Le 8 migliori trappole per topi del 2022

Ultimo aggiornamento: 06.10.22

 

Trappole per topi – Guida agli acquisti, Opinioni e Comparazioni

 

I topi possono essere un vero problema e c’è chi ne ha una paura tremenda, anche se in fondo non se ne capisce il perché. Insomma stiamo parlando di un roditore non di un leone affamato. Ad ogni modo, paura, ribrezzo o quello che è, non è piacevole averli in casa o in giardino e se si tratta di una attività commerciale o esercizio pubblico, non ne parliamo, arrivano direttamente i N.A.S. e allora sì che sono guai. Il problema può essere risolto, anche facilmente se non parliamo di una infestazione, in questo caos probabilmente è meglio rivolgersi a una ditta specializzata. Per casi meno gravi, invece, può bastare qualche trappola come queste due: la RatzFatz Gabbia Trappola in Metallo consente di catturare i topi senza fargli del male. Se invece pensate che il veleno sia l’unica valida soluzione al problema, provate con Pest Experts proposto con un’offerta che comprende due scatole.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Le 8 migliori trappole per topi – Classifica 2022

 

Qui trovate le trappole della migliore marca selezionate organizzate secondo una classifica. Una recensione vi spiega quali sono le caratteristiche dell’articolo senza dimenticare di evidenziare pregi e difetti. Ma i nostri lettori vogliono anche sapere dove acquistare a prezzi bassi le trappole più vendute, basta cliccare sui link che forniamo, poi non resta altro da fare che confrontare i prezzi e scegliere il nuovo articolo, non necessariamente il più economico ma il più adatto alla soddisfazione delle esigenze personali.

 

 

1. RatzFatz Gabbia Trappola in Metallo per Catturare Animali Vivi 

 

Non è necessario uccidere i topi per liberarsene, chi non li vuole intorno ma al tempo stesso non vuole neanche averli sulla coscienza può affidarsi a una trappola come la RatzFatz che cattura il roditore senza provocargli neanche un graffio. La trappola, è opportuno dirlo, può tornare utile anche per la cattura di altri piccoli animali. L’utilizzo è molto semplice, basta inserire una esca (non velenosa) regolare la sensibilità del meccanismo di chiusura, ma su questo punto ci torneremo tra un attimo poiché abbiamo qualcosa da dire in merito. 

Il topo, attratto dal pezzetto di cibo entra nella gabbia e vi resta intrappolato. A quel punto prendete la gabbia e portate il ratto lontano da casa per liberarlo, ecco magari evitate di lasciarlo vicino casa di qualcun altro. La qualità dei materiali è buona, la trappola è in metallo ma mettete in conto il formarsi di ruggine se lasciata troppo tempo esposta alla pioggia. 

Come promesso, torniamo sul sistema di chiusura, che problema ha? La sensibilità! Sebbene sia regolabile, capita spesso che la gabbia si chiuda senza che il topo si sia entrato e questo, evidentemente, fa saltare il piano di cattura.

 

Pro

Inoffensiva: È la soluzione perfetta per quanti non se la sentono di condannare il topo a una morte atroce, con questa trappola l’animale non riporta neanche un graffio.

Materiali: È una gabbia dalla struttura molto solida, resistente. Neanche il topo più grande una volta entrato riesce a liberarsi.

Niente veleno: La trappola non richiede l’utilizzo di esche velenose o colla, perfetta quindi se in casa ci sono bambini o animali domestici.

 

Contro

Chiusura: Il meccanismo, anche se regolabile, è molto sensibile e può capitare che la trappola si chiuda prima che il topo vi entri.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

2. Pest Experts due scatole per ratti da esterno

 

Pest Expert propone una coppia di trappole da esterno, queste sono realizzate in materiale plastico e la chiusura si blocca grazie ad una chiave; è un dettaglio molto importante poiché ne fa un oggetto sicuro in quanto non è possibile per altri animali o bambini accedere al veleno che va messo all’interno. 

Ha un prezzo vantaggioso. È compresa una barra di fissaggio al muro, cosa che consigliamo vivamente di sfruttare se possibile in quanto le trappole sono leggerissime e basta poco a farle spostare accidentalmente, c’è chi è stato costretto a metterci sopra un peso. Alcuni utenti si sono detti scettici a causa del foro di ingresso che a loro dire è troppo piccolo per permettere a grossi ratti, come quelli di fogna, di entrare. 

In realtà non è così perché i topi sono abili a passare attraverso piccoli spazi, quindi riteniamo le misure sufficienti allo scopo. Avvertiamo che il ratto non resta chiuso nella trappola quindi per sapere se questa ha funzionato dovete verificare che l’esca sia stata mangiata, poi dovrete andare a cercare il cadavere del ratto. Non ci sono istruzioni.

 

Pro

Sicurezza: Le trappole sono sicure per gli altri animali domestici e per i bambini in quanto si chiudono a chiave per evitare l’accesso al veleno.

Costo: Riteniamo che le trappole non costino tanto, va considerato che se ne comprano due quindi doppia possibilità di catturare i topi.

 

Contro

Peso: Le trappole sono troppo leggere, sarebbe preferibile fissarle al muro ma non tutti possono, fatto sta che si spostano facilmente.

Istruzioni: I clienti lamentano la totale assenza di istruzioni e quindi hanno qualche difficoltà, non sono neanche informati circa la necessità di usare i guanti per evitare di lasciare il loro odore sulla trappola, cosa che non fa abboccare i topi.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. Novaris set di trappole per topi e piccoli roditori

 

La trappola Novaris esclude l’impiego di veleni pertanto è uno strumento sicuro contro la caccia ai roditori poiché, anche se ci sono animali domestici o bambini non si lasciano in giro sostanze nocive. Va certamente messa una esca per invogliare il topo ad entrare ma queste possono essere rappresentate da noci, formaggio o altro cibo che possa stuzzicare l’appetito del corpo, dunque nulla di pericoloso. 

La trappola, in materiale plastico, presenta dei fori di aerazione anche se con il caldo è fondamentale liberare l’animale quanto prima poiché all’interno la temperatura potrebbe salire di parecchio. Tuttavia il vero problema è un altro, non possiamo escludere che l’animale resti ferito. 

È capitato, infatti, che al chiudersi della porta il topo restasse con la coda tranciata e chiaramente molte persone che scelgono un articolo del genere non vogliono causare danni fisici, oltretutto non è piacevole trovare una coda di topo a terra. Da questo punto di vista bisogna migliorare, magari aumentando le dimensioni della trappola. Perfetta, invece, l’estetica anche se dubitiamo che il topo ne sia attratto.

 

Pro

Niente veleno: La trappola non richiede l’utilizzo di veleno pertanto è un dispositivo totalmente sicuro, non c’è il rischio che il vostro animale domestico si avveleni accidentalmente.

Aerazione: Ci piace il fatto che la trappola sia totalmente chiusa a differenza delle classiche gabbiette, in questo caso utilissimi sono i fori di aerazione che permettono al topo di respirare.

Design: È una trappola molto efficace, del resto come testimoniato da parecchi clienti ma è anche bella esteticamente.

 

Contro

Attenti alla coda: Forse la trappola dovrebbe avere qualche centimetro in più di lunghezza, è capitato, infatti, che la porticina chiudendosi tranciasse di netto la coda del topo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

4. Aspectek trappola per topi piccoli riutilizzabile 6 pezzi

 

Le trappole Aspectek sono abbastanza classiche nel funzionamento ma non nei materiali. Queste sono fatte in plastica e acciaio, hanno il vantaggio di non impregnarsi di odore e soprattutto sangue come accade con le vecchie trappole di legno. 

I sei pezzi contenuti nella confezione possono essere facilmente posizionati in qualsiasi luogo, tanto al chiuso quanto all’aperto. Il loro utilizzo è semplicissimo ma vanno bene solo per i topi piccoli mentre hanno disatteso le aspettative nei confronti dei classici ratti di città, per loro serve altro. 

Naturalmente non servono esche avvelenate, pare che ottimi risultati li si ottengano con il burro di arachidi, una volta che il topo abbocca, la molla scatta senza lasciargli scampo. Naturalmente questo articolo non è adatto a chi tiene alla salute del topo. Il costo è poca cosa, quindi vale la pena provare.

 

Pro

Pulizia: Le trappole, rispetto a quelle classiche di legno cui evidentemente si ispirano, hanno il vantaggio di non impregnarsi di odore e assorbire il sangue, quindi sono facili da pulire.

Prezzo: Costano poco, bisogna considerare che una confezione comprende ben sei trappole, in questo modo possono essere disseminate in più punti.

Utilizzo: L’uso di queste trappole è semplicissimo, non servono istruzioni, bisogna solo preoccuparsi di individuare un’esca appetitosa per il topo.

 

Contro

Topi grandi: La trappola è efficace solo nel caso di topi piccoli mentre si è rivelata inadeguata con i grossi ratti di città.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

5. Kimimara trappola per la cattura dei topi senza ucciderli

 

Kimimara è un’altra di quelle trappole che non causano danni ai topi catturati e non richiedono l’impiego di esche velenose ma soltanto appetitose per il roditore. Ha una struttura solida, interamente in metallo però è soggetta alla ruggine, cosa che a lungo andare potrebbe anche compromettere il sistema di chiusura. 

È abbastanza spaziosa quindi il topo sta comodamente al suo interno, cosa ancora più importante è che non dovrebbe esserci il pericolo che la coda resti tranciata alla chiusura della porta. Probabilmente la trappola non è adatta per topi molto piccoli a causa del loro scarso peso che non fa attivare la chiusura, il risultato è che il topo mangia l’esca e se ne va tranquillamente. 

Qualcuno ha ovviato al problema mettendo una maggiore quantità di cibo di modo tale che il peso sia maggiore e la trappola scatti. Una grossa mancanza, secondo noi, è una maniglia che sarebbe utilissima per trasportare la trappola dopo aver catturato l’animale.

 

Pro

Struttura: La trappola è molto solida, totalmente realizzata in metallo. I clienti hanno apprezzato la sua resistenza.

Spaziosa: Dentro c’è abbastanza spazio, è una cosa importante non tanto per la comodità del topo quanto per evitare che la coda sia tranciata dalla porta.

 

Contro

Maniglia: Non ne comprendiamo l’assenza che a nostro modo di vedere sarebbe utilissima per trasportare la trappola col topo al suo interno.

Topi piccoli: La trappola non è molto efficace con i roditori parecchio piccoli, evidentemente sono troppo leggeri per far scattare il meccanismo di chiusura quindi mangiano l’esca e se ne vanno.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

6. Charlemain trappole per topi piccoli 6 pezzi riutilizzabili

 

Queste trappole sono realizzate in ABS, possono essere sistemate all’interno e all’esterno, anche in caso di pioggia il funzionamento non è pregiudicato. Il tutto è molto facile da pulire.

L’esca va inserita all’interno di un piccolo contenitore che poi bisogna inserire alla base. Si tratta di una buona trappola ma non è per tutte le occasioni o per meglio dire, non è per tutti i roditori. 

Pare che quelli grandi abbiano l’abilità sufficiente a mangiare l’esca senza che la trappola scappi mentre per quelli piccoli non c’è scampo, anzi, la morte è parecchio atroce in quanto il ratto viene letteralmente stritolato tra quelle che ricordano essere due fauci. 

Anche tenendo conto della quantità di trappole, riteniamo che il prezzo di vendita sia conveniente e nel caso caso in cui non si dovesse riuscire a catturare il topo, la somma investita sarebbe irrisoria. Ci permettiamo comunque di ricordare agli utenti che la trappola va toccata con i guanti per evitare di lasciare il proprio odore.

 

Pro

Inserimento esca: Il metodo per sistemare l’esca è molto comodo in quanto questa va in un cilindretto da avvitare alla base.

Spietata: Nel caso in cui il topo cada in trappola, per lui non c’è possibilità di scampo, è stritolato a morte tra due fauci in ABS.

Prezzo: Il set di trappole, ben sei, costa poco quindi anche se l’acquisto non dovesse soddisfare per qualsiasi motivo, non si sprecherebbe troppo denaro.

 

Contro

Dimensione dei topi: Se è vero che la trappola dà buoni risultati con i topini tipici della campagna, perde di efficacia con i grossi ratti che a quanto pare riescono a mangiare l’esca senza conseguenze.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

7. Giverny trappola per ratti e topi XXl con guanti

 

La trappola Giverny la consigliamo a chi deve vedersela con dei topi belli grossi mentre con quelli piccoli ci pare essere una esagerazione, anzi, la sua efficacia potrebbe essere inadeguata in questo caso. La confezione comprende sei trappole in ABS e guanti in omaggio. 

Per carità, niente di eclatante, si tratta di comunissimi guanti di gomma del valore di pochi centesimi eppure sono importantissimi perché fin dal primo momento la trappola non può essere maneggiata a mani nude per non lasciare il proprio odore che se avvertito dal topo, non si avvicina. 

II sistema di apertura è sicuro, si aziona con il piede pigiando dalla parte opposta delle ganasce, insomma ci si riesce a far male solo se lo si fa di proposito. Comodo e sicuro anche il sistema per l’inserimento dell’esca. A lasciarci perplessi è il prezzo, ok le trappole sono sei e anche grandicelle ma restiamo titubanti sul costo.

 

Pro

Apertura: Il sistema è concepito in modo tale da essere molto sicuro per l’uomo, la trappola si apre con il piede escludendo qualsiasi contatto con le ganasce.

Esca: Buono anche il sistema per l’inserimento dell’esca, sicuro e comodo in quando va inserita dalla base dopo essere stata messa in una storia di tappo da avvitare.

Potente: La trappola è molto potente, quando il topo termina nelle sue grinfie non c’è modo di liberarsi e la morte avviene in pochi istanti.

 

Contro

Costo: Riteniamo il prezzo della trappola troppo alto, nonostante la confezione comprenda sei pezzi e i guanti di lattice come bonus non sono niente di che.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

8. Leiping trappola elettrica per topi e altri roditori

 

La Leiping è una trappola elettrica che funziona tanto con i topolini di campagna quanto i classici ratti di città. L’animale, attratto dall’esca scelta a discrezione dell’utente, entra nella trappola e viene colpito da una scarica elettrica che lo uccide in pochi istanti. Un simile sistema è certamente meno cruento di quello a molla che stritola il topo, in questo caso la morte sopraggiunge velocemente. 

Chiaro, morire non è mai bello ma è indubbio che ci siano sistemi meno dolorosi di altri. Ma come si alimenta la trappola? Ci sono due possibilità: usare le batterie (non incluse) oppure collegare questa rat killer alla presa della corrente. Ad ogni modo che le batterie si consumano solo quando viene inferta la scarica elettrica.

Per capire se il topo ci ha lasciato le penne o, se preferite, il pelo, basta osservare l’apposito LED. Liberare la trappola dal cadavere è semplice, basta inclinare e il roditore scivola via, non troverete tracce di sangue anche se è giusto precisare che al momento della morte l’animale potrebbe rilasciare urina e/o feci. Nota negativa è il prezzo.

 

Pro

Scossa: Il ratto viene ucciso da una scossa velocemente, in questo modo si evitano lunghe sofferenze all’animale.

Alimentazione: Il doppio sistema di alimentazione è cosa molto comoda, in questo modo l’utente può scegliere tra batterie e presa della corrente.

Pulizia: Liberare la trappola dal roditore morto è molto semplice, basta inclinarla e l’animale scivola via senza necessità di doverlo afferrare con le mani.

 

Contro

Costo: Secondo noi questa trappola ha un unico aspetto svantaggioso (chiaramente questo non è il punto di vista del topo), il prezzo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida per comprare una trappola per topi

 

Se il problema dei topi vi sta togliendo il sonno è bene mettersi subito a caccia di buone offerte sul mercato. Sono troppe? Avete ragione ma di questo non dovete preoccuparvi perchè ci abbiamo pensato noi a restringere il campo, non prima di una attenta comparazione tra quelle vendute online, e individuare quelle che riteniamo essere le 8 migliori trappole per topi del 2022. 

Siamo comunque consapevoli che la nostra selezione potrebbe non rispondere in toto o in parte alle vostre esigenze, all’apparenza ciò potrebbe essere un problema ma non è così. Per quale motivo? Perché oltre a dirvi qual è secondo noi la migliore trappola per topi, vi spieghiamo anche come scegliere una buona trappola per topi. In sostanza condividiamo con voi non solo i nostri pareri ma anche le informazioni necessarie e i criteri da valutare prima di decidere quale trappola per topi comprare.

Trappole: quale tipo

Dobbiamo dire che il campionario è piuttosto ampio, senza dimenticare il terribile veleno ma su questo, magari, ci torneremo più avanti. Il topo può essere catturato vivo o morto a seconda del modello, così come può soffrire o meno al momento di essere catturato. 

Fin da bambini Tom e Jerry ci hanno insegnato che esiste la trappola a molla. Avete presente, è quella dove c’è sempre una esca al formaggio. Nel cartone animato non funziona mai ma nella vita reale non è così. Quando la molla scatta il topo resta bloccato, spesso morendo lentamente. Una morte meno atroce la comporta la trappola elettrica, questa è alimentata a batterie. Il roditore riceve una scossa di corrente che nella maggior parte uccide subito. 

Ci sono poi le gabbie con chiusura a scatto: il topo entra e la porticella si chiude. L’animale è catturato senza restare ucciso. C’è, poi, la colla da applicare su una superficie removibile. Anche questa è spietata e causa la morte dell’animale, non senza sofferenze. Il problema che sulla colla potreste trovarci incollato anche altro come, per esempio, delle lucertole o il vostro cane se ci mette la zampa sopra quindi attenzione.

 

Dimensioni e numero di trappole

Indipendentemente dalla tipologia da voi scelta, bisogna prendere quella della misura giusta e in quantità sufficiente. Ciò presuppone che voi abbiate visto chiaramente il topo o i topi. Una trappola troppo piccola probabilmente sarà inutile nei confronti di un ratto grande. Aggiungiamo dell’altro, difficilmente piazzare una sola trappola è sufficiente o almeno non basta per catturare il roditore in tempi brevi, questi sono animali furbi e a proposito, hanno un ottimo olfatto, se avvertono che l’esca è stata manipolata dall’uomo potrebbero non abboccare. Anche la disposizione delle trappole è importante, bisognerebbe cercare di scoprire il percorso del topo e piazzarle dove è solito passare. 

 

Gli ultrasuoni

Per completezza d’informazione parliamo brevemente degli ultrasuoni emessi da alcuni dispositivi. Questi, almeno in teoria, dovrebbero tenere lontano i roditori anche se non tutti sono concordi sulla loro efficacia. In questo caso, ovviamente, non parliamo di vere  e proprie trappole poiché il topo non viene catturato ma allontanato, mandato via.

Il veleno

Come promesso in precedenza affrontiamo anche il tema del veleno. Va bene, non va bene? Allora, sulla sua mortalità non ci sono dubbi ma ci sono una serie di problemi. Se avete animali domestici, potrebbero ingerirlo e purtroppo difficilmente ci sarebbe l tempo per salvargli la vita, proprio a causa della sua potenza mortale. Stesso discorso se in casa ci sono bambini, meglio evitare. 

C’è da aggiungere che quando il topo mangia il veleno potrebbe andare a morire chissà dove e magari potreste scoprirlo solo dalla puzza dell’animale in putrefazione. Insomma, prima di optare per il veleno riflettete su quanto abbiamo detto.

 

 

 

Come utilizzare la trappola per topi

 

Avete comprato una trappola per topi ma sono passati giorni e non ne avete catturato neanche uno? Sarà colpa della trappola oppure avete sbagliato qualcosa voi. Beh, per scoprire se l’errore è vostro, vediamo se avete seguito il procedimento giusto. Sia chiaro che indipendentemente dalla tipologia, i risultati non sono immediati, anche se prima o poi il ratto ci casca, serve solo tempo, pazienza ed evitare alcuni errori.

Usate i guanti

Uno degli errori più comuni è toccare la trappola a mani nude. Vi consegnano l’oggetto e ansiosi lo tirate fuori dalla confezione per guardarlo. Più lo maneggiate e peggio è, ma per qual motivo? I topi sono animali diffidenti e hanno un ottimo olfatto, se avvertono l’odore dell’uomo percepiscono il pericolo e si tengono alla larga dalla trappola, ecco perché bisogna toccarla con dei guanti.

 

La posizione della trappola

Anche dove si posiziona il prodotto è importante. Forse sapete che quando i topi camminano preferiscono costeggiare il muro, quindi è preferibile che la trappola sia accostata alla parete o quello che è. Sarebbe il caso di studiare l’avversario, cercare di capire che percorso fa per una migliore disposizione.

Usate più trapple

Indipendentemente dal tipo di trappola che si utilizza e anche se il topo dovesse essere soltanto uno, una singola trappola potrebbe non essere sufficiente. Più tranelli predisponete e maggiori probabilità avrete di catturare il roditore e nel minor tempo.

 

 

 

Domande frequenti

 

Cosa mettere nella trappola per topi? 

Quale sia la migliore esca per catturare i topi, non è semplice dirlo. Diciamo che va bene un po’ di tutto. Tuttavia a giudicare dai racconti di chi ha avuto problemi con i ratti pare che il burro di arachidi sia irresistibile per loro, ne sono molto ghiotti, più del formaggio che poi che altro non è che un luogo comune. La verità è che i topi mangiano di tutto. Magari provate a variare il menù della vostra trappola prima di incontrare il gusto del roditore che vi affligge.

Dove comprare trappole per topi?

Le trappole per topi possono trovarsi in vendita presso i ferramenta. Una maggiore scelta la si trova presso i negozi specializzati nel “fai da te” come Leroy Merlin oppure OBI. Una vasta scelta c’è anche online dove Amazon è solo uno dei possibili esempi.

 

Ci sono trappole che non nuocciono ai topi?

Anche se non si ha piacere a vivere insieme a uno o più topi non significa che se ne desideri la morte, per fortuna esistono strumenti non crudeli che permettono di dare buoni risultati, si tratta di trappole che rinchiudono l’animale, attratto da una esca innocua. Una volta catturato il roditore questo può essere liberato lontano da casa.

 

Perché dovrei preferire una qualsiasi trappola rispetto a del buon topicida?

C’è più di un valido motivo che porta a preferire le trappole al veleno. Piazzare del topicida in giardino o in qualsiasi altro posto è un pericolo per gli animali domestici che potrebbero ingerirlo, se ciò dovesse accadere non avrebbero scampo. Il veleno è anche un potenziale pericolo per i bambini. Un topo avvelenato non muore nel punto dove ha ingerito il veleno, dopo bisogna mettersi alla ricerca della carcassa che dopo qualche giorno emanerà cattivo odore, ecco magari a quel punto sarà più facile trovare il roditore.

 

Il topo ha mangiato l’esca ma la trappola non è scattata, come mai?

Se l’esca è sparita ma del topo non c’è traccia può esserci più di una spiegazione: la trappola funziona male, oppure bisogna regolare meglio la sensibilità (se la funzione è prevista), un topo troppo leggero potrebbe non far scattare la trappola così come uno grande potrebbe essere in grado di portare via indisturbato il cibo perché la trappola è piccola per le sue dimensioni.

 

 

 

DEJA UN COMENTARIO

0 COMENTARIOS