Le Otto Migliori Siepi Fiorite Sempreverdi E Resistenti Al Freddo

Ultimo aggiornamento: 06.10.22

 

La scelta delle piante per realizzare una siepe che valorizzi al meglio il proprio giardino deve tenere conto del risultato estetico che si vuole ottenere, ma anche delle condizioni pedoclimatiche della propria zona. Ecco le più indicate a sopportare i climi rigidi dei nostri inverni.

 

Le piante da siepe vengono coltivate nei giardini per creare una parete vegetale compatta e uniforme, che funga da linea di demarcazione di un confine oppure da barriera contro il vento, il sole e gli occhi indiscreti dei vicini.

In genere vengono utilizzati gli arbusti sempreverdi che, rimanendo verdi tutto l’anno, svolgono la propria funzione protettiva anche durante la stagione avversa, a tutto vantaggio della privacy e dell’estetica paesaggistica.

Oggi tuttavia, si usano molto anche le siepi sempreverdi fiorite perché, fiorendo nel periodo primaverile/estivo, svolgono anche un ruolo ornamentale, aggiungendo un tocco di bellezza e colore al giardino.

Oltre a soddisfare dal punto di vista estetico, la scelta delle piante da recinzione deve tenere conto anche delle condizioni climatiche della zona di coltivazione per ottenere un risultato all’altezza delle aspettative.

Fortunatamente esistono molti tipi di arbusti e piante fiorite che possono resistere alle basse temperature e addirittura fiorire quando il clima è più rigido, così da avere anche in inverno uno spazio esterno colorato e dal gradevole aroma. Scopriamo quali sono le migliori.

 

1. Ligustro da siepe

Tra le numerose varietà di piante da siepe sempreverdi resistenti al freddo, le più semplici da coltivare per l’elevata capacità di adattamento climatico sono sicuramente quelle appartenenti al genere Ligustrum.

Si tratta, infatti, di arbusti da siepe originari dell’Africa settentrionale e dell’Europa centro meridionale, poco esigenti per quanto riguarda l’esposizione e la natura del terreno, tollerando senza problemi il rigore invernale e qualche breve periodo di gelo, fino a -10°C.

Se cresce liberamente, una siepe di ligustro può arrivare a un’altezza di cinque metri e si può utilizzare sia per ricoprire completamente le pareti perimetrali o le recinzioni del giardino sia per separare le diverse zone del prato, regalando delle splendide fioriture ininterrotte da inizio primavera fino a tarda estate.

Sopporta molto bene anche le potature più severe con il tagliasiepi in modo da dare alla siepe da giardino la forma geometrica od ornamentale desiderata.

 

2. Pittosporum Tobira

Il pittosporo (conosciuto con il nome botanico di Pittosporum Tobira) è una pianta sempreverde a portamento arbustivo o arboreo, molto utilizzata per la creazione di siepi fiorite ornamentali in virtù dell’abbondante fioritura primaverile, del suo decorativo fogliame lucido e della particolare resistenza a diverse condizioni ambientali.

Nelle zone di origine (Cina, Giappone, Taiwan e Corea) può raggiungere i dieci metri d’altezza, mentre in Italia raramente supera i tre o quattro metri, adattandosi anche a collocazioni leggermente ombreggiate.

Si tratta, inoltre, di una pianta per siepe molto rustica, capace di adattarsi alle basse temperature degli inverni mediterranei (fino a -12°C) e di prosperare anche all’interno dei giardini rocciosi, formando bordure molto decorative.

 

3. Spirea Bianca

Un’altra splendida pianta da siepe con fiori molto resistenti e capace di adattarsi a diverse condizioni di coltivazione è la Spiraea Vanhouttei, conosciuta anche con il nome di Spirea bianca.

Oltre che per bordure e siepi da recinzione, si può utilizzare anche per formare un grande e rigoglioso cespuglio da giardino o come macchia isolata in mezzo al prato per ravvivare gli spazi esterni con la sua ricca e abbondante fioritura bianca, da maggio a giugno.

L’accrescimento di questo arbusto sempreverde appartenente alla famiglia delle Rosaceae è molto vigoroso e può arrivare a misurare oltre i due metri di altezza, presentando un portamento slanciato e flessuoso, con aggraziati rami ricadenti.

Pur non avendo particolari esigenze culturali, si raccomanda di posizionarlo in un luogo ben soleggiato del giardino poiché un’esposizione in ombra potrebbe penalizzare la quantità e la qualità della fioritura.

 

4. Viburno Tino

Originario dell’area sud-est dell’Europa, il Viburnum tinus (chiamato volgarmente laurotino o lentaggine) è una pianta da siepe sempreverde appartenente alla famiglia delle Caprifoliaceae, che preferisce il clima temperato tipico del bacino mediterraneo, riuscendo però ad adattarsi anche a inverni molto rigidi.

Si ammala molto di rado ed è in grado di sopravvivere anche nelle zone d’ombra, sebbene in questi casi la fioritura risulterà meno abbondante e rigogliosa.

La sua forma bassa e larga la rende ideale anche per la coltivazione in vaso e la formazione di siepi da balcone. Nel periodo che va da novembre a maggio, sui rami flessibili sbocciano grandi fiori profumati di colore bianco, che risultano rosa quando sono ancora in bocciolo.

 

5. Photinia

Al genere Photinia appartengono più di sessanta specie di arbusti ornamentali sempreverdi, che vengono coltivati come siepi da giardino a scopo ornamentale per la ricca fioritura di colore rosso fuoco e la spiccata capacità di adattamento a diverse condizioni climatiche.

Può raggiungere i 3-4 metri di altezza e cresce bene nelle zone miti o temperate, ambientandosi facilmente anche in quelle più fredde.

Dal momento che stiamo parlando di piante da siepe a crescita veloce, è necessario effettuare almeno due interventi di potatura l’anno, a fine inverno e dopo la fioritura estiva, per determinarne la forma e il portamento.

 

6. Osmanto odoroso

Utilizzato soprattutto per formare delle splendide siepi da giardino con fiori colorati, l’Osmanto odoroso (Osmanthus fragrans) è un arbusto sempreverde appartenente alla famiglia delle Oleaceae originario del Giappone e della Cina, ma capace di adattarsi anche ai climi mediterranei.

Coltivato per la bellezza del fogliame e dei fiori variopinti, che fioriscono due volte l’anno (in primavera e in autunno), si adatta anche a suoli sabbiosi e poveri di sostanze nutritive, purché ben drenati per evitare la formazione di ristagni idrici che potrebbero causarne la morte per asfissia radicale.

 

7. Polygala myrtifolia

Il mirtifoglio rientra tra le piante ornamentali da giardino a portamento arbustivo più coltivate come siepe sempreverde fiorita nelle due isole maggiori e sulla riviera ligure, perché la sua crescita è favorita dal clima mite.

Presenta foglie coriacee simili a quelle del mirto e fiorisce a intermittenza tutto l’anno, producendo bellissimi fiori di colore rosa scuro, riuniti in grappoli all’apice dei fusti.

 

8. Lillà

Facile da coltivare e capace di sopravvivere anche nei giardini abbandonati per decenni, la Syringa vulgaris – comunemente conosciuta come Lillà – è un cespuglio sempreverde della famiglia delle Oleaceae, che regala una fioritura copiosa, colorata e profumatissima da aprile a giugno, a seconda del clima.

La forma a cuore delle foglie e i piccoli fiori cerosi riuniti in ricche pannocchie, nelle varie sfumature di rosa, lilla, bianco e viola, ne fanno una pianta molto decorativa che ben si presta alla realizzazione di siepi da giardino sempreverdi in tutte le stagioni.

 

DEJA UN COMENTARIO

0 COMENTARIOS