Le Otto Più Belle E Resistenti Piante Mediterranee Da Giardino

Ultimo aggiornamento: 06.10.22

 

Le piante e le specie arbustive della macchia mediterranea sono note per le elevate capacità adattative alle condizioni pedoclimatiche della nostra Penisola. Ecco le otto varietà più belle e resistenti da coltivare nel proprio giardino.

 

Nel novero delle piante mediterranee rientrano tutte quelle specie arbustive e cespugliose coltivate nelle zone del bacino mediterraneo caratterizzate da climi caldi e aridi, dove le estati sono spesso lunghe e aride, con precipitazioni piovose molto scarse.

Sempre più diffuse nelle case e nei giardini italiani per la loro facilità di coltivazione e la capacità di adattarsi a diverse condizioni climatiche, sono un concentrato di colori e profumi, costituendo un habitat prezioso per molte specie animali selvatiche e fonte di prodotti di pregio quali miele, liquori, frutta, erbe aromatiche e sostanze medicinali.

Molti di questi arbusti ornamentali sempreverdi sono protagonisti indiscussi del giardino mediterraneo, una delle tipologie di dehor più affascinanti e suggestive dal punto di vista estetico, grazie alla presenza di piante perenni, siepi sempreverdi e fiori variopinti che richiamano i tipici paesaggi del Mediterraneo.

Oltre a regalare un piacevole angolo di relax e privacy, alcune piante della macchia mediterranea sono capaci di valorizzare e abbellire in maniera sorprendente qualsiasi spazio esterno, rivelandosi utili anche per creare delle zone d’ombra in cui rifugiarsi nelle calde giornate estive.

Ovviamente, per coltivare questi tipi di arbusti e alberi nel proprio giardino bisogna considerare diversi fattori, come le dimensioni, la tipologia di terreno, l’esposizione, le esigenze idriche e, non ultima, l’adattabilità a specifiche condizioni ambientali. Vediamo di seguito quali sono le otto più belle e resistenti piante mediterranee da giardino e come coltivarle.

 

1. Agave

Pur essendo originarie delle zone calde e desertiche del continente americano, le Agave sono le piante succulente più rappresentative della macchia mediterranea e, al pari del Fico d’India e degli agrumi originari dell’Asia, si sono ben adattati al clima mediterraneo, crescendo e prosperando anche nelle nostre zone.

Si tratta di una pianta grassa poco esigente e molto resistente che preferisce un’esposizione in pieno sole, accontentandosi di annaffiature sporadiche anche nei periodi più afosi dell’anno.

Per coltivarle in piena terra è fondamentale che il terreno sia ben drenato e tendenzialmente subacido, evitando i substrati troppo argillosi e compatti che potrebbero causare marciumi radicali.

Se il suolo del nostro giardino non fosse adatto, si può scavare una buca molto larga e profonda da riempire con del terriccio specifico per cactacee o una miscela in cui vi sia un’alta percentuale di ghiaia e sabbia.

 

2. Ginestra

Tra gli arbusti da giardino maggiormente diffusi nella macchia mediterranea, il più semplice da coltivare per l’elevata capacità di adattamento climatico è sicuramente la Ginestra, che da maggio a giugno regala una lunga e abbondante fioritura con bellissimi fiori di colore giallo intenso e particolarmente profumati.

Utilizzata soprattutto per creare cespugli da giardino perenni, è una pianta rustica che nelle zone mediterranee cresce sui terreni più ostili e privi di vegetazione, sopportando senza problemi temperature fino a -8°C.

Si può coltivare sia in piena terra sia in vaso, prediligendo le posizioni soleggiate e i terreni alcalini. Ogni anno, alla fine della fioritura, i rami della ginestra vanno potati a un quarto della lunghezza per favorire l’emissione di nuovi getti e una copiosa fioritura la primavera successiva.

 

3. Ginepro

Il ginepro è una pianta sempreverde da esterno che nei giardini mediterranei viene spesso coltivata sotto forma di siepe.

In natura cresce lungo i pendii collinari e montani, su terreni particolarmente ricchi di sostanze organiche, raggiungendo un’altezza di tre metri.

I fiori, piccoli e appariscenti, compaiono in primavera, presentando una colorazione giallastra se maschili e verdognola se femminili, mentre i frutti (detti “coccole”) sono piccole bacche sferiche, che da verdi diventano nere a maturazione completata, largamente impiegate in cucina, nel settore dell’erboristeria e nel campo profumiero.

 

4. Rosmarino

Anche il rosmarino rientra tra le piante da giardino più utilizzate per arricchire gli spazi esterni perché molto rustica e facile da coltivare.

Perfetta anche per creare una siepe sempreverde fiorita, visto che da maggio a ottobre produce degli splendidi fiori di un bel colore azzurro-violetto riuniti in grappoli all’ascella delle foglie, richiede pochissime cure e cresce bene anche in terreni poveri e calcarei, purché ben esposti al sole.

 

5. Cisto

Coltivabile anche in terreni poveri e particolarmente aridi, il Cisto è una pianta da esterno sempreverde, appartenente alla famiglia delle Cistaceae e autoctona del bacino Mediterraneo, che comprende circa una ventina di specie di diversa varietà.

Si contraddistingue rispetto agli altri arbusti della macchia mediterranea per la sua generosa e duratura fioritura che, nel periodo da aprile a giugno, regala dei fiori molto simili nell’aspetto alle rose selvatiche, con colorazioni che vanno dal rosa acceso al bianco candido.

 

6. Fico

Un’altra valida soluzione per chi è alla ricerca di piante ornamentali da giardino resistenti alla siccità e al freddo è sicuramente il fico, un albero da frutto mediterraneo che può raggiunge i sette-otto metri di altezza, presentando foglie di grosse dimensioni, con tre o cinque lobi.

Pur mostrando ottime capacità di adattamento, non ama i terreni troppo argillosi o umidi, preferendo quelli sassosi, calcarei e ben drenati in quanto sensibile all’asfissia radicale.

 

7. Yucca

Se volete arricchire il giardino mediterraneo con un tipo di pianta capace di fiorire anche in condizioni di siccità estrema, potreste fare un pensierino sulla Yucca, un genere di piante ornamentali da esterno appartenente alla famiglia delle Asparagaceae, originario delle zone a clima tropicale secco, come i Caraibi, il Messico e la California.

Si può coltivare quasi ovunque nel nostro Paese e, nel periodo estivo, gli esemplari adulti producono delle grosse pannocchie, che portano numerosi fiori campanulati, di colore bianco o crema.

Altra particolarità di questa pianta è che si può moltiplicare sia per divisione del tronco, utilizzando un buon mastice per innesto per facilitare l’attecchimento della talea, sia prelevando i germogli che si formano alla base della pianta.

 

8. Artemisia arborescens

L’Artemisia arborescens è un arbusto mediterraneo dalla forma tondeggiante e di medie dimensioni, che difficilmente supera il metro di altezza, quindi ideale per i giardini rocciosi, nei quali possono formare piacevoli cuscini di foglie verdi brillanti.

I piccoli fiori gialli che sbocciano a capolino da giugno ad agosto vengono utilizzati in erboristeria per le loro proprietà antipiretiche, vermifughe e stimolanti, mentre il fogliame presenta un sapore pungente e aromatico che trova largo impiego in cucina.

 

DEJA UN COMENTARIO

0 COMENTARIOS