presentasse la necessità. Anche in questo caso la sua tendenza a piegarsi è un problema.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Tubo da irrigazione da ¾

 

2. Cellfast Hobby tubo da Irrigazione, 50 M ¾

 

C’è da ritenersi soddisfatto per il tubo da ¾ marchiato Cellfast, certo qualche cosa da criticare c’è e lo faremo più avanti. Per adesso concentriamoci sugli aspetti positivi a cominciare dalla qualità dei materiali, stiamo parlando di un tubo ATS2  se avete letto la nostra guida sapete sicuramente di cosa stiamo parlando, in caso contrario fate un salto al paragrafo intitolato “pressione”. 

Il tubo ha sei strati, cosa che conferisce una grande resistenza alla pressione forte (30 bar) e non solo, infatti potete lasciarlo fuori sotto il sole, con la pioggia o con la neve, con temperature sotto lo zero oppure al caldo più torrido che possiate immaginare, non ci saranno conseguenze poiché il Cellfast ha una grande resistenza agli agenti atmosferici. 

Il tubo è atossico e a sull’interno non si formano alghe. Gli elogi terminano qui, sul versante delle caratteristiche negative dobbiamo dire che innanzitutto è troppo pesante, eccessivamente rigido e non ci pare proprio essere antitorsione pertanto il prezzo ci risulta un po’ alto.

 

Pro

Materiali: Il tubo è molto resistente grazie alla buona qualità dei materiali e ai sei strati che gli permettono di sopportare fino a una pressione massima di 30 bar così come gli agenti atmosferici.

Atossico: Il tubo non contiene tracce di piombo, bario e cadmio quindi non è pericoloso per la salute, inoltre al suo interno non si formano alghe.

 

Contro

Pieghe: Il tubo, nonostante la buona fattura, presenta il difetto di non essere antitorsione, aspetto che è stato motivo di parecchi critiche da parte dei consumatori.

Peso: È pesante quindi si fatica un po’ a maneggiarlo anche perché si tratta di un tubo parecchio rigido, avrebbe potuto costare di meno.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Tubo per irrigazione estensibile

 

3. Iconntechs tubo estensibile da giardino 15M

 

Quello proposto da Iconntechs è un tubo estensibile che tra i suoi pregi ha sicuramente la leggerezza, è davvero semplice da manovrare anche quando la pressione dell’acqua è massima e quando questa viene chiusa il tubo torna alla sua posizione originale. Molto comodo il fatto che si auto svuoti. 

La pistola da giardino presenta otto modalità di getto per una grande versatilità di utilizzo, si passa con disinvoltura dall’irrigare le piante a lavare l’auto e persino il cane. Il montaggio è velocissimo grazie agli attacchi universali. 

Purtroppo dobbiamo riportare che in tanti utenti hanno lamentato la scarsa durata del tubo che nel breve periodo comincia  a portare acqua dagli attacchi o peggio di buca in più punti. Questo ci porta a ritenere i materiali non eccelsi e di conseguenza dobbiamo considerare il prezzo eccessivo rispetto alla qualità del prodotto.

 

Pro

Comodo: Un articolo del quale abbiamo apprezzato parecchio la sua leggerezza, si maneggia con disinvoltura e massima comodità.

Pistola: Ben realizzata è la pistola, che presenta otto differenti modalità di getto che ne fanno uno strumento versatile da usare non solo per irrigare le piante.

 

Contro

Materiali: Ci lascia perplessi la resistenza dell’articolo, abbiamo letto di diversi casi in cui, nel breve periodo, sorgono problemi come il forarsi del tubo.

Costo: Considerata la poca longevità è quasi inevitabile ritenere eccessivo rispetto alla qualità il prezzo del tubo, certi difetti richiedono necessariamente un costo minore.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Tubo per irrigazione in polietilene

 

4. Plastic Puglia 50 mt tubo polietilene Ø 16 PN6 S

 

Siamo sicuri che i lettori converranno con noi che il prezzo richiesto per il tubo in polietilene è conveniente, dopotutto stiamo parlando di 50 metri di lunghezza, c’è n’è abbastanza per realizzare un impianto di irrigazione in un piccolo orto. 

Il tubo può anche essere interrato, cosa importante per chi, ad esempio ha un prato ed ha bisogno di irrigare. I raccordi si inseriscono senza sforzi, è facile da forare e anche da tagliare. Ciò non deve fare credere che il tubo sia di pessima qualità e in questo ci confortano le tante recensioni dei clienti che anzi, ne esaltano la resistenza. 

Insomma, come si è potuto capire c’è tanta soddisfazione per l’articolo in questione, ma c’è qualcosa che non va? È davvero tutto così perfetto? Diciamo quasi. Qual è il problema? Tende a piegarsi quindi nel caso di curve (che poi di tatto diventano angoli) si può presentare questo problema che complica il deflusso dell’acqua. Questa però è l’unica critica negativa che possiamo muovere.

 

Pro

Costo: Un pregio che ci pare essere evidente è il buon rapporto qualità/prezzo, il costo è basso per 50 metri di tubo di tale fattura.

Taglio: Altra cosa che abbiamo apprezzato è la facilità con la quale il tubo si lascia forare e/o tagliare, inoltre i raccordi si agganciano subito.

Materiali: Il tubo è sicuramente resistente, ha un buono spessore e offre garanzia di resistenza anche nel caso venga interrato.

 

Contro

Poco flessibile: Difetta in flessibilità tanto è vero che invece di formare una curva finisce con il piegarsi con tutte le conseguenze per il deflusso dell’acqua.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Tubo per irrigazione a goccia autocompensante

 

5. Tubo gocciolante ala autocompensante 200 metri

 

200 metri di tubo a goccia autocompensante per un prezzo tutto sommato contenuto. Il tubo consente una distribuzione dell’acqua precisa anche in presenza di dislivelli e pendenze varie. È già provvisto di fori quindi non dovete disturbarvi a praticare. Ogni foro è in grado di erogare circa 2 litri di acqua per ora. 

Sebbene a prima vista il tubo potrebbe sembrare sottile, possiamo tranquillizzare tutti circa la sua buona resistenza, una volta installato resterà lì per un lunghissimo periodo. Tagliare il tubo secondo le misure desiderate e facilissimo mentre come detto in precedenza non c’è bisogno di praticare dei fori in quanto già presenti. 

Possiamo muovere un solo appunto e riguarda il fatto che il tubo tende a piegarsi troppo quindi prestate attenzione per evitare di complicare lo scorrere dell’acqua.

 

Pro

Costo: A nostro avviso il grosso punto di forza per questo articolo è il suo prezzo che ci sembra conveniente considerata la lunghezza di 200 metri.

Autocompensante: L’acqua è distribuita ottimamente ed equamente anche nei punti più lontani dalla fonte di approvvigionamento, ciò è vero anche in caso di pendenze e dislivelli.

Portata: Riteniamo molto buona la portata in quanto ogni foro riesce ad erogare ben due litri d’acqua nell’arco di 60 minuti.

 

Contro

Pieghe: Possiamo lamentarci di una sola cosa ed è la tendenza del tubo a piegarsi, tale difetto può far rallentare il deflusso dell’acqua.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Tubo per irrigazione da 1 pollice

 

6. Effe Tubo da Giardino antitorsione Professionale 1 Pollice

 

Cominciamo la nostra analisi partendo da una question parecchio dibattuta tra i consumatori di questo tubo da 1 pollice: tra le sue caratteristiche è ben messo in evidenza che è antitorsione, è scritto chiaramente sulla confezione, dunque chi cerca un tubo con questa caratteristica, pur pagando qualcosa di più lo fa di buon grado. 

Succede che poi si mette all’opera il tubo e si scopre che si torce, si piega. A questo punto è evidente che il consumatore ci resti male, si arrabbi. Noi vi abbiamo messo in guardia. A parte queste divergenze di vedute, chiamiamole così, tra produttore e clienti, possiamo comunque parlare di un buon tubo, anche se un po’ caro. 

Ha cinque strati, è resistente ma anche molto leggero. Lo strato interno è antialga e sopporta ottimamente tanto le basse temperature quanto quelle alte, nonché i raggi UV. Attacchi e accessori non restano ben fissati e capita si sgancino.

 

Pro

Resistente: Il tubo è realizzato con cinque strati, ha un buono spessore ma soprattutto una soddisfacente resistenza alle intemperie ai raggi UV.

Antialga: L’interno del tubo è antialga quindi potete stare certi che l’acqua che passa al suo interno uscirà sempre pulita.

 

Contro

Torsione: Nonostante sia dichiarato antitorsione, ciò non è stato riscontrato dai clienti che anzi si lamentano proprio del contrario.

Prezzo: Pur ammettendo la buona qualità dei materiali è nostra convinzione che il costo per questo tubo sia un po’ alto, non fosse altro per il problema della torsione.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Tubo per irrigazione Gardena

 

7. Tubo da giardino Comfort FLEX 13 mm (1/2″) 30 metri

 

Il tubo Gardena è di buona qualità ma non veniteci a dire che sia antitorsione. Molti utenti sono rimasti delusi per la facilità con la quale si formano i nodi, una cosa che non dovrebbe accadere quando ci si affida  ad un marchio leader nel settore dei prodotti da giardino. 

Ci è piaciuto il profilo Power Grip grazie al quale si stabilisce un collegamento perfetto tra il tubo e il raccordo. È resistente alla pressione, non si deforma e i raggi UV non costituiscono una minaccia alla sua integrità grazie alla maglia a spirale di ottima qualità. Non contiene ftalati e metalli pesanti. 

C’è da dire che, nonostante il succitato problema dei nodi, il costo è vantaggioso considerato che si tratta pur sempre di 30 metri ci tubo e che la qualità generale è comunque buona, almeno secondo il nostro punto di vista.

 

Pro

Power Grip: Il tubo si collega alla perfezione con il raccordo, ciò è possibile grazie al profilo Soft Grip di cui è dotato l’articolo.

Resistente: Il Comfort Flex è molto resistente, le intemperie ma anche i raggi UV non rappresentano una minaccia alla sua durata.

Costo: Riteniamo che il prezzo di vendita vada giudicato favorevole, non bisogna dimenticare che si acquistano 30 metri di tubo.

 

Contro

Nodi: Il tubo non è antitorsione, anzi, sovente si formano fastidiosi nodi che hanno fatto infuriare i clienti che non si aspettavano un problema del genere.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Tubo per irrigazione Claber

 

8. Claber Micro 90370, Tubo capillare 1/4 (4-6mm), 20 m

 

Chi si diletta con il giardinaggio sicuramente conoscerà il marchio Claber e la buona qualità dei suoi prodotti. In esame abbiamo un tubo capillare lungo 20 metri utile per far arrivare l’acqua dal tubo collettore ai microirrigatori o gocciolatori. Tagliarlo su misura è molto semplice, sono sufficienti delle forbici. 

Al suo interno non si sviluppano alghe e il tubo è molto resistente alle temperature rigide e ai raggi del sole. Molte lamentele espresse dai consumatori riguardano l’eccessiva rigidità del cavo che complica anche il montaggio dei raccordi oltre a evidenti problemi nel realizzare delle curve.

A parte il problema appena evidenziato, non abbiamo riscontrato ulteriori aspetti negativi pertanto possiamo ritenerci soddisfatti dell’articolo, anche in virtù di un prezzo indubbiamente interessante, pur al contempo augurandoci per il futuro un suo perfezionamento.

 

Pro

Materiali: Abbiamo riscontrato una buona resistenza del tubo che è certamente dovuta alla qualità dei materiali. Bassa o alta che sia la temperatura, non comporterà problemi così come i raggi del sole.

Taglio: Il tubo è molto facile da tagliare, bastano un paio di forbici per ottenere la misura desiderata e necessaria all’impianto di irrigazione.

Prezzo: Il costo del tubo è, secondo noi, molto buono, a queste cifre è difficile trovare di meglio e poi il marchi Claber è una garanzia.

 

Contro

Rigidità: C’è un aspetto del Claber Micro che è stato parecchio criticato dagli utenti ed è la sua eccessiva rigidità che rende persino complicato montare i raccordi.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida per comprare un tubo per irrigazione

 

Sul mercato non mancano le offerte per i migliori tubi per irrigazione del 2022 ma bisogna dire che c’è anche tanta confusione e quindi diventa difficile scegliere per il meglio senza far una comparazione precisa e senza tenere in grande considerazione i pareri espressi dai consumatori su questo o su quell’altro articolo. Il budget necessario per l’acquisto del miglior tubo per irrigazione non è molto grande ma ciò non toglie che ci sono tubi meno costosi di altri. 

Vogliamo però mettere in guardia i lettori perché scegliere il tubo più economico potrebbe non dare le necessarie garanzie di durabilità e questo è un aspetto non secondario quando si riflette su quale tubo per irrigazione comprare. Ad ogni modo sappiamo che chi ci segue vuole capire come scegliere un tubo per irrigazione e non si accontenta di una lista di articoli, pertanto è nostra intenzione fornire le indicazioni necessarie ai fini di una scelta in totale autonomia, senza condizionamenti di sorta.

I tubi non sono tutti uguali

Preliminarmente alla scelta bisogna comprendere che i tubi per l’irrigazione non sono tutti uguali. A seconda delle esigenze si scelgono tubi con caratteristiche differenti. Ciò detto ci sono delle caratteristiche che a nostro avviso sono imprescindibili per esempio la resistenza alla torsione, agli agenti atmosferici, alla pressione idrica, lo spessore e altre caratteristiche che andremo a vedere nel dettaglio tra un istante.

 

Agenti atmosferici

Solitamente i tubi per irrigazione restano all’aperto quindi esposti agli agenti atmosferici per tutto l’anno, devono sopportare basse e alte temperature pertanto la qualità del materiale è importante. Con cosa è fatto un tubo per l’irrigazione? Principalmente di PVC e plastificante. Ora, un buon tubo è fatto con una eccellente combinazione di PVC e plastificante. Migliore è la formula e minore è il pericolo di migrazione. 

Qui è doveroso aprire una parentesi per chiarire quanto appena detto. Ci sono diverse classi di sostanze plastificanti, la sostanza deve essere perfettamente miscibile con il polimero, è una condizione fondamentale affinché si eviti il migrare verso la superficie della materia plastica. La migrazione è tra le principali cause della rigidità del tubo e può comportare la sua rottura.

 

Lo spessore

Come il lettore può facilmente intuire, lo spessore è un’altra caratteristica importante poiché determina la resistenza alla torsione e allo schiacciamento del tubo. Lo spessore, però può anche determinare un eccessiva rigidità. In altre parole lo spessore da solo non basta se il tubo non è costruito con materiali di buona qualità.

 

Pressione

Altra caratteristica fondamentale è la resistenza alla pressione dell’acqua che se troppo forte per il tubo, porta alla sua rottura. I tubi di irrigazione possono essere con rinforzo oppure senza rinforzo. A loro volta i tubi con rinforzo si distinguono in retinati e magliati. I tubi retinati e il numero di strati con cui sono fatti assicurano una ottima resistenza alla pressione dell’acqua e una eccellente tenuta, tuttavia se gli strati sono tanti la conseguenza è un tubo scarsamente flessibile e poco maneggevole. 

I tubi magliati sono meno resistenti alla pressione, sono predisposti alla formazione di nodi che impediscono il regolare flusso dell’acqua, ma hanno il vantaggio di essere più flessibili e comodi da usare. Una vita di mezzo è rappresentata dai tubi ATS che si caratterizzano per il doppio rinforzo combinato di tessile e retina.

Atossici e antialga

I tubi per irrigazione devono essere realizzati con materiali atossici  avere uno strato di antialga al loro interno per evitarne la formazione a causa della fotosintesi.

 

 

 

Come realizzare un impianto di irrigazione per l’orto

 

Tanti italiani hanno la passione per l’orto, questo rappresenta la possibilità di mangiare prodotti di cui si conosce la provenienza e estremizza il concetto di “chilometro zero” applicato all’agricoltura, ma per avere dell’ottima verdura, tra le altre cose bisogna preoccuparsi di irrigarle. Perché, allora, non predisporre un impianto di irrigazione a goccia per l’orto? Vi piace l’idea? Allora vediamo come fare.

Il progetto

Un lavoro del genere è bene farlo prima su carta e poi passare alla pratica. In altre parole si tratta di progettare l’impianto di irrigazione. Munitevi di un foglio di carta millimetrata e pensate a un impianto con struttura a pettine dove c’è una linea principale che alimenta le linee di derivazione poste parallelamente. Per evitare problemi di pressione e meglio che le linee non siano troppo lunghe. Ricordate di calcolare uno spazio sufficiente al passaggio tra una linea e l’altra. Ogni pianta deve stare a una distanza fissa.

 

Il necessario per l’impianto

Vediamo in concreto di cosa c’è bisogno per costruire l’impianto di irrigazione. Cominciamo dal tubo: qui so può scegliere da 16 o 20 mm da forare e applicare i gocciolatori oppure un tubo ad ala gocciolante che dispone già dei gocciolatori a distanza standard. Servono anche delle prese a staffa da installare sulla linea principale. Altri elementi indispensabile sono i raccordi a compressione, il filtro a cartuccia, i gocciolatori, meglio se autocompensanti in quanto mantengono costante la quantità di acqua erogata e una fustella nel caso in cui bisogni forare il tubo.

Il procedimento

La prima operazione da compiere prevedere lo stendere e il posizionare i tubi. Si inizia dalla linea principale, il tubo va tagliato una volta sistemato sul terreno. A questo punto si sistemano le linee di derivazione che vanno tagliate in corrispondenza della fine dell’orto. La linea principale va avvitata alla presa a staffa nelle immediate vicinanze del punto di partenza delle linee di derivazione. 

Alla presa a staffa si avvia il raccordo di compressione maschio, a questo va collegato il tubo della linea di derivazione. All’estremità finale di ciascun tubo di irrigazione si monta un raccordo tappo per chiudere la linea. Nel caso in cui non abbiate l’ala gocciolante, montate i gocciolatori dopo aver forato il tubo, per inserire il gocciolatore basta esercitare una leggera pressione. Siete pronti per collegare l’impianto alla fonte d’acqua, per fare ciò vi serve un raccordo per irrigazione. È preferibile inserire un filtro per irrigazione utile contro le impurità e per tenere i gocciolatori puliti.

 

 

 

Domande frequenti

 

Che cosa è l’irrigazione interrata e come funziona?

Si tratta di un sistema composto da una serie di elementi necessari a fornire una adeguata copertura idrica ai giardini di dimensioni medio grandi. Gli elementi che compongono il sistema sono tubi, irrigatori, raccordi, elettrovalvole e un programmatore. L’impianto somministra l’acqua sul prato attraverso dei getti che si differenziano per la forma. Qui si fa la distinzione tra getti tradizionali, ossia con portata superiore a 25 litri al minuto e a basso consumo, quando la portata è minore di 25 litri a minuto. 

Una seconda distinzione è quella tra irrigatori dinamici e statici. Quelli dinamici sono caratterizzati da un getto rotante da 20° a 360° con gittata che può essere impostata tra 6 e 12 metri. Il getto degli irrigatori statici, come suggerisce il nome, è fisso, l’angolo può essere impostato a 90°180° oppure 360°. Rispetto a quelli dinamici la gittata è minore, si va da 2 a 4,5 metri.

Perché è importante lo spessore del tubo di irrigazione?

Lo spessore per il tubo di irrigazione ha una grande importanza poiché determina la resistenza alla torsione e allo schiacciamento. D’altro canto bisogna aggiungere che se i materiali non sono adeguati per qualità e composizione un eccessivo spessore comporta un tubo molto rigido.

 

Che differenza c’è tra tubi retinati e tubi magliati?

I tubi con rinforzo possono essere retinati o magliati. Nel primo caso il numero di strati consente più resistenza alla pressione dell’acqua e anche la tenuta è massima. Tuttavia bisogna essere consapevoli che tubi del genere, se hanno molti strati, peccano in flessibilità e di conseguenza sono scarsamente maneggevoli. I tubi a maglia, invece, sono più flessibili ma offrono minore resistenza alla pressione dell’acqua e sono maggiormente soggetti a nodi e strozzature.

 

Che cosa è un tubo ATS?

Si tratta di un tubo con doppio rinforzo combinato che riesce a unire i vantaggi caratterizzanti i tubi retinati e magliati.

 

Come garantire una lunga vita al tubo di irrigazione?

I tubi di irrigazione non richiedono particolare manutenzione tuttavia, pur essendo vero che quelli di buona qualità resistenti alle temperature estreme, sia alte che basse, così come ai raggi UV, sarebbe opportuno non lasciarli esposti agli agenti atmosferici 365 giorni l’anno e una volta usati, nei limiti del possibile converrebbe metterli al riparo.

 

 

 

 

DEJA UN COMENTARIO

0 COMENTARIOS