I Migliori Rimedi Naturali Per Eliminare I Moscerini Dalle Piante

Ultimo aggiornamento: 06.10.22

 

Il problema dei moscerini che svolazzano tra le piante del giardino è molto comune e nella vita di un amante del verde tende a ripresentarsi piuttosto di frequente. Ecco alcuni rimedi casalinghi molto efficaci per eliminarli una volta per tutte ed evitare che tornino a fare visita alle nostre colture.

 

Anche se si tratta di insetti tendenzialmente innocui per l’uomo, alcuni tipi di moscerini possono mettere in serio pericolo l’incolumità delle nostre piante, soprattutto quando si insediano in grandi sciami nel giardino o tra le colture dell’orto.

Tra i più dannosi per il verde troviamo gli sciaridi (conosciuti anche con il nome di moscerini dei funghi), le cui larve si nutrono delle radici delle piante, favorendo lo sviluppo di funghi fitopatogeni e marciumi radicali.

Gli esemplari più soggetti all’attacco di questi piccoli insetti neri sono le specie ornamentali e orticole coltivate in ambienti umidi e poco ventilati, come grow box, serre e appartamenti, situazione che viene ulteriormente peggiorata dalla totale assenza di predatori naturali.

Anche in presenza di pochi moscerini non bisogna mai abbassare la guardia, ma intervenire tempestivamente prima che la situazione peggiori. A tal proposito, esistono alcuni metodi naturali molto efficaci, che consentono di eliminare questi sgraditi ospiti in maniera sostenibile e senza danneggiare le nostre amate piante.

 

Moscerini piante: da dove vengono e come si moltiplicano

Per capire come eliminare i moscerini dalle piante, dobbiamo innanzitutto conoscere bene il “nemico” con cui abbiamo a che fare, cosa lo attira e cosa invece lo respinge, così da mettere in atto strategie più mirate ed efficaci.

Per prima cosa, quando parliamo di moscerini delle piante ci riferiamo a una famiglia cosmopolita di insetti appartenenti all’ordine dei Ditteri, comunemente conosciuta con il nome di Sciaridi.

Proprio come le mosche, anche questo moscerino è un insetto di piccole dimensioni, caratterizzato da un corpo esile di colore grigio-nero, lungo da 1 a 8 mm, con testa piccola dotata di apparato boccale succhiante e ali dalle venature molto chiare.

Le femmine sono solite deporre le uova vicino alle radici delle piante, che dopo circa 4-6 giorni dalla deposizione si schiudono liberando delle larve bianche nella terra, lunghe da 5 a 12 mm, prive di zampe e con una testa nera piuttosto evidente, dotata di un apparato boccale che gli permette di mordere e masticare.

Successivamente le larve passano allo stadio pupale e si trasformano nell’arco di 5-6 giorni in insetti simili a mosche.

Sebbene la vita di uno sciaride sia relativamente breve (l’intero ciclo dura solo quaranta giorni), le femmine possono accoppiarsi e deporre fino a trecento uova già dopo poche ore dal passaggio allo stadio adulto.

Dal momento che questi ditteri si moltiplicano con una velocità sorprendente, per non rischiare che la presenza di poche larve nel terreno si trasformi rapidamente in un’invasione di moscerini difficile da eradicare, è fondamentale intervenire tempestivamente per risolvere il problema nel modo più efficace.

 

Come eliminare i moscerini dalle piante: le misure preventive

Accorgersi della presenza di moscerini nelle piante non è difficile, visto che già dopo 1-2 settimane dall’infestazione l’esemplare colpito rallenta la crescita e la fioritura, mostrando foglie ingiallite e perdita di vigore.

Prima, però, di spiegarvi come allontanare i moscerini dalle colture con prodotti specifici e rimedi fatti in casa, è bene ricordare che la prevenzione è la prima arma di difesa contro qualsiasi insetto o parassita del verde.

Dal momento che l’habitat ideale per la proliferazione degli sciaridi sono gli ambienti umidi e poco ventilati, la prima strategia da mettere in atto è ridurre le irrigazioni allo stretto necessario, innaffiando le piante solo quando il terreno risulta completamente asciutto. Riducendo la quantità di acqua somministrata si otterrà, infatti, anche un calo dell’umidità presente nel substrato che, a sua volta, impedirà la schiusa delle uova.

Un’altra accortezza da adottare riguarda la scelta del terriccio da utilizzare come substrato per coltivare le piante in vaso o migliorare la consistenza del terreno nel giardino. Le miscele particolarmente economiche o che presentano componenti organiche non completamente mature (come il compost non stagionato), oltre ad attirare i moscerini, possono contenere già al loro interno uova o larve di Sciaridi.

Pertanto, è sempre consigliabile scegliere un prodotto di buona qualità che sia stato sottoposto a opportuni controlli prima della messa in vendita (se volete saperne di più sui terricci leggete questo articolo).

Infine, piazzare delle trappole nei dintorni delle piante è un altro metodo molto efficace per eliminare i moscerini ed evitare che si riproducano. Può andar bene anche una tradizionale trappola per vespe adesiva che, oltre a difendere le coltivazioni dagli Sciaridi, si rivela molto efficace anche contro altri insetti fitofagi come zanzare, moscerini della frutta, tarme e afidi.

In alternativa, potete anche costruirne una in autonomia riempiendo un bicchiere per ¾ con acqua e per la restante parte con dell’olio da cucina. Piazzandolo vicino alle piante interessate, i moscerini neri verranno attirati dall’esca e, posandosi sul bicchiere, si impregneranno di olio e non riusciranno più volare, morendo così soffocati. Questo metodo si rivela utile anche per liberarsi dei moscerini in casa.

Come eliminare i moscerini dalle piante: rimedi naturali

Prima di ricorrere a degli insetticidi per moscerini di matrice chimica, che possono risultare tossici per le piante e hanno comunque un maggiore impatto ambientale, vale la pena provare a risolvere il problema con alcuni prodotti di origine completamente naturale.

Uno di questi è il piretro, una sostanza ad ampio spettro ricavata da un tipo di margherita africana, ammessa anche in regime di coltivazione biologica.

Tuttavia, dal momento che colpisce tutti gli insetti, compresi quelli utili, è consigliabile limitarne l’uso ai casi di effettiva necessità, evitando di trattare piante in fioritura per non danneggiare le api.

Un altro rimedio naturale contro i moscerini è l’olio di Neem, che agisce come repellente anche contro altri insetti fitofagi. Il suo odore molto forte e pungente allontanerà le mosche adulte e impedirà loro di deporre uova, oltre a rendere sterili quelle già deposte una volta versato nel terreno.

Infine, un altro potentissimo alleato contro questi sgraditi ospiti è l’agio: piantare questa erbacea in prossimità delle piante scoraggerà gli attacchi da parte di moscerini e altri parassiti perché con il suo forte odore coprirà quello delle altre colture, lasciando gli insetti confusi e incapaci di identificare le loro “vittime” mediante l’olfatto.

 

 

DEJA UN COMENTARIO

0 COMENTARIOS