Le 8 Migliori Roncole Del 2022

Ultimo aggiornamento: 06.10.22

 

Roncole – Guida agli acquisti, Opinioni e Comparazioni

 

Nonostante sia stata surclassata da strumenti più moderni e tecnologici, la roncola resta ancora oggi uno degli attrezzi manuali più utilizzati in agricoltura per falciare, disboscare e tagliare sterpaglie, rami e piccoli arbusti. In commercio si possono trovare modelli di ogni prezzo e con caratteristiche specifiche, ma noi oggi vi proponiamo quelli che, secondo le opinioni degli acquirenti, si sono dimostrati i migliori per qualità e prestazioni. In particolare, vi consigliamo di tenere d’occhio la Fiskars WoodXpert XA3, dotata di un’affilata lama in acciaio temprato con un’ottima tenuta del filo e un’eccellente resistenza alla corrosione. Anche la Falci 290104-0 è una proposta molto interessante, perché caratterizzata da un buon bilanciamento che la rende ideale anche per chi è alle prime armi.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Le 8 migliori roncole – Classifica 2022

 

La nostra tabella di comparazione qui di seguito confronta prezzi, pregi e difetti delle migliori roncole del 2022 per aiutarvi a scegliere il modello più adatto alle vostre esigenze e possibilità di spesa. Leggete con attenzione la recensione che ne abbiamo fatto e i pareri espressi dagli altri utenti in modo da trarre le vostre conclusioni.

 

1. Fiskars WoodXpert XA3, 1003609 – Roncola

 

La roncola WoodXpert XA3, proposta dal noto brand finlandese Fiskars, conquista il primo posto della nostra classifica sia per le ottime caratteristiche tecniche sia per l’elevata qualità dei materiali che ne fa un attrezzo estremamente resistente e durevole nel tempo.

Grazie alla lama ricurva interamente realizzata in acciaio temprato ad alta durezza si rivela ideale per sfoltire siepi e tagliare i rami più duri e spessi con il minimo sforzo, garantendo un’impeccabile tenuta del filo anche quando sottoposta a carichi statici vicini ai limiti di rottura.

La struttura ben bilanciata in funzione al peso e alle dimensioni complessive fa affidamento su un manico in plastica con rivestimento antiscivolo ed estremità incurvata che permette di lavorare in maniera confortevole e sicura, assicurando una presa più salda anche quando la mano è sudata o bagnata.

Tuttavia, per quanto sia solido e ben realizzato, non è in grado di attutire i colpi inferti sulla superficie né di assorbire efficacemente le vibrazioni che si creano durante il taglio, il che lo rende poco adatto per gli utilizzi professionali che richiedono prestazioni di un certo livello.

 

Pro

Lama: Interamente realizzata in acciaio temprato dall’elevato spessore, assicura un taglio netto e di alta qualità anche a seguito di utilizzi intensivi.

Leggera: Un altro pregio della roncola Fiskars è la particolare leggerezza della struttura che la rende molto maneggevole e pratica da usare.

Resa: Sebbene il prezzo alto potrebbe far storcere il naso a qualcuno, possiamo garantirvi che l’investimento sostenuto verrà ripagato nel tempo dall’elevata resa costruttiva di questo attrezzo, che vale ogni centesimo speso.

 

Contro

Plastica: Il manico in plastica, pur essendo di buona qualità, non ha alcun potere di attutire gli urti e le vibrazioni che si generano all’impatto con la superficie da tagliare.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

2. Falci Roncola Varese Mod. 290104-0

 

Tra le numerose offerte disponibili sul mercato merita di essere presa in considerazione anche quella della celebre azienda italiana Falci, da molti considerata la migliore marca quando si tratta di attrezzi per il giardinaggio e il disboscamento. Ideale per gli utilizzi saltuari e non troppo impegnativi, si rivolge soprattutto a giardinieri e agricoltori in erba che devono ripulire il proprio spazio verde da rami secchi, piccoli arbusti ed erbacce ben radicate.

Quanto appena detto, però, non deve far pensare a un giocattolo, perché nonostante la notevole leggerezza della struttura e le dimensioni contenute si tratta di un attrezzo estremamente solido e performante che ha dimostrato di saper fare bene ciò per cui è stato progettato.

Vi renderete conto della bontà dell’acquisto dopo aver osservato il taglio, che risulta preciso e netto grazie alla lama da 25 cm interamente realizzata in acciaio temprato per garantire maggiore resistenza alla corrosione e alle deformazioni causate da agenti chimici e improvvisi sbalzi di temperatura.

 

Pro

Manico: L’impugnatura in cuoio assicura una presa stabile e confortevole, rendendo più facile il controllo dei movimenti durante l’utilizzo.

Materiali: Una roncola Varese ben realizzata, particolarmente robusta e caratterizzata da una lama in acciaio temprato che la rende ideale per il taglio di rami non troppo spessi e piccoli lavori di precisione.

Praticità: L’occhiello sull’estremità inferiore dell’impugnatura con tanto di anello in metallo permette di fissare l’attrezzo alla cintura dei pantaloni o allo zaino per agevolarne il trasporto.

 

Contro

Manutenzione: Il manico necessita di un trattamento impermeabilizzante, da effettuare con cadenza annuale, per rendere il cuoio più resistente al deterioramento e all’umidità.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. Rinaldi Roncola Varese Art. 104

 

Quella di Rinaldi è una roncola Varese un po’ grezza nelle rifiniture ma comoda da utilizzare grazie all’impugnatura in resina con incavi per le dita che favorisce l’assunzione di una posizione ottimale per lavorare comodamente e in modo agevole.

Pur non essendo il modello più economico che si possa trovare in circolazione, abbiamo deciso di inserirlo tra i nostri consigli d’acquisto in virtù della dotazione di una lama a mezzaluna in acciaio inossidabile che assicura un’ottima tenuta del filo e un’eccellente resistenza alla corrosione anche quando sottoposta a carichi di lavoro importanti.

Il buon bilanciamento del peso e le giuste proporzioni lo rendono un attrezzo sorprendentemente maneggevole e pratico da usare, rivelandosi la scelta d’elezione per chi deve eseguire grossi lavori di potatura e diserbo che richiedono un taglio netto e deciso per evitare di danneggiare le piante.

Gli utenti si sono detti molto soddisfatti anche della qualità dei materiali scelti per la sua costruzione, che si sono rivelati estremamente resistenti per sopportare senza problemi anche le sollecitazioni più intense.

 

Pro

Maneggevole: Sul fronte della praticità d’uso le prestazioni della roncola Varese Rinaldi sono a dir poco eccellenti, dal momento che la particolare leggerezza della struttura ne agevola l’utilizzo anche per chi non ha molta dimestichezza con attrezzi di questo tipo.

Versatile: Il design a mezzaluna della lama la rende adatta sia per la falciatura sia per il taglio e lo sfoltimento delle fronde.

Comoda: Un altro aspetto positivo riscontrato dagli acquirenti riguarda le vibrazioni, che sono ridotte grazie al manico ergonomico in resina che attutisce efficacemente gli urti e i contraccolpi.

 

Contro

Costosa: Non è venduta a prezzi bassi, ma bisogna anche dire che il marchio Rinaldi è sempre una garanzia in termini di qualità e prestazioni.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

4. Ausonia Roncola in Acciaio Inox con Manico in Legno

 

Se vi state chiedendo dove acquistare un falcetto più economico ma di buona qualità, vi consigliamo di dare una chance alla roncola proposta da Ausonia, ideale per i piccoli lavori di potatura e la pulizia degli alberi da frutto di dimensioni contenute.

Il manico in legno con tripla rivettatura permette di maneggiare l’attrezzo con estrema facilità per eseguire tagli sottilissimi e precisi, mentre la lama curva in acciaio dalla lunghezza di dieci centimetri mantiene il filo a lungo e assicura la robustezza necessaria per sopportare gli utilizzi intensivi, senza compromettere la qualità del taglio.

Giudizi positivi anche in merito alla struttura leggera e compatta che, oltre a rendere più agevole il trasporto e il rimessaggio dell’attrezzo, affatica meno il braccio e permette, quindi, di portare a termine il lavoro senza sudare le fatidiche sette camicie.

Se pensate che questo possa diventare il vostro nuovo attrezzo per la cura e la pulizia del vostro spazio verde, date un’occhiata ai suoi pro e contro elencati qui di seguito prima di procedere all’acquisto.

 

Pro

Rapporto qualità/prezzo: La ronca Ausonia rientra tra i modelli più venduti e apprezzati dagli utenti per la buona qualità costruttiva e il prezzo che non spaventa.

Leggera e maneggevole: Promossa a pieni voti anche sul fronte della maneggevolezza grazie al peso contenuto e al design compatto che ne facilitano l’utilizzo.

Efficiente: Il filo rimane tagliente anche dopo diversi anni di servizio, abbattendo notevolmente tempi e costi di manutenzione.

 

Contro

Per piccoli lavori di potatura: Considerate le dimensioni contenute non la consigliamo a chi deve tagliare rami particolarmente spessi o disboscare aree molto vaste.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

5. Made in Italy Ronca Professionale Tipo Bergamo

 

La ronca professionale a marchio Made in Italy è all’altezza del suo nome: solida, maneggevole e versatile, si presta a una grande varietà di tagli in agricoltura a fronte di un investimento non particolarmente eccessivo e in linea con la buona qualità dei materiali scelti per la sua costruzione.

La lama metallica curvata a forma di uncino presenta un’ottima affilatura dal lato concavo per tranciare senza sforzo anche i rami più duri e spessi, ed è munita di codolo in legno sul quale sono impilati una serie di anelli in cuoio che rendono l’impugnatura più confortevole e meno scivolosa.

Alla base del manco troviamo un pratico gancio che permette di appendere comodamente l’attrezzo alla cintura dei pantaloni o allo zaino per facilitarne il trasporto, così da portarlo con sé anche in occasione di un’escursione o una gita tra i boschi per farsi strada tra la vegetazione in mancanza di sentieri battuti.

 

Pro

Versatile: La ronca Made in Italy è del tipo Bergamo, ossia caratterizzata da una lama a uncino affilata dal lato concavo per tagliare i rami spessi, potare le canne, sfoltire le fronde degli alberi, fare innesti e aprire varchi tra la vegetazione.

Manico: Il codolo con anelli in cuoio agevola la presa e rende l’utilizzo dell’attrezzo più confortevole.

Trasporto: Il peso contenuto e la presenza di un gancio all’estremità dell’impugnatura facilitano il trasporto della roncola per averla sempre a portata di mano quando necessario.

 

Contro

Da affilare: Prima dell’utilizzo è necessario ripristinare il filo della lama con una pietra cote a grana fine per renderla più tagliente e migliorare la qualità del taglio.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

6. Verdemax Roncola per disboscare Mod. 4258

 

Per i lavori di disboscamento, potatura degli arbusti e manutenzione delle aree verdi consigliamo la roncola Verdemax, un modello dalla tipica forma a mezzaluna con lama larga e tagliente. Apprezzata soprattutto per il suo elevato livello qualitativo, dispone di una lama da 21 cm realizzata in acciaio temprato rivestito da uno strato antiaderente che assicura tagli netti e precisi già con una minima pressione, offrendo resistenza, lunga durata e un’ottima praticità d’uso.

L’impugnatura, invece, è in plastica rigida con finitura ruvida antiscivolo per garantire una presa salda e confortevole sull’attrezzo, annoverando tra i suoi pregi anche un peso estremamente contenuto che rende il lavoro più agevole e meno sfiancante.

Il manico è progettato per essere impugnato con una mano sola ed è provvisto di un pratico foro all’estremità per poter appendere l’utensile e risparmiare spazio prezioso quando bisogna metterlo via.

Nella dotazione è inclusa anche una protezione in plastica rigida per la lama che permette di trasportare e riporre l’attrezzo in tutta sicurezza, proteggendo al contempo il filo dallo sporco e dalla corrosione.

 

Pro

Resistente: L’acciaio SK5 ad alto tenore di carbonio con cui è realizzata la lama garantisce un’elevata resistenza alla corrosione e alle deformazioni elastiche causate da agenti esterni e sbalzi termici improvvisi.

Praticità: La struttura compatta e leggera, il copri-lama in dotazione e il foro alla base del manico ne fanno un attrezzo molto comodo e pratico da trasportare.

Costo: Si distingue dagli altri modelli venduti online anche per il convincente rapporto qualità/prezzo che lo rende la scelta ideale per chi vuole risparmiare sulla spesa ma non sulla resa.

 

Contro

Affilatura: Prima di mettersi al lavoro consigliamo di rifinire il filo della lama con una cote o un’affilatrice per coltelli in modo da sgrossare e allineare l’affilatura.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

7. Burg Coltello A Roncola Aperta Per Potatura

 

A chi sta cercando una roncola a serramanico professionale di piccole dimensioni e facile da trasportare suggeriamo di tenere d’occhio il modello commercializzato dall’azienda tedesca Burg, che nonostante sia il più economico della nostra guida all’acquisto garantisce prestazioni di tutto rispetto.

La lunghezza totale quando è aperta è di soli diciotto centimetri, mentre da chiusa occupa pochissimo spazio per riporla comodamente nello zaino o nel pratico fodero in nylon a corredo senza comportare alcun problema di ingombro.

La lama curvata all’estremità è realizzata in acciaio inossidabile per garantire una maggiore durata nel tempo, permettendo di tagliare piccoli rami, rimuovere la corteccia senza rovinare il legno e praticare incisioni sui tronchi degli alberi per preparare gli innesti o raccogliere la resina.

Gli utenti l’hanno apprezzata sia per la sua spiccata versatilità d’uso sia per la buona fattura, sebbene l’unica pecca, secondo alcuni, sia la mancanza di un foro o un gancio sul manico, entrambi molto utili per appendere l’attrezzo alla cintura in caso di escursioni e gite in montagna.

 

Pro

Ripiegabile: Tra i principali vantaggi della roncola a serramanico Burg segnaliamo la struttura pieghevole capace di ridurne al minimo l’ingombro per riporla agevolmente nella pratica custodia inclusa nella dotazione e risparmiare spazio prezioso.

Qualità/prezzo: Il costo è molto conveniente, ma senza per questo rinunciare a un attrezzo valido e dalla buona resa costruttiva.

Leggera: Pollice in su anche sul fronte della maneggevolezza, visto che la particolare leggerezza della struttura ne facilita l’utilizzo anche per chi non ha molta esperienza.

 

Contro

Foro: Manca un occhiello sull’estremità del manico per poter appendere l’utensile alla cintura o alla parete.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

8. Falci Roncola Frattarola 1351038G

 

L’ultimo modello che vi proponiamo è la roncola frattarola commercializzata dal brand italiano Falci, interamente realizzata in acciaio forgiato e dotata di manico in legno levigato rifinito con verniciatura lucida.

Grazie alla lama ricurva, questo tipo di attrezzo si rivela ideale per sfoltire la vegetazione, falciare l’erba, liberare il terreno dalle infestanti e potare alberelli e piccoli cespugli nei giardini, ponendosi quindi come valido strumento tuttofare che non dovrebbe assolutamente mancare in un kit da giardinaggio che si rispetti.

Si tratta, inoltre, di un tipo di roncola che agevola il lavoro grazie al manico lungo circa 46 cm che può essere impugnato con entrambe le mani, permettendo così di lavorare comodamente senza dover stare con la schiena continuamente piegata. Degna di elogi anche la maneggevolezza dell’utensile, dovuta a un’impugnatura ergonomica che, pur essendo sprovvista di un rivestimento in soft-grip, risulta comunque comoda.

La comodità d’uso è frutto, tra le altre cose, anche del buon bilanciamento della struttura, che non risulta né troppo leggera da favorire movimenti errati né troppo pesante da affaticare il braccio in caso di utilizzi prolungati.

 

Pro

Performante: Chi ha deciso di acquistare la Roncola Frattarola Falci racconta di ottime prestazioni e di una qualità costruttiva che non lascia spazio a delusioni di alcun genere.

Maneggevole: Il perfetto equilibrio tra peso e dimensioni complessive guarda in favore di una maggiore praticità d’uso, elemento distintivo di questo modello.

Comoda: Altro punto a favore è la lunghezza di 46 cm che permette di lavorare senza piegare continuamente la schiena o gravare troppo sulle articolazioni.

 

Contro

Impugnatura: La superficie liscia del manico rende la presa scivolosa e poco agevole se si hanno le mani bagnate o sudate. Un rivestimento in soft-grip avrebbe sicuramente fatto la differenza.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida per comprare una roncola

 

La ronca è stata uno degli attrezzi manuali più utilizzati in agricoltura per la coltivazione e la raccolta di diverse colture, e nonostante l’avvento di attrezzature più moderne rientra ancora oggi tra gli utensili più usati nei giardini per falciare, disboscare, tagliare i rami degli arbusti e aprire varchi tra la vegetazione. Vediamo, dunque, come scegliere una buona roncola tra i numerosi modelli disponibili in commercio.

Lunghezza e forma della lama

La scelta della migliore roncola non è sempre univoca, ma dipende dall’uso al quale la si vuole destinare, dal tipo di lavoro da eseguire e – ovviamente – dalle proprie capacità manuali. Una delle principali caratteristiche da considerare al momento dell’acquisto è sicuramente la forma della lama, che può essere realizzata in ferro o acciaio a seconda del tipo di materiale da tagliare.

Per sfoltire le siepi, falciare l’erba alta e potare rami che offrono minore resistenza al taglio è meglio usare una ronca con lama metallica curvata all’estremità e affilata soltanto dal lato concavo, che garantisca una buona stabilità della presa e renda i movimenti più precisi.

Per i lavori di disboscamento che richiedono una buona dose di forza per tagliare rami, canne e arbusti è preferibile scegliere un modello con lama a doppio filo che assicuri un taglio netto e deciso a ogni colpo onde evitare di danneggiare le piante.

Oltre alla destinazione d’uso, un altro elemento di cui tenere conto per stabilire quale roncola comprare è il materiale impiegato per la realizzazione della lama. Il più utilizzato è l’acciaio temprato, in quanto più resistente rispetto al ferro e meno soggetto alla corrosione e alla formazione della ruggine, mentre optando per il carbonio si avrà a disposizione un attrezzo più leggero e performante in termini di qualità e robustezza.

Quanto alle dimensioni, in genere la lunghezza può variare dai 30 ai 45 cm circa ma, a seconda delle esigenze, si può anche scegliere una lama più lunga, tenendo però presente che i modelli corti sono più facili da maneggiare e trasportare, mentre le versioni lunghe permettono di lavorare in maniera più spedita, tagliando un maggior numero di rami con un colpo solo.

 

Le caratteristiche del manico

Dal momento che stiamo parlando di un attrezzo manuale è importante considerare anche la conformazione e l’ergonomia del manico in modo da rendere il lavoro più confortevole e meno sfiancante.

Solitamente, alla base della lama è montata un’impugnatura in legno concepita per essere utilizzata con una mano sola, sebbene in vendita si possano trovare anche roncole con manico lungo che agevolano il lavoro perché impugnabili con entrambe le mani.

Come facile intuire, la lunghezza del manico deve adattarsi alla statura dell’utente e all’utilizzo che questi farà dell’attrezzo: quelli lunghi sono consigliati per le operazioni di taglio in altezza, mentre quelli corti vengono utilizzati principalmente per i lavori ad altezza uomo che richiedono una buona dose di forza per staccare e tranciare rami e canne.

Tornando ai materiali, oltre al classico legno, alcuni modelli di recente produzione sono dotati di un codolo sul quale sono impilati una serie di anelli in cuoio per rendere la presa più salda e sicura al tempo stesso.

Il problema di questo materiale, però, è che necessita di maggiori cure e accortezze in termini di manutenzione per impedire che si usuri con il tempo e l’uso, rendendo l’attrezzo inservibile.

Per evitare questi inconvenienti, molte aziende del settore hanno sostituito il cuoio e il legno con materiali più solidi e performanti come la plastica e i polimeri che, oltre a costare meno, si rivelano più resistenti agli agenti chimici, alla corrosione e alle deformazioni elastiche.

Infine, per garantirsi una presa più salda e confortevole è bene accertarsi che il manico sia ergonomico e rivestito in gomma testurizzata antiscivolo in grado di attutire i colpi inferti sulla superficie, riducendone in modo drastico le vibrazioni.

Accessori utili

Visto che stiamo parlando di uno strumento da taglio destinato principalmente agli utilizzi agricoli e al disboscamento, è importante prestare la massima attenzione sia in fase di utilizzo sia al momento del rimessaggio. Per proteggere la lama da sporco, ruggine e corrosione una buona soluzione potrebbe essere quella di scegliere un modello che offra in dotazione anche un fodero in cuoio o nylon dove riporre l’attrezzo in sicurezza quando non viene usato.

Questo accessorio si rivela utile anche quando si vuole portare la roncola con sé in occasione di un’escursione o una gita tra i boschi, sebbene in questi casi sarebbe preferibile optare per un modello a serramanico capace di ridurre al minimo il suo ingombro quando è chiuso.

Infine, se non avete molto spazio a disposizione dove riporre la vostra attrezzatura da giardinaggio, meglio optare per un modello dotato di gancio o anello per appenderlo comodamente alla parete.

 

 

 

Come utilizzare una roncola

 

La roncola è uno strumento da taglio utilizzato da agricoltori e boscaioli per tagliare i rami, potare gli arbusti, sfoltire le fronde degli alberi e fare innesti. In questo breve approfondimento vi spieghiamo come e quando usare questo utilissimo attrezzo manuale per prendervi cura del vostro spazio verde.

Come si utilizza

La roncola viene spesso confusa con la falce e l’accetta poiché il suo utilizzo è rivolto principalmente al taglio di rami, frasche, piante infestanti e tutti quei materiali fibrosi in cui un’accetta risulterebbe troppo pesante e una falce troppo leggera.

Fatta eccezione per i modelli con manico lungo, si impugna con una mano sola per eseguire colpi fermi e decisi, mantenendo la presa ben salda per evitare che la lama rimbalzi creando un pericolo. Il suo impiego è molto versatile, ma richiede un minimo di destrezza e abilità per via della pericolosità della lama.

 

Un occhio alla sicurezza

Come dicevamo, la roncola è un attrezzo da usare con estrema cautela e perizia per evitare di mettere in pericolo se stessi e gli altri. Innanzitutto è buona norma maneggiare questo arnese indossando sempre un paio di guanti da lavoro per evitare fastidi, vesciche ed eventuali lesioni causate da schegge e materiali appuntiti, oltre ad accertarsi che non ci sia nessuno nelle immediate vicinanze che corra il rischio di essere ferito accidentalmente.

Prima di infliggere il colpo sulla superficie bisogna inclinare il ramo o il pezzo di legno da tagliare per colpirlo con decisione con la parte curva della lama e aumentare così l’efficacia del taglio.

Inoltre, dal momento che la roncola è un’arma a tutti gli effetti, è fondamentale riporla in un fodero adatto e custodirla in un luogo che dia sufficienti garanzie di sicurezza, come un armadietto chiuso o una rimessa a cui non abbiano accesso bambini e persone incapaci di intendere e volere.

La manutenzione

Sebbene la roncola sia un attrezzo capace di mantenere il filo della lama inalterato per parecchio tempo, per prolungarne la vita e l’efficienza andrebbe affilata almeno una volta l’anno a seconda della frequenza di utilizzo.

L’affilatura periodica è molto importante anche per evitare che l’uso dello strumento diventi pericoloso. Qualora la lama sia realizzata in ferro si consiglia anche di carteggiarla e pulirla nel caso in cui si formi della ruggine, dopodiché si può ricorrere a un acciaino o una cote professionale per correggere e ravvivare il filo.

Una volta appoggiata la lama sulla pietra, tenendola inclinata di circa venti gradi, sarà sufficiente sfregarla sulla superficie in senso antiorario dalla punta fino al codolo, prestando attenzione a mantenere la pressione sempre costante.

Per quanto riguarda i manici, quelli in legno o cuoio devono essere nutriti periodicamente con un impregnante specifico per prevenire fessurazioni e rendere la superficie resistente all’acqua e agli agenti esterni, mentre le impugnature realizzate in polimeri o plastica non richiedono particolari cure e attenzioni per mantenere la loro perfetta funzionalità.

 

 

 

Domande Frequenti

 

A cosa serve una roncola?

La roncola è uno degli attrezzi manuali più usati in agricoltura e le sue origini risalgono a più di cinquemila anni fa, durante l’Età del Bronzo. A seconda delle regioni e dei toponimi popolari è conosciuta anche con i nomi di marassa, pennato, ronca, stegagno e molti altri ancora, ma a prescindere da come la si chiami il suo utilizzo rimane pressoché lo stesso, ossia tagliare i rami, potare gli alberi, praticare delle incisioni sui tronchi degli alberi per preparare gli innesti, aprire dei varchi tra la vegetazione e ripulire boschi o campi da piante infestanti, canne e arbusti di dimensioni contenute.

Come affilare una roncola?

Affilare la lama di una roncola è un’operazione necessaria per mantenere il filo tagliente ed efficiente nel tempo. A tale scopo si può utilizzare una tradizionale pietra abrasiva, come quella che viene solitamente usata per l’affilatura dei coltelli da cucina o, in alternativa, un affilatore elettrico munito di mola che permetta di portare a termine il lavoro in maniera più spedita, senza doversi affidare alla particolare abilità dell’operatore.

 

Come usare una roncola?

Come la maggior parte degli strumenti da taglio utilizzati in agricoltura, anche la roncola richiede una presa ben salda per infliggere colpi fermi e decisi sull’oggetto da tagliare. Per aumentare la superficie e l’efficienza di taglio è bene mantenere il pezzo da recidere leggermente inclinato in modo da colpirlo con forza con la parte dove la lama inizia a piegarsi.

 

Cosa utilizzare al posto della roncola?

Se non si dispone di una roncola è possibile tagliare rami e piccoli arbusti con una buona accetta o un machete, ma in questi casi bisognerà prestare maggiore attenzione al momento del taglio per evitare di danneggiare le piante o le colture.

 

Quanto costa una roncola?

Il costo di questi attrezzi varia in base al modello, alle dimensioni, alla resa costruttiva e ai materiali con cui sono realizzati lama e manico, ma in genere il range di prezzo va dai 15 ai 50 euro al massimo.

 

 

DEJA UN COMENTARIO

0 COMENTARIOS