La sicurezza nell’uso del decespugliatore

Ultimo aggiornamento: 06.10.22

 

Prendersi cura del proprio giardino è fondamentale per poterne godere in primavera e in estate. È però importante utilizzare al meglio e in totale sicurezza i vari strumenti necessari, a cominciare dal decespugliatore. Vediamo come.

 

Avere a disposizione un giardino è un valore aggiunto che si apprezza in modo particolare durante le stagioni più calde. È altresì innegabile come la manutenzione del proprio spazio verde richieda tempo e impegno, tra erba da tagliare, zone da annaffiare, cespugli da curare ed erbacce da eliminare. Tra i numerosi strumenti di cui si ha bisogno per queste operazioni c’è senza dubbio il decespugliatore. Sul mercato è possibile trovarne modelli di ogni tipo e, per esempio, potete farvi un’idea della ricca offerta disponibile dando un’occhiata al sito oleomac.it/it-it/c/prodotti/decespugliatori/. Prima di imbracciare il vostro nuovo decespugliatore e metterlo in azione, però, vi consigliamo di leggere i nostri suggerimenti, per un utilizzo più consapevole, sicuro ed efficace di questo indispensabile strumento. 

 

Le giuste precauzioni

Utilizzare un decespugliatore non è certo difficile ma, proprio per questo, si può avere la tendenza a sottovalutare il fatto che possa comunque essere pericoloso. Ecco perché, prima di mettersi al lavoro, sarebbe opportuno scegliere un abbigliamento adeguato e adottare alcune piccole precauzioni. Per cominciare è consigliabile indossare i guanti da lavoro, pantaloni piuttosto aderenti, in modo che non si impiglino negli arbusti e così da proteggere le caviglie, e scarpe chiuse e con una buona suola, che assicuri stabilità e caratteristiche antiscivolo. 

È fondamentale poi indossare un paio di occhiali che riparino gli occhi dal contatto con eventuali “detriti” che possono sollevarsi dal contatto delle lame del decespugliatore con l’erba o gli arbusti. In linea di massima sarebbe anche consigliabile proteggere le orecchie, con dei semplici tappi, dall’esposizione al prolungato rumore generato dal motore del dispositivo. Optate, infine, per una postura stabile e controllate di non incurvare schiena e spalle. 

Nel caso l’erba o qualche altro elemento si incastri tra le lame, per prima cosa spegnete il decespugliatore, quindi – sempre usando i guanti – rimuovetelo, prestando attenzione al calore generato dall’azione del dispositivo di taglio durante l’utilizzo. Tenete sempre gli occhi ben aperti durante l’uso in modo da evitare che le lame entrino in contatto con rami troppo grandi, sassi, bordi in cemento e reti metalliche, tutti elementi che possono danneggiarle, anche in modo serio.

 

Come utilizzare un decespugliatore

A seconda dell’altezza dell’erba su cui avete bisogno di intervenire, il decespugliatore va utilizzato in modo differente. Qualora il manto erboso sia basso, dovete effettuare un movimento da destra verso sinistra, in modo che l’erba tagliata finisca sulla superficie che avete già rasato. Qualora invece le erbacce siano più alte è consigliabile effettuare un duplice movimento, prima da destra a sinistra per tagliarne la parte superiore, quindi in senso inverso così da reciderne quella inferiore. 

Se invece vi trovate a dover lavorare su un piano inclinato, evitate di lavorare inclinati ma posizionatevi alla base, così da tagliare l’erba in modo che cada verso il basso e non intralci i punti che ancora vi restano da rasare. Gestite con attenzione l’accelerazione e la decelerazione delle lame, in modo da evitare che il motore venga eccessivamente sollecitato e si surriscaldi, imponendovi soste indesiderate per lasciarlo raffreddare. 

L’indispensabile manutenzione

Dopo aver utilizzato il decespugliatore è bene prendersi qualche minuto per effettuare una piccola manutenzione. Quando poi riporrete lo strumento per l’inverno sarà importante dedicare un po’ più di tempo per eseguire alcune operazioni. Per prima cosa è bene leggere il libretto d’istruzioni, sul quale troverete tutti i consigli per eseguire una corretta manutenzione. 

Per quel che riguarda ciò che bisogna fare dopo ogni utilizzo del decespugliatore, fondamentalmente si limita a tenere sempre pulite le varie parti del dispositivo, liberandole da accumuli di erba, terra o incrostazioni. Sarebbe poi meglio acquistare uno spray ad hoc per lubrificare le lame, dopo aver rimosso con una spazzola gli eventuali residui, così da mantenerle sempre ben affilate. Di tanto in tanto è bene controllare viti e bulloni e stringerli perché potrebbero essersi allentati durante l’uso a causa delle continue vibrazioni. 

Quando prevedete di mettere a riposo il decespugliatore per la pausa invernale, invece, qualora si tratti di un modello con motore a scoppio assicuratevi di svuotare completamente il serbatoio del carburante (potete anche tenerlo acceso – in folle – finché non si spegne). È bene controllare anche la candela, in modo particolare gli elettrodi, che devono essere di un colore tendente al rosso, altrimenti è il caso di sostituirla. 

Smontate le lame o il filo. Nel primo caso vanno pulite con un prodotto ad hoc, che le preservi dalla corrosione o dalla ruggine; nel secondo, il filo va lasciato qualche giorno immerso in acqua, operazione che ne migliorerà l’elasticità. Il decespugliatore, infine, va riposto in posizione verticale, meglio se avete la possibilità di appenderlo alla parete. 

 

 

DEJA UN COMENTARIO

0 COMENTARIOS