La perfetta gestione di una serra

Ultimo aggiornamento: 28.09.22

 

Non basta mettere le piante al riparo e pensare che il lavoro finisca lì, ci sono alcuni lavoretti da fare all’occorrenza per il bene delle vostre piante, vi spieghiamo quali.

 

Un tempo le colture erano necessariamente subordinate al clima, un freddo eccessivo poteva impedire a questa o quella pianta di sopravvivere. Ciò è stato vero fin quando l’ingegno dell’uomo ha concepito il concetto di coltura protetta grazie alla quale si può avere un controllo del clima, coltivare specie di piante e ortaggi in ambienti differenti da quelli di origine, anticipare o ritardare i tempi di produzione di un vegetale o addirittura coltivare fuori stagione. 

È chiaro che a seconda dei casi la serra deve avere determinate caratteristiche che la differenziano per complessità ma anche per durata di utilizzo. Ma come va gestita una serra per massimizzare la produzione? Per scoprirlo continuate con la lettura.

 

Eliminate la condensa

All’interno di una serra si forma la condensa e questo avviene anche in quelle riscaldate. È bene eliminarla, perciò qui di seguito vediamo come. Nelle ore più calde della giornata la serra va arieggiata e questa operazione deve essere fatta tutti i giorni. Potrebbe capitare che non ci sia un sufficiente passaggio d’aria, in questo caso bisogna intervenire con un tira acqua oppure asciugare la superficie interna con degli stracci. Una soluzione del genere è attuabile per le serre piccole, quelle grandi devono necessariamente essere progettate e costruite affinché si possa far circolare le correnti d’aria.

La pulizia

È buona norma pulire una volta al mese le serre di vetro o plastica, meglio usare un prodotto sanificante. Non sfuggono alla pulizia le serre con teli in PVC, in questo caso però, la pulizia potrebbe non bastare a eliminare l’opacità e i suddetti teli andrebbero dunque cambiati così da assicurare un perfetto passaggio della luce del sole.

 

Nuove piante e parassiti

Quando la vostra serra accoglie una nuova pianta, controllate che questa sia sana, senza malattie, così da scongiurare il pericolo che possa fare ammalare anche quelle che le si trovano vicino. Utilizzate dei vasi e del terriccio sicuro. Se sospettate che la pianta abbia qualche problema, tenetela isolata, ricordate che le fitopatologie si diffondono velocemente. 

Nel caso in cui le foglie diventino marce o maculate la pianta va isolata, quindi individuata l’esatta causa si dovrà eseguire un trattamento specifico di prevenzione sulle altre piante. Uno dei parassiti più presenti nelle serre è la cocciniglia cotonosa, una famiglia di insetti che emettono una sorta di cera che infesta le foglie. Come sempre le piante colpite vanno isolate e si tenta di recuperarle eliminando il primo strato di terriccio e le cocciniglie, quindi si procede con un trattamento a base di olio minerale.

 

Foglie gialle e piante marce

I marciumi fogliari sono la normalità nelle serre ma ciò non vuol dire che bisogni restare passivi.La causa prncipale è l’umidità eccessiva, in questo caso vi rimandiamo al paragrafo sulla condensa. Eliminate le piante marce. Le foglie gialle vanno tagliate e non lasciata cadere al suolo altrimenti contribuisce a far aumentare l’umidità oltre a favorire la formazione di muffa.

 

La sanificazione

Una volta l’anno la serra da giardino economica va pulita per bene e sanificata. L’opera di sanificazione, infatti, contrasta l’insorgere di batteri e patogeni. Per la sanificazione è sufficiente della candeggina da nebulizzare sulle superfici. Questa operazione di sanificazione segue quella della pulizia, perciò lavate sia la parte interna sia quella esterna. Quando si sanifica la serra bisogna indossare mascherina e occhiali protettivi. 

 

La manutenzione delle serre con riscaldamento

Con l’arrivo dell’autunno bisogna verificare che l’impianto sia funzionante, è importante non farsi trovare impreparati con le prime gelate. Nel caso di impianti di riscaldamento ad acqua circolante, accendetelo e fate uscire l’aria accumulata. L’impianto deve restare in funzione per una dozzina di ore. Verificate i valori sul termostato e se ci sono perdite alle giunture. 

Quanto agli impianti di riscaldamento a ventilazione forzata controllate che siano liberi da polvere, ragnatele ecc sia il condotto sia le resistenze. A tale scopo va bene un compressore oppure un aspirapolvere. Verificate anche l’eventuale presenza di fori e danneggiamenti dei cavi, visto che i topi possono fare parecchi danni.

La riparazione

Le coperture di plexiglass e di vetro risentono degli sbalzi termici e possono creparsi o scollarsi. Per la scollatura si può porre rimedio con del silicone mentre le crepe possono essere riparate con dello stucco da applicare all’interno e all’esterno. Prima della riparazione la superficie va pulita con cura. Nel caso di serre con teli di PVC, si può intervenire con una o più toppe con del nastro telato o retinato, mentre se il danno è esteso conviene sostituire l’intera copertura.

 

 

DEJA UN COMENTARIO

0 COMENTARIOS