Taglio mulching: che cos’è e perché conviene

Ultimo aggiornamento: 06.10.22

 

Si fa un gran parlare di mulching ma sapete di cosa si tratta? Facciamo un po’ di chiarezza spiegandovi vantaggi e svantaggi di questa tecnica di taglio. 

 

Se vi siete messi alla ricerca dei rasaerba elettrici più venduti è probabile che leggendo le caratteristiche vi sarete imbattuti in una funzione detta mulching. Sia chiaro, non tutti i rasaerba ne sono provvisti. Comprensibilmente vi sarà sorta un po’ di curiosità in merito e conoscere esattamente di cosa si tratta potrebbe farvi propendere a comprare il tagliaerba X piuttosto che quello Y, anche se magari quest’ultimo costa di meno. 

Come prima cosa vedremo in cosa consiste il taglio mulching e poi cercheremo di capire se e quali vantaggi ci sono e perché no, anche eventuali svantaggi. Siamo sicuri che al termine del nostro articolo avrete le idee più chiare e finalmente potrete scegliere il rasaerba più adatto a voi o con le caratteristiche più convincenti.

 

Il taglio mulching

Questo particolare taglio, come detto poco fa, non è una funzione disponibile in tutti i modelli di tosaerba dunque bisogna comprarne uno che ne sia dotato. In teoria è possibile modificare il vecchio tosaerba affinché esegua il taglio mulching , altri invece hanno la predisposizione per un apposito kit. Ma concentriamoci sulle caratteristiche fondamentali del mulching. In sostanza l’erba una volta falciata è sminuzzata e rilasciata sul terreno, quindi non termina nel raccoglitore. 

 

 

Gli aspetti positivi

Il taglio mulching comporta un bel po’ di vantaggi tanto per il prato quanto per voi. Vediamoli. L’erba sminuzzata e lasciata sul prato diventa un fertilizzante naturale. Il prato si nutre di se stesso. Se ci pensate non è molto diverso da quanto già accade in natura: pensiamo alle foglia degli alberi che cadono con la differenza che in questo caso l’assorbimento è ben più rapido in quanto parliamo di una sorta di polvere d’erba. Questa rilascia sali minerali e microelementi di grande utilità per il prato e il terreno, oltre che acqua. 

Non solo perché si ha una considerevole riduzione dell’infeltrimento del prato quindi l’erba cresce più sana e forte. Il mulching, inoltre, costituisce una barriera contro muschio e muffe, oltre che di erbacce. Fin qui i vantaggi diretti per il prato ma ce ne sono anche per voi che del prato ve ne prendete cura. Il più evidente di tutti è che non dovete preoccuparvi di smaltire l’erba; niente cestelli da svuotare.

 

Gli aspetti negativi

Qualche aspetto negativo nel mulching c’è, non lo neghiamo ma secondo noi non tale da sconsigliare questa tecnica di taglio. Ma siate voi stessi a valutare, soppesare, confrontare i pro e i contro. Dovrete tagliare il prato con maggiore frequenza, chiaramente mai prima di una settimana o dieci giorni durante il periodo estivo. 

Cosa accade se attendete troppo? Se l’erba è molto alta la lama non eseguirà a dovere l’operazione di sminuzzatura per oggettive difficoltà, poi naturalmente molto dipende anche dalla qualità del tagliaerba, dalla sua lama e potenza. Massima manutenzione per le lame che devono essere impeccabili, quindi come prima cosa vanno pulite spesso e volentieri; ci verrebbe da dire dopo ogni taglio ma potete essere anche più elastici.

 

 

Alcune raccomandazioni

Mulching o meno, le raccomandazioni per l’uso del tagliaerba sono sempre le stesse. Certo, è richiesta una maggiore frequenza del taglio ma sempre non meno di una settimana mentre in estate bisogna attendere almeno 10 giorni. Evitate di falciare l’erba al mattino presto poiché è umida a causa della rugiada e complica la vita del tagliaerba che faticherebbe di più ed eseguirebbe un taglio non perfetto. 

Per lo stesso motivo non tosate il prato dopo averlo irrigato. Il taglio deve essere uniforme al fine della migliore distribuzione possibile dell’erba sminuzzata. Un buon sistema è quello di stabilire un percorso a serpentina. Ricordiamo che anche l’altezza dell’erba è importante per il suo benessere. Evitate di lasciarla troppo corta, la misura ideale è di cinque o sette centimetri così l’erba si irrobustisce.

Ma vantaggi ce ne sono anche per la fotosintesi e per le radici che hanno modo di andare più in profondità nel terreno ed evitare scottature o lesioni. Seguendo questi semplici consigli, unitamente al taglio mulching, avrete un prato forte, vigoroso e incredibilmente verde tanto da fare sul serio invidia a tutto il vicinato.

 

 

DEJA UN COMENTARIO

0 COMENTARIOS