La guida ai fiori estivi da vaso e da balcone più belli

Ultimo aggiornamento: 06.10.22

““Una delle cose più affascinanti nei fiori è il loro meraviglioso riserbo”. “ – Henry David Thoreau

 

Sebbene le fioriture estive non siano tante quanto quelle primaverili, esistono piante da fiore che crescono bene anche in vaso e sul balcone, a patto però che vengano loro riservate le giuste cure e attenzioni. Ecco alcune tra le varietà più conosciute e apprezzate.

Sole, acque cristalline, abbronzature dorate e tanto relax: l’estate è la stagione più attesa dell’anno, ma rappresenta anche il periodo ideale per coltivare alcune piante estive capaci di regalare affascinanti tavolozze di colori fino all’autunno. Sebbene siano quasi tutte molto resistenti alla siccità e di facile coltivazione, alcuni fiori che fioriscono tutta l’estate offrono le maggiori soddisfazioni se viene loro riservato il luogo giusto. Non tutti, per esempio, crescono bene in vaso e molti non riescono a tollerare l’umidità e le zone d’ombra. Inoltre, alcune varietà hanno la tendenza a diventare infestanti e occorre esserne al corrente per impedirne l’eccessiva proliferazione.

Per mantenere il proprio spazio outdoor sempre fiorito e vitale è quindi importante approfondire la conoscenza di ogni specie, imparando a riconoscerne le caratteristiche e le esigenze. Questo permetterà di scegliere i fiori più belli e colorati da ambientare in terrazzo o sul balcone, sfruttandone sia il profumo intenso e gradevole, che allieta la permanenza all’esterno anche solo passando loro vicino, sia l’aspetto decorativo.

Insieme ad altre piante ornamentali da giardino, infatti, molti fiori estivi sono l’ingrediente fondamentale di aiuole, bordure miste e composizioni di vasi, regalando risultati di grande impatto estetico. Dunque, se avete una zona in pieno sole che non sapete come abbellire, cominciate ad armarvi di zappa, vanga e rastrello, perché la nostra guida vi porterà alla scoperta delle piante da balcone resistenti alla siccità e al sole.

 

Hibiscus: pianta ornamentale da esterno e interno

Originaria dell’Asia, l’Ibisco è una pianta dai fiori penduli o eretti che fioriscono nel periodo tra giugno e luglio con tonalità vivaci e intense, come il rosa, il giallo, il bianco e lo scarlatto. Nonostante sia facilmente coltivabile tanto in appartamento quanto all’esterno, è fondamentale rispettare alcune regole di base relative alle sue esigenze colturali. Trattandosi di una pianta abituata a un clima mite, si rivela particolarmente vulnerabile alle temperature fredde, tanto è vero che anche una singola gelata può metterne in difficoltà la crescita e la fioritura.

Pertanto, durante il periodo invernale si raccomanda di alloggiare la pianta in luogo ben riparato e dove la temperatura sia sempre sopra i 10°C. Per quanto riguarda l’esposizione, può crescere sia al sole sia in posizione mediamente ombreggiata e va abbondantemente annaffiata in estate.

 

Lavanda: pianta decorativa e profumata

La lavanda si annovera tra le piante fiorite più diffuse su balconi e terrazzi sia per la particolare bellezza delle spighe fiorali di colore azzurro-violaceo (che fioriscono tra giugno e luglio), sia per il profumo molto gradevole dei fiori, che mantengono a lungo la fragranza anche se raccolti ed essiccati in mazzi. Tra le operazioni colturali necessarie ci sono le generose annaffiature, da effettuare dopo l’impianto e – in seguito – solo in caso di clima molto secco (molta acqua ma non spesso), e le leggere concimazioni di supporto da effettuare ogni anno all’inizio della stagione vegetativa.

 

Geranio: un’ornamentale che mette allegria

I gerani sono probabilmente i fiori da esterno più conosciuti e apprezzati dagli amanti dei colori intensi e vivaci. Facilissimi da coltivare in vaso, non presentano particolari esigenze di terreno, ma il luogo scelto per la messa a dimora deve essere ben esposto al sole per avere una fioritura rigogliosa a metà primavera e per tutta l’estate.

Le varietà che vanno per la maggiore su balconi e terrazzi sono: il geranio imperiale, che vegeta bene anche all’ombra purché in zone molto luminose; il parigino, che si fa apprezzare per il suo portamento ricadente e la fioritura abbondante che spesso si protrae fino a inverno inoltrato; e l’odoroso che – come facile intuire – regala splendidi fiori colorati caratterizzati da un profumo più intenso e aromatico rispetto alle altre specie.

 

Platycodon: una pianta da fiore resistente al gelo

Tra le piante da esterno resistenti al sole e al freddo segnaliamo anche la Platycodon, un’erbacea perenne appartenente alla famiglia delle Campanulaceae, che si contraddistingue per la ricca fioritura caratterizzata da meravigliosi fiori a stella dalle tonalità variegate.

In molti la scelgono come pianta da vaso per abbellire il balcone o il terrazzo in virtù della particolare resistenza alle rigide temperature invernali che permette di tenerla all’esterno anche quando fa molto freddo: in autunno inoltrato, infatti, inizia a perdere la parte aerea e si spoglia completamente durante l’inverno, per poi rifiorire in primavera e regalare nuove bellissime fioriture per tutto il periodo estivo.

 

Elicriso: un’aromatica ornamentale per decorare il balcone

L’elicriso, o Helichrysum Italicum, è un arbusto appartenente alla famiglia delle Asteracee che cresce spontaneo nella zona mediterranea, adattandosi bene ai terreni aridi e soleggiati.

Oltre a rientrare tra le piante da giardino più resistenti e facili da seguire, raggiunge la massima fioritura in estate regalando dei meravigliosi fiori di colore giallo dorato (simili a margherite) che, una volta essiccati, si possono utilizzare per preparare delle ottime tisane energizzanti e dalle proprietà antinfiammatorie da consumare come alternativa alle compresse di curcuma e piperina per ottenere numerosi effetti benefici sull’organismo.

Per quanto riguarda la coltivazione in vaso, è bene ricordare che questa varietà necessita di tanta luce e temperature elevate, quindi si raccomanda di posizionarla in un’area del balcone particolarmente soleggiata e ben protetta da spifferi e umidità. Infatti, l’elicriso viene spesso definito la “pianta del sole” perché ama le zone molto esposte alla luce, accontentandosi di annaffiature sporadiche durante i mesi estivi e nei periodi più siccitosi.

 

Vinca: pianta resistente al sole e al caldo

La bellezza di alcune piante da balcone non ha nulla da invidiare a quella delle specie ornamentali che prediligono la messa a dimora in giardino o in pieno campo. È il caso della Vinca, una pianta da esterno in grado di adattarsi a qualsiasi tipo di terreno e sopportare bene anche le temperature più elevate.

Conosciuta anche come Pervinca, si caratterizza per il portamento eretto e la capacità di produrre cespugli molto rigogliosi e ordinati che, dalla primavera all’autunno, si colorano di splendidi fiori a cinque petali dalle tonalità rosa, malva, fucsia e bianche.

 

Portulaca: una pianta da fiore bella e salutare!

Anche la Portulaca rientra tra le piante da esterno che più amano il sole ma, a differenza di altri fiori da giardino, si può utilizzare anche in cucina per arricchire salse, minestre e insalate insieme alle erbe aromatiche.

Oltre a donare meravigliose fioriture colorate in estate, è anche benefica per la salute in quanto fonte vegetale particolarmente ricca di acidi grassi polinsaturi di tipo Omega 3, che aiutano a regolarizzare i livelli ematici di trigliceridi e colesterolo LDL, prevenendo numerose malattie cardiovascolari e il diabete.

 

 

 

DEJA UN COMENTARIO

0 COMENTARIOS