Gli 8 Migliori Spazzaneve del 2022

Ultimo aggiornamento: 06.10.22

 

Spazzaneve – Guida agli acquisti, Opinioni e Comparazioni

 

Chi vive in zone che annualmente sono flagellate dalla neve, deve necessariamente attrezzarsi per il meglio affinché si possa svolgere la propria vita con una certa normalità cercando di ridurre al minimo i disagi che provoca la neve quando cade copiosa e incessantemente. Capita spesso, infatti, che passaggi o persino porte restino ostruiti e dunque bisogna prevenire tale inconveniente, anche perchè si potrebbe persino essere costretti a uscire di casa per una emergenza, nonostante il brutto tempo; pensiamo, ad esempio, una corsa in ospedale. Non vi auguriamo nulla del genere ma ci pare scontato dire che bisogna essere preparati a ogni eventualità. Ecco perché è sempre importante rimuovere la neve, ancor di più se si vive in luoghi isolati dove magari la manutenzione delle strade non è puntuale come in zone più abitate. Insomma, vi conviene comprare uno spazzaneve come quelli che vi presenteremo tra un attimo. Intanto vi anticipiamo due modelli: l’AL-KO SnowLine 46 E ha un motore elettrico ma state certi che non pecca in potenza e l’Honda spazzaneve Turboneve HS622 EW che ha un motore a scoppio, è compatto, maneggevole ma soprattutto efficace con la neve alta.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 Migliori Spazzaneve – Classifica 2022

 

Abbiamo stilato una classifica degli spazzaneve che secondo noi sono più interessanti. Per conoscerne caratteristiche, pregi e difetti, date un’occhiata alla recensione che abbiamo scritto. Nel formulare la nostra critica dei modelli più venduti abbiamo tenuto in considerazione i pareri di altri consumatori. Se volete sapere dove acquistare a prezzi bassi il vostro nuovo spazzaneve, potete servirvi dei link da noi indicati ma non dimenticate di confrontare i prezzi.

 

 

Spazzaneve elettrico

 

1. AL-KO SnowLine 46 E Spazzaneve Monostadio Elettrico, 2000 W

 

Siamo sicuri che lo spazzaneve elettrico Al-Ko vi sorprenderà e non vi farà pentire di aver acquistato questo modello piuttosto che uno con motore a scoppio. Nonostante l’alimentazione elettrica la sua potenza è notevole, certo dovrete procurarvi una prolunga ma alla fine si tratta di un piccolo fastidio. 

È leggero e maneggevole, almeno sui tratti pianeggianti mentre in salita si fatica un po’ di più come potete facilmente immaginare. Qualche problema si presenta in caso di neve alta, diciamo oltre i 20 cm; in questo caso un solo passaggio non è sufficiente. La bocca dello scarico si direziona mediante una manovella; l’angolo di rotazione è di 190°. 

Abbiamo dimenticato di dirvi che lo spazzaneve SnowLine è monostadio e va particolarmente bene sulle superfici asfaltate o pavimentate. Molto comoda l’impugnatura ergonomica che che però non è riscaldante. Meglio munirsi di tappi per le orecchie perché è rumoroso.

 

Pro

Potente: Il motore dello spazzaneve, seppur elettrico, ha una potenza niente male che consente di spazzare con efficacia la neve su superfici asfaltate e/o pavimentate.

Maneggevole: Come spazzaneve è parecchio comodo e leggero. Riuscirete a destreggiarvi senza difficoltà anche se ci sono diverse curve da fare o cambi di direzione.

Poca manutenzione: Lo spazzaneve, anche perché ha un motore elettrico, non richiede una particolare e impegnativa opera di manutenzione.

 

Contro

Inadeguato con la neve alta: Quando c’è da spazzare via neve particolarmente alta, diciamo oltre i 20 cm, lo SnowLIne mostra i suoi limiti e sono richiesti più passaggi.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Spazzaneve Honda

 

2. Honda Spazzaneve Turboneve HS622 EW

 

Quando la neve cade incessantemente per giorni, serve uno spazzaneve davvero potente. Insomma, uno come l’Honda HS622 EW che è a dir poco inarrestabile. Pensate, è dotato di un motore con una cilindrata di 163 centimetri cubici. La trasmissione è meccanica con due marce in avanti più la retromarcia. Poggia su due ruote e ha una larghezza di lavoro di 55 cm. 

A prima vista si potrebbe pensare che lo spazzaneve sia pesante. Beh, diciamo che non pesa poco ma è comunque molto maneggevole. Ad ogni modo non fraintendeteci, si tratta di uno spazzaneve compatto. A nostro avviso è adatto sia per un utilizzo domestico che professionale. 

Semplicemente stupefacente la gittata della neve espulsa dalla coclea, può essere sparata fino a 14 metri. Attenzione perché nel tentativo di spalare la neve dal viale di casa vostra rischiate di mandarla diritto diritto nel cortile del vostro vicino. Molto buona la qualità dei materiali, ma del resto non ci si può aspettare di meno da Honda. Vi starete chiedendo quanto costa. Ebbene sì, costa parecchio.

 

Pro

Potenza: Lo spazzaneve Honda è molto potente, pensate che riesce a lanciare la neve fino a 14 m. Il motore di cui è dotato è un vero portento.

Robusto: Costruito con buoni materiali, lo spazzaneve si presenta come molto solido. È una di quelle macchine che possono durare una vita.

Compatto e maneggevole: A guardarlo non lo si direbbe ma invece resterete sorpresi nello scoprire quanto questo spazzaneve sia facile da manovrare.

 

Contro

Costoso: Magari ve lo aspettavate già dopo aver appreso delle caratteristiche dello spazzaneve, ebbene sì, costa un bel po’ di soldi.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Spazzaneve a turbina

 

3. Alpina 18-2801-42 Spazzaneve Elettrico AS 45 E, 1800 W

 

Questo spazzaneve a turbina è adatto per quelle situazioni non estreme. Ha un motore elettrico da 1.800 W, la potenza non è affatto male. È piuttosto leggero, semplice da manovrare da il meglio di sé è sulle superfici piante dove secondo noi fa un bel lavoro. 

Meno soddisfacente quando c’è da spazzare la neve da un manto erboso oppure da un terreno irregolare. Il getto della neve va da 1 a 6 metri. Il camino da dove viene espulsa la neve ruota fino a 180°. 

L’impugnatura è comoda ma la struttura ci sembra essere fragile, i materiali non sono certo dei migliori ma dobbiamo anche dire che il suo costo è molto basso. Per concludere, questo modello risponde sicuramente alle esigenze di chi non è chiamato a farne un impiego intensivo e inoltre, lo ribadiamo, va bene nei casi in cui la quantità di neve sul suolo sia modesta.

 

Pro

Economico: Sicuramente il vantaggio più evidente dello spazzaneve Alpina è il suo prezzo, costa molto poco e fa bene il suo lavoro.

Maneggevole: È leggero, facile da manovrare e tutt’altro che ingombrante. Anche le persone minute non faticheranno a spazzare via la neve.

 

Contro

Materiali: La struttura dello spazzaneve non è molto solida, i materiali sono economici anche se conformi al prezzo di vendita.

Uso limitato: Nel caso in cui ci sia da spazzare via la neve da un prato o da un terreno irregolare, il lavoro svolto non è perfetto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Spazzaneve

 

4. Husqvarna ST 131 E 1.4L 4000W, Arancione Spazzaneve a Benzina 

 

Lo spazzaneve Husqvarna che vi proponiamo è a due stadi e per uso occasionale. La macchina, compatta e agevole da manovrare, non teme neanche la neve particolarmente compatta grazie al sistema che la frantuma prima di convogliarla nella robusta fresa per poi essere espulsa da camino. 

Ha l’avviamento elettrico, dunque non ci sono problemi anche a diversi gradi sotto lo zero: è sufficiente collegare la spina  ad una presa della corrente e far partire il motore. L’operazione va compiuta una sola volta perché una volta che il motore è caldo, parte anche dopo essere stato eventualmente spento. Assolutamente da segnalare l’impugnatura riscaldante grazie alla quale si può lavorare con maggior confort, anche quando fa tanto freddo da rendere i guanti insufficienti. 

Sembra proprio che nulla sia stato lasciato al caso, tanto è vero che abbiamo notato un certo impegno anche nella realizzazione del design che a noi ci è piaciuto molto. Ma difetti ce ne sono? Difficile scovarli anche perché lo spazzaneve ha un interessante rapporto qualità/prezzo. Tuttavia, volendo essere cattivi, secondo noi è troppo rumoroso.

 

Pro

Efficace: Lo spazzaneve, pur essendo destinato a uso occasionale, ha una bella forza che gli consente di affrontare anche la neve molto compatta.

Al caldo: Come non segnalare tra i pregi dello spazzaneve l’impugnatura riscaldante grazie alla quale le mani non si congeleranno.

Avviamento elettrico: Non temete di non riuscire a far partire il motore quando fa molto freddo, c’è l’avviamento elettrico che vi dà una grossa mano.

 

Contro

Rumoroso: Abbiamo riscontrato un solo piccolo difetto per lo spazzaneve, una volta che entra in funzione è meglio indossare delle buone cuffie perché è rumoroso.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Pala spazzaneve

 

5. COFIT 110cm / 120cm Pala da Neve, Retrattile in Lega di Alluminio

 

In molti casi uno spazzaneve può essere eccessivo oppure no, ma magari troppo costoso. Tuttavia bisogna togliere la neve che intralcia il cammino. In questo caso torna molto utile la pala spazzaneve Cofit, un utensile versatile in quanto può essere impiegata anche in giardino o magari per rimuovere fango, ghiaia ecc. 

È molto pratica, non solo perché leggera ma anche perché si scompone in quattro pezzi, di conseguenza chi lo ritiene opportuno può custodirla in auto e far fronte alle emergenze come un passaggio ostruito dalla neve, ma torna utile anche agli escursionisti. 

Realizzata in lega di alluminio, è molto resistente; l’impugnatura è comoda. Inoltre la lunghezza è variabile proprio per far fronte a ogni tipo di evenienza. Difetti veri e propri non ce ne sono. Dobbiamo comunque dire che, pur non essendo proibitivo, il prezzo è un po’ alto.

 

Pro

Versatile: La pala si fa apprezzare per la sua versatilità; è efficace non solo con la neve ma va bene anche per piccoli lavori in giardino o per rimuovere il fango.

Pratica: Un altro punto di forza della pala è sicuramente la sua praticità: facile da trasportare in auto ma anche durante le escursioni poiché si divide in quattro parti.

Leggera e resistente: La lega di alluminio con la quale è realizzata la pala, le conferisce una buona resistenza. L’utensile, al tempo stesso, è anche leggero.

 

Contro

Prezzo: Non ha un costo proibitivo, dobbiamo dirlo, tuttavia per essere una pala forse costa qualche euro di troppo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Spazzaneve a batteria

 

6. AL-KO Spazzaneve a Batteria Monostadio ST 4048 LI.40V

 

Lo spazzaneve Al-Ko è a batteria; è bene dire subito che questa così come il caricabatterie non sono compresi nella confezione. Questo è un dettaglio che invitiamo a tenere in grande considerazione, anche perché pur non avendo un costo proibitivo il budget totale per avere la macchina completa di tutto, quasi raddoppia. 

Lo spazzaneve è indicato per una superficie massima di 200 mq. È leggero, molto semplice da manovrare e poco rumoroso. Se per una emergenza dovete usare lo spazzaneve al buio, avete a vostra disposizione un faro con luce LED che vi illumina l’area da liberare dalla neve. 

Il canale di scarico ruota fino a 180°, l’impugnatura ha la leva ergonomica ma non è riscaldante. Il design è spartano ma naturalmente ciò non influisce sull’efficacia dello spazzaneve.

 

Pro

Maneggevole: Con un peso di appena 15 kg, lo spazzaneve Al-Ko è molto semplice da maneggiare, potete curvare e evitare ostacoli senza sforzi.

Faretto LED: Per qualsiasi ragione doveste avere l’esigenza di spazzare la neve al buio, niente panico perché questo modello è dotato di un pratico faretto con luce LED.

Silenzioso: Quando è in moto il livello di rumore prodotto è molto basso, non avrete bisogno di indossare cuffie antirumore o tappi per le orecchie.

 

Contro

Niente accessori: Lo spazzaneve è venduto privo di batteria e relativo caricabatteria. Questi accessori, necessariamente vanno comprati ma insieme costano quasi quanto lo spazzaneve.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Spazzaneve a scoppio

 

7. MCCULLOCH Spazzaneve A Scoppio Pm 55 B&S 205cc 61cm

 

Volete qualcosa di potente? Allora vi proponiamo il PM 55, uno spazzaneve con motore a scoppio prodotto da McCulloch, un brand noto a tutti o quasi. Questo spazzaneve a turbina è indicato per liberare dalla neve cortili, parcheggi, rampe e lavora bene anche sulle pendenze grazie ai suoi pneumatici caratterizzati da tasselli a forte presa. 

Monta un motore Briggs&Stratton, praticamente una garanzia. Grazie al blocco differenziale, la trazione è sempre ottima indipendentemente dal tipo di superficie. Ampia la larghezza di lavoro, 61 cm che vi eviteranno un bel po’ di passaggi. 

La neve, poi, viene lanciata fino a 10 m di distanza. Peccato manchi il manico riscaldante, un’assenza non da poco se si considera che lo spazzaneve costa parecchio. Per quanto riguarda i materiali, a nostro modo di vedere sono molto buoni: la macchina è robusta e solida. 

 

Pro

Motore: Lo spazzaneve è dotato di un motore Briggs&Stratton Snow Series potente e affidabile, costruito da un produttore il cui nome è sinonimo di garanzia.

Lavoro in pendenza: Lo spazzaneve riesce a lavorare egregiamente anche sulle superfici in pendenza, non avrete problemi a liberare dalla neve i percorsi in salita.

Larghezza di lavoro: I passaggi da fare sono ridotti al minimo grazie alla larghezza di lavoro che in questo caso è di 61 cm.

 

Contro

Maniglia non riscaldante: Anche alla luce del fatto che si tratta di uno spazzaneve molto costoso, ci saremmo aspettati che avesse almeno la maniglia riscaldante.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Spazzaneve manuale

 

8. Fiskars Slitta Spingineve per Ampie Superfici

 

Fiskars è uno spazzaneve manuale robusto, leggero e molto maneggevole. Il suo uso è di una semplicità disarmante, basta spingerlo e l’ampia pala (o per usare un termine più appropriato, l’ampia testa) raccoglie la neve che può essere messa da parte al fine di liberare le zone interessate. 

Il profilo arrotondato facilita lo slittamento mentre il bordo affilato consente di spaccare la neve solida e anche il ghiaccio. Molti utenti avevano comprato questa slitta spingineve perché ritenevano fosse pieghevole. Dobbiamo avvertire che non è così: la slitta è fissa. 

Molto comoda è l’impugnatura, come descrivono anche alcuni clienti nelle loro recensioni. La qualità dei materiali è buona e fornisce all’utensile la necessaria robustezza. Ciò che, invece, ci lascia un po’ perplessi è il prezzo che secondo noi è alto.

 

Pro

Pratico: È un utensile molto pratico, non richiede manutenzione n’è carburante o una batteria carica: è subito pronto all’uso.

Maneggevole: La slitta spingineve è un utensile molto leggero di conseguenza la sua manovrabilità è massima in tutte le situazioni.

Buoni materiali: Riteniamo che l’utensile sia costruito con materiali di buona qualità che ne conferiscono la necessaria robustezza.

 

Contro

Prezzo: L’unico aspetto che davvero non ci ha convinto è il suo costo che, a nostro modo di vedere, è eccessivo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida per comprare uno spazzaneve

 

Prima di parlarvi dei modelli che abbiamo scelto di sottoporre alla vostra attenzione riteniamo opportuno affrontare un discorso generale che dia il giusto indirizzo e comporti una scelta in totale autonomia del miglior spazzaneve. Insomma, è nostra intenzione spiegare innanzitutto come scegliere un buon spazzaneve tra le tante offerte disponibili sul mercato. 

Rivolgersi alla migliore marca è certamente una garanzia per l’acquirente ma spesso non è il sistema più economico. È comunque nostra convinzione che si possa trovare un buon compromesso tra qualità e prezzo facendo un’attenta comparazione tra i migliori spazzaneve del 2022 venduti online. 

 

 

L’area di lavoro

Uno dei fattori da tenere conto per capire quale spazzaneve comprare è la dimensione dell’area di lavoro. Insomma, quanto è grande lo spazio da sgomberare dalla neve? Per una scelta più appropriata, tale dato va incrociato con la media delle precipitazioni nevose tipiche della zona dove si vive, al netto delle nevicate straordinarie che possono sempre capitare. 

È chiaro che, in caso di area estesa e interessata da precipitazioni nevose consistenti, serve uno spazzaneve con un motore potente ma anche una larghezza di lavoro ampia così da risparmiare tempo. Se, invece, l’area da liberare dalla neve è piccola, non è necessario comprare una macchina particolarmente potente. 

 

Spazzaneve a uno o a due stadi

Proviamo a essere più precisi per i tipi di spazzaneve più adatti tenendo conto della quantità di neve. Per far fronte a nevicate leggere che comportano uno strato nevoso di pochissimi centimetri va benissimo uno spazzaneve a uno stadio che è pensato proprio per i lavori leggeri come sgomberare dalla neve il giardino di casa. 

Lo spazzaneve a uno stadio è privo della ventola girante, non ci sono le ruote metrici ed è azionato da una fresa. Lo spazzaneve a due stadi, invece, è ideale nel caso di nevicate abbondanti. Perché questo spazzaneve di dice “a due stadi”? Perché la rimozione della neve avviene in due fasi. Nella prima fase la neve viene convogliata mediante la fresa per poi essere espulsa, nella seconda fase, dal camino di scarico della turbina. Gli spazzaneve a due stadi hanno le ruote motrici.

 

Con ruote oppure cingoli

Lo spazzaneve cingolato ha una superficie di appoggio molto ampia che gli consente di non sprofondare nella neve, anche se ciò comporta una minore spinta. È la migliore soluzione se non si può intervenire a fondo a causa, per esempio, della presenza di ghiaia oppure se per ragioni proprie non si vuole togliere a fondo la neve. Spazzaneve del genere sono professionali. 

Lo spazzaneve con ruote ha una minore superficie di appoggio, ha maggiore spinta e si usa in tutti quei casi dove è necessario che lo spazzaneve sprofondi. È ottimo per le superfici asfaltate e rispetto allo spazzaneve cingolato è più agile. 

 

 

Considerazioni generali

Ci sono alcune considerazioni generali che vorremmo portare all’attenzione dei nostri lettori in quanto da noi ritenute utili ai fini di un acquisto mirato che possa soddisfare del tutto le proprie esigenze. Ad esempio lo spazzaneve con frizione di sterzo è più semplice da manovrare e quindi è indicato per chi sa che nello spazzare la neve dovrà affrontare parecchie curve, evitare ostacoli e andare spesso avanti e indietro.  

Un modello con avviamento elettrico parte a freddo con maggior facilità nelle giornate particolarmente gelide. Da tenere in considerazione, poi, gli spazzaneve con impugnatura riscaldante per non avere freddo alle mani, anche se si indossano i guanti.

 

 

 

Domande frequenti

 

Quanto costa uno spazzaneve a turbina?

Il costo di un buono spazzaneve a turbina va da circa 1.200 euro fino ai 1.750 euro. Insomma bisogna prepararsi a mettere mano al portafoglio. 

 

Come funziona uno spazzaneve a turbina?

La turbina rappresenta il secondo elemento di uno spazzaneve a doppio stadio e si trova sotto la fresa. Per capire il funzionamento della turbina è opportuno prima spendere due parole sulla fresa. Questa è costituita da una lama rotante, ha la forma a spirale e la troviamo posizionata sulla parte anteriore dello spazzaneve. La fresa solleva la neve e la porta in una zona centrale dello spazzaneve. 

Qui entra in  gioco la turbina, altrimenti detta “girante”. La turbina raccoglie la neve e la spinge allo scivolo, ossia, una ciminiera che troviamo posizionata dietro l’alloggiamento della fresa. La neve, poi, viene espulsa nella direzione nella quale è orientata la ciminiera a tot metri di distanza.

 

Che differenza c’è tra la turbina da neve  e lo spazzaneve? 

Entrambi hanno la coclea, tuttavia lo spazzaneve ha anche il girante la cui azione velocizza lo scarico ed è impiegato per aree grandi. La turbina da neve, invece, è impiegata su zone piccole e per la neve leggera.

 

La turbina diventa lenta e ha meno trazione del solito, da cosa può dipendere?

Le cause al problema, principalmente, possono essere tre: l’usura della cinghia di trasmissione, l’uscita dalla puleggia della cinghia di trasmissione e, infine, la ruota di trascinamento della frizione è usurata. Tenete presente che non tutti i modelli di spazzaneve ne sono dotati.

 

Con il freddo la turbina ha difficoltà ad avviarsi, cosa fare?

Dopo aver fatto partire il motore bisogna farlo girare con il comando dell’acceleratore posizionato sullo starter. Bisogna restare in questa posizione fin quando il motore gira a scatti.. A questo punto bisogna spostare il comando dell’acceleratore in posizione veloce. I tempi possono variare da pochi secondi ad alcuni minuti. Ricordate che per facilitare l’avviamento a basse temperature è importante usare un carburante pulito e messo nel serbatoio di recente, ovvero, non quello presente dall’anno prima.

 

 

 

 

Come utilizzare lo spazzaneve

 

È caduta la prima abbondante nevicata ed è finalmente giunto il momento di provare il vostro nuovo spazzaneve. Se non avete mai usato prima di adesso una macchina del genere, via spieghiamo alcuni aspetti chiave che vi daranno la possibilità di sfruttare al meglio e nel modo corretto lo spazzaneve.

 

 

Controllate l’area da spazzare

Prima di mettere in moto lo spazzaneve è importante controllare l’area da liberare dalla neve. È importante, infatti, rimuovere rifiuti e ostacoli che potrebbero danneggiare lo spazzaneve. Nel caso in cui doveste urtare qualcosa mentre usate lo spazzaneve, bisogna fermare immediatamente la macchina e controllare che non ci siano danni. Se lo spazzaneve non è in condizioni perfette, aumentano le possibilità che si possa verificare un incidente.

 

Bocca di discarica

La bocca di discarica va regolata in modo tale che la neve espulsa non colpisca chi manovra o spazzaneve oppure oppure altre persone intorno. La bocca di discarica va orientata anche in modo che non riversi la neve contro le finestre. 

 

 

Controlli da eseguire prima dell’uso

La prima fase del controllo di routine prima dell’utilizzo dello spazzaneve a benzina prevede di tenere il motore spento e staccare il cappuccio della candela. I controlli vanno fatti su un terreno in piano. Verificate il livello del carburante e se è necessario riempire il serbatoio, fatelo in una zona ventilata, ovviamente con motore spento e lontano da fonti di calore. A rifornimento ultimato, chiudete bene il tappo. Controllate il livello dell’olio. Per farlo pulite l’apposita asta e quindi inseritela nel bocchettone dell’olio. Se notate che il livello è basso, aggiungete la quantità di olio necessaria.

 

 

DEJA UN COMENTARIO

0 COMENTARIOS